Skip to main content

I MacBook Apple M1 distruggono Microsoft Surface Pro X nei benchmark

Apple MacBook Air (M1, 2020)
(Immagine:: Future)

Di recente abbiamo recensito l'ottimo MacBook Air (M1, 2020), che al momento si trova al primo posto della nostra classifica dei migliori Mac, e da subito ci siamo chiesti come si sarebbe comportato in un confronto con i prodotti Microsoft basati sui chip ARM.

La nuova linea di prodotti Apple basata sul chip M1 prodotto da ARM, che oltre al MacBook Air 2020 comprende MacBook Pro 13 pollici e Mac mini, ha mostrato fin da subito un grande potenziale. A poche settimane dal lancio, con Rosetta 2, Apple ha inoltre fornito ai suoi utenti una soluzione facile per sfruttare le vecchie app concepite per i Mac con processore Intel senza dover sacrificare eccessivamente le prestazioni.

I portatili e tablet Windows con processori ARM sono sul mercato da qualche anno. Di norma si tratta di dispositivi con OS Windows 10 e chip ARM-Qualcomm. Microsoft dispone inoltre di una linea di prodotti, come Surface Pro X, che sfruttano il chip SQ1 (e i più recenti SQ2) basato sull'architettura ARM e concepito nell'ambito di una collaborazione con Qualcomm.

Mentre come abbiamo ribadito ci siamo trovati bene con i portatili Apple M1 per le prestazioni eccellenti e la grande versatilità, non abbiamo avuto la stessa esperienza con i prodotti Windows con chip ARM. Spesso infatti questi mancano di potenza e dispongono di un numero limitato di app, dato che Microsoft non ha fatto nulla per consentire l'uso dei software precedenti sul nuovo hardware.

Fortunatamente Microsoft è prossima al lancio di uno strumento che permetterà di usare le app 64-bit x86 (le app standard di Windows che vengono utilizzate sui dispositivi con processori Intel e AMD) anche sui prodotti Windows con processore ARM. Grazie a questo strumento (ancora in beta), il team di PC World ha potuto effettuare dei test benchmark (Si apre in una nuova scheda) per mettere a confronto le prestazioni dei MacBook Air M1 con quelle di Surface Pro X. Andiamo a vedere quali sono i risultati.

Apple vince a mani basse

Stando ai risultati dei test svolti dal team di PC World, il MacBook Air M1 distrugge Surface Pro X su tutta la linea. Nei test Geekbench 5, Cinebench e Handbrake, la differenza tra i portatili è quasi imbarazzante. 

Va sottolineato che il software utilizzato da Microsoft per l'emulazione delle app si trova ancora in fase beta, fattore che va tenuto in considerazione quando si analizzano i dati prodotti dai test. Ciononostante la differenza abissale in termini di prestazioni non fa altro che confermare l'ottimo connubio tra chip M1 e macOS Big Sur

In aggiunta i test danno fondamento alle nostre prime impressioni sui prodotti Apple con chip M1, ben diverse da quelle che abbiamo avuto nell'ambito della prova effettuata con Surface Pro X.

In aggiunta i prezzi dei due portatili sono pressoché identici, il che sposta ulteriormente l'ago della bilancia a favore di Apple.

Per assurdo, come visto di recente, il chip Apple M1 si dimostra superiore a quello presente su Surface Pro X anche con Windows 10.

Ci auguriamo che gli ottimi risultati ottenuti da Apple con M1 spingano Microsoft e Qualcomm a realizzare un'alternativa valida e a proporre un portatile Windows con chip ARM in grado di garantire prestazioni in linea con la concorrenza. 

Matt Hanson
Managing Editor, Computing and Entertainment

Matt is TechRadar's Managing Editor for Computing and Entertainment, looking after two of the best, and most exciting, channels on the site. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. Ever since he got an Amiga A500+ for Christmas in 1991, he's loved using (and playing on) computers, and will talk endlessly about how The Secret of Monkey Island is the best game ever made. He's also a huge film and TV fan and Marvel geek, and his favorite recent film is Dune.