Skip to main content

Le piattaforme streaming sono davvero inclusive?

Streaming services
(Image credit: Future)

Secondo quanto emerge da un'indagine condotta da Lenstore, è evidente che il settore dell'intrattenimento dovrebbe impegnarsi per garantire l'accessibilità ai servizi streaming per chi è affetto da disabilità visive.

Sono stati analizzati migliaia di film e serie TV su Netflix e su Disney+, ed è stato scoperto che i contenuti audio descritti sulle piattaforme per lo streaming in Italia tendono a scarseggiare. Le descrizioni audio sono importantissime, in quanto forniscono informazioni essenziali per la comprensione di quanto si sta svolgendo sullo schermo.

In un momento storico come quello che stiamo vivendo ora a causa della pandemia di COVID-19, l'importanza dei servizi streaming è diventata cruciale per il mondo dell'intrattenimento, e naturalmente tutti dovrebbero essere messi nelle condizioni di poterne beneficiare in eguale misura.

Lo studio ha scoperto che il 60,7% dei contenuti Netflix Italia non sono audio descritti e quindi non fruibili dalle persone ipovedenti. Tra questi ci sono alcuni tra i più famosi film Netflix come Il Padrino e Il Signore degli Anelli, nonchè serie TV cult come Friends.

Facendo un confronto, è emerso che su Disney+ sono presenti più contenuti forniti di audiodescrizione. Più del 68,01% dei film e delle serie TV su Disney+ contiene descrizioni audio ed è accessibile agli utenti ipovedenti. Mancano tuttavia all'appello alcuni spettacoli famosi, come X-Men e I Simpson.

Roshni Patel, Professional Services Manager presso Lenstore, afferma che "servizi come Netflix e Disney+ hanno fornito a milioni di persone la necessaria evasione in questi tempi difficili, ma il lockdown è molto più alienante per le persone affette da disabilità visive, la cui vita sociale e l’accesso a servizi importanti sono stati notevolmente ridotti. È importante che attività come queste siano accessibili a tutti. Senza descrizione audio, le persone con disabilità visive rimangono escluse da una grande quantità di contenuti".

Giulia Di Venere

Senior Content Editor and Copywriter adept in managing content creation and publication at TechRadar Italia.