Skip to main content

Huawei P40 Lite somiglia un sacco a un iPhone e a un altro modello Huawei

Huawei P30 Lite
(Image credit: Future)

Lo Huawei P40 resta uno degli smartphone che ci aspettiamo di vedere nel 2020, nonostante il ban subito da Huawei. Ci aspettiamo anche una versione Lite, e ultimamente sono trapelate immagini che mostrano quello che dovrebbe essere lo Huawei P40 Lite. Almeno per un dettaglio somiglia agli altri smartphone Huawei e agli iPhone.

Le immagini sono state distribuite dal redattore di Slashleaks @RODENT950, e sono dei rendere dello Huawei P40, davanti e dietro. 

I render mostrano la parte frontale, con un foro nello schermo per la fotocamera frontale. Dietro c'è un modulo fotografico con quattro sensori organizzati in un blocco quadrato, molto simile a quello di iPhone 11 e Google Pixel 4.

In the leaked render you can see the front of the device, with a 'punch-hole' camera in the screen, and a quad camera rear array on the back. This rear array is housed in a square block, very similar to the iPhone 11 Pro e Google Pixel 4 XL, a parte il numero di obiettivi. 

Non conosciamo le specifiche di queste fotocamere né il resto del dispositivo, ma senza dubbio presto ne sapremo di più. 

Lo Huawei P40 Lite esiste già?

Come suggerisce il leaker, lo Huawei P40 Lite somiglia molto allo Huawei Nova 6 SE, uno smartphone economico annunciato di recente e destinato al mercato cinese. Potrebbe darsi che l'azienda si limiterà a cambiargli nome per il mercato occidentale?

Se così fosse, allora sappiamo già tutto sullo Huawei P40 Lite. Il Nova 6 SE ha uno schermo LCD da 6,4", processore Kirin 810 e una batteria da 4.200 mAh. La fotocamera ha un sensore principale da 48MP, abbinato a un ultragrandangolare da 8MP, macro da 2MP e sensore di profondità da 2MP. Frontalmente c'è un sensore da 16MP. 

Nell'insieme un discreto smartphone economico, se avrà un prezzo in linea con quello dello Huawei P30 Lite. Sulla carta è un valido smartphone di fascia media, ma dovremo aspettare di provarlo per vedere come se la cava davvero. Al momento, un sensore di profondità da 2MP e un macro con la stessa risoluzione non ci sembrano utilissimi, ma magari ci sbagliamo. 

Le informazioni comunque potrebbero non essere corretti, quindi vanno prese con cautela e non bisogna pensare che le specifiche saranno senz'altro quelle che abbiamo ipotizzato. Avremo la certezza a inizio 2020, quando Huawei presenterà ufficialmente la gamma P40.