Skip to main content

Canon EOS R5, quando esce, prezzo, specifiche e caratteristiche

Canon EOS R5
(Image credit: Canon)

Alla fine dello scorso anno eravamo tutti a conoscenza dello sviluppo di una nuova fotocamera mirrorless full-frame di fascia alta appartenente alla serie EOS R, come avevano peraltro confermato gli stessi dirigenti Canon. Le caratteristiche della Canon EOS R5 sono state svelate a piccoli passi tramite una serie di annunci e teaser e, le informazioni più recenti ci suggeriscono che questa sarà forse la fotocamera più interessante che abbiamo visto da Canon negli ultimi anni.

Dotata di un sensore full-frame sembra essere, almeno sulla carta, la mirrorless tuttofare senza compromessi che stavamo aspettando. La EOS R5 è sia un’ottima fotocamera, capace di offrire una velocità negli scatti in raffica paragonabile a quella di una reflex sportiva professionale come la Canon 1DX Mark III, sia un’eccellente videocamera, capace di acquisire video fino a 8K e, per questo, sarà molto amata dai filmaker e dagli YouTubers.

Non conosciamo ancora il prezzo e molte delle caratteristiche della EOS R5, tuttavia non dovremo aspettare ancora a lungo per scoprire il tutto. Infatti, l’azienda nella giornata di domani 9 luglio terrà un livestream per “l’annuncio del prodotto più importante di sempre”.

È probabile che la EOS R5 non sia l’unica fotocamera che verrà presentata all’inizio di luglio. Infatti, nel corso dei prossimi giorni ci aspettiamo anche la presentazione della Canon EOS R6, una full frame dal prezzo più contenuto rispetto alla sua sorella maggiore.

La EOS R6 potrebbe rappresentare una buona scelta per i fotografi professionisti e non, ma la EOS R5 promette di aprire nuovi orizzonti per le fotocamere Canon e per le mirrorless in generale.

Sulla EOS R5 sarà presente, per la prima volta su una fotocamera Canon, la stabilizzazione dell’immagine all’interno del corpo macchia (IBIS), inoltre verranno incluse tante altre caratteristiche interessanti come la possibilità di registrare video in qualsiasi formato e risoluzione con il Dual Pixel autofocus sempre attivo. Il tutto sarà racchiuso in un corpo macchina relativamente piccolo, leggermente più grande di quello della EOS R. Non sappiamo ancora con certezza come queste dimensioni così compatte influiranno sulla possibilità di registrare video in 8K a 30fps senza crop, dovremo attendere per vedere. Ad ogni modo, se Canon fosse riuscita a trovare il giusto equilibrio tra prestazioni e dimensioni, siamo sicuri che la EOS R5 segnerà un punto di svolta non solo per l’azienda nipponica, ma per tutto il mondo mirrorless.

Canon EOS R5

(Image credit: Canon)

Anche se le funzionalità video saranno probabilmente di alto livello, non mancheranno ovviamente delle capacità di produrre scatti di livello. La EOS R5 avrà un autofocus di nuova generazione, con una messa fuoco automatica per gli animali che sarà in grado di rilevare e seguire il movimento di uccelli, cani e gatti. Inoltre, ci sarà la possibilità di effettuare scatti in raffica alla stessa velocità dei migliori modelli sportivi dell'azienda.

In sintesi, la EOS R5 rappresenta un vero spartiacque per Canon che finalmente, dopo che le due precedenti mirrorless full-frame, EOS R e EOS RP, hanno suscitato parecchia delusione per le inferiori prestazioni rispetto a quelle fornite dalla concorrenza, è riuscita a creare una fotocamera mirrorless la quale, stando alle premesse, sarà in grado di surclassare i corpi macchina di Nikon, Panasonic e Sony.

Canon EOS R5

(Image credit: Canon)

Data di rilascio, novità e caratteristiche della Canon EOS R5

EOS R5: prezzo e disponibilità 

La testata tecnologica Canon Rumors, che finora si è dimostrata una fonte molto attendibile sulle novità dei prodotti dell’azienda nipponica, ritiene ormai certo che la Canon EOS R5 verrà completamente svelata domani. Crediamo che ciò sia del tutto probabile in quanto la stessa Canon ha annunciato che il giorno 9 luglio terrà un evento livestream per il lancio di un prodotto molto importante.

La sua presentazione potrebbe essere poi seguita da quella della EOS R6 in quello che si prospetta essere senza dubbio l’evento di lancio di macchine fotografiche più atteso dell’anno.

Oltretutto, nello stesso evento saranno svelati ben sei nuovi obiettivi RF: il Canon RF 50mm f/1.8 IS STM, l’RF 70-200mm f/4L IS USM, l’RF 85mm f/2 Macro IS STM, l’RF 100-500mm f/4-7.1L IS USM, l’RF 600mm f/11 DO IS STM e l’RF 800mm f/11 DO IS STM.

Questo non significa che la R5 e la R6 verranno commercializzate immediatamente. Infatti, pare che saranno disponibili all’acquisto in numero limitato a partire dal mese di agosto con l’uscita della R5 che potrebbe slittare addirittura a settembre. Tuttavia, data la situazione attuale, ciò potrebbe anche variare e non è da escludere che ci possano essere dei ritardi.

Anche se questo potrebbe sembrare un periodo di attesa piuttosto lungo, è più o meno in linea con quello della Canon EOS 1DX Mark III: l'annuncio ufficiale dello sviluppo è stato dato nell'ottobre 2019, mentre le spedizioni della fotocamera sono iniziate solo nel febbraio 2020.

Qualche tempo fa ha fatto discutere il caso di un rivenditore australiano, Camera Warehouse, che ha inserito nel proprio listino la EOS R5 ad un prezzo (non ancora ufficiale) di circa 6800 dollari. Tuttavia, il rivenditore ha poi aggiornato il proprio listino, sostituendo al prezzo originario la possibilità di depositare 200 dollari per effettuare il preordine della macchina. Inoltre, anche altre fonti, tra cui Canon Rumors, sono concordi sul fatto che la nuova fotocamera non costerà così tanto. 

Infatti, un prezzo del genere metterebbe la R5 in diretta competizione con la Canon EOS 1DX Mark III e la Nikon D6, il che ci sembra poco probabile per una fotocamera rivolta ad un pubblico differente. Pertanto, presumiamo che la EOS R5 si misurerà con la Nikon Z7 da 45.7MP, o forse anche con la Sony Alpha A7R IV da 61MP.
In tal caso, potrebbe essere necessario sborsare cifre che si aggirano intorno ai 3500 euro.

Canon EOS R5

(Image credit: Canon)

EOS R5: design

Canon ha condiviso un’immagine della EOS R5 durante l'annuncio dello sviluppo ed è evidente di come la nuova fotocamera assomiglierà fisicamente alla EOS R originale. 

Tuttavia ci sono alcune differenze: la barra multifunzione, presente sul retro della EOS R, sulla nuova fotocamera scomparirà. Rimarrà, invece, la rotella di scorrimento.

Parlando della disposizione dei pulsanti sul retro, eravamo curiosi di vedere se lo Smart Controller, introdotto per velocizzare la selezione dei punti di messa a fuoco nella EOS 1D X Mark III, fosse presente sulla R5. Purtroppo così non è stato, ed è un peccato che non sia stato incluso, perché crediamo sia una brillante innovazione che meriterebbe di essere sviluppata ulteriormente dall’azienda.

La EOS R5 ha un'impugnatura piuttosto profonda, che tornerà utile quando si utilizzerà la fotocamera con obiettivi abbastanza lunghi come il Canon RF 100-500mm in arrivo, inoltre i controlli e le ghiere presenti sulla parte superiore della macchina saranno gli stessi già visti sulla EOS R con un un display secondario, utile per controllare rapidamente le impostazioni.

Dunque, la EOS R5 è una versione mirrorless delle reflex Canon appartenenti alla serie 5. Non sappiamo ancora come sarà il suo mirino elettronico ad alta risoluzione, ma se volete saperne di più potete leggere le nostre prime impressioni sulla fotocamera qui di seguito.

(Image credit: Canon)

EOS R5: sensore e processore 

Canon ha mantenuto segreta la risoluzione del sensore della EOS R5, ma alcune indiscrezioni suggeriscono che la fotocamera adotterà un sensore da 45MP. Tutto ciò che sappiamo per certo, però, è che Canon utilizzerà un "sensore CMOS di nuova concezione" sulla nuova mirrorless.

Sappiamo anche con certezza che la fotocamera sarà in grado di catturare video in 8K (di cui parleremo più avanti), e per questa ragione sarà dotata di un sensore dotato di almeno 7680 x 5120 pixel.
Dunque, le considerazioni appena effettuate ci inducono a credere che la risoluzione del sensore partirà da un minimo di 40MP. Non ci resta che aspettare per averne la conferma.

Canon afferma che la EOS R5 sarà in grado di scattare foto a raffica con una cadenza massima pari a 12 fotogrammi al secondo utilizzando l'otturatore meccanico, mentre si salirà a 20fps, una prestazione identica a quella della EOS 1D X Mark III, utilizzando l’otturatore elettronico. Ciò fa di lei una macchina fotografica incredibilmente veloce, abbastanza da essere usata per attività di fotografia sportiva professionale, e in grado di superare abbondantemente negli scatti a raffica di 10fps della Sony A7R IV o dei 9fps della Nikon Z7.

Ci aspettiamo che la EOS R5 utilizzi il nuovo processore Digic X che ha debuttato nella 1Dx Mark III di recente, anche se dovremo attendere la conferma di Canon in proposito. Tuttavia, dato che la EOS R5 offrirà il Dual PIxel autofocus in tutte le modalità video e a tutte le risoluzioni, riteniamo che probabilmente avrà bisogno dell’enorme potenza del Digic X.

Canon EOS R5

(Image credit: Canon)

EOS R5: specifiche video 

Canon ha confermato che EOS R5 sarà in grado di registrare video in 8K usando l’intera superficie del sensore. Questa è la prima volta che una tale capacità di registrazione ad alta risoluzione si fa strada in una fotocamera consumer, mentre è già disponibile su alcune delle fotocamere cine premium dell’azienda.

Secondo Canon, avere la possibilità di registrare video in 8K permetterà agli utenti di estrarre video 4K sovracampionati e di "estrarre immagini ad alta risoluzione dalle riprese video".

Ma non è finita qui. Durante la conferenza stampa, avvenuta in streaming ad aprile, ci è stato rivelato come la EOS R5 per chi desidera effettuare riprese al rallentatore con una qualità professionale sarà in grado di girare in 4K a 120 fps, e sarà possibile registrare internamente sia in 8K che in 4K in 4:2:2 a 10 bit utilizzando Canon Log (H.265) o HDR PQ. La possibilità di acquisire video a 10 bit internamente è una vera manna dal cielo per i coloristi, in quanto fornisce una maggior profondità di colore con cui lavorare in post-produzione.

L’azienda nipponica ha poi dichiarato che sulla EOS R5 l'autofocus Dual Pixel sarà disponibile in tutte le modalità video, a qualsiasi risoluzione e frame rate. Anche se molti professionisti del settore preferiranno continuare ad utilizzare la messa a fuoco in modalità manuale, questo rappresenta sicuramente un grande punto a favore, soprattutto per i fotografi che vogliono usarla per dilettarsi in riprese video di alta qualità.

La possibilità di registrare video in 8K in RAW senza crop rappresenta un deciso cambio di passo per Canon. Infatti, è stata una delle ultime aziende a dare ai propri utenti la possibilità di girare video in 4K, ma adesso è la prima ad adottare la nuova risoluzione 8K per i filmati.

La potenza di elaborazione necessaria per registrare filmati in 8K genererebbe però un enorme quantità di calore, e non è ancora chiaro come la R5 gestirà questa condizione. Dalle immagini che abbiamo visto, non sembra esserci un dissipatore di calore incorporato, come quello presente nella Panasonic Lumix S1H

Canon EOS R5

(Image credit: Newswitch)

EOS R5: stabilizzatore d’immagine 

Storicamente, Canon ha evitato di aggiungere alle sue fotocamere la stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina (IBIS), affidandosi a obiettivi dotati di stabilizzazione interna. Ciò rende la R5 unica nel suo genere, in quanto l’azienda ha annunciato che la nuova fotocamera sarà dotata di IBIS che "funzionerà in combinazione con il sistema di stabilizzazione dell'immagine all'interno degli obiettivi" quando si utilizzano lenti stabilizzate.

La testata tecnologica Canon Rumors ha affermato a gennaio che l'IBIS della R5 fornirà da solo 5 stop di stabilizzazione, e in combinazione con la stabilizzazione interna dell'obiettivo, potrebbe spingersi addirittura a 7-8 stop. Se fosse vero, questo renderebbe le riprese a mano con la R5 un sogno e pertanto non vediamo davvero l'ora di provarla personalmente. 

EOS R5: connettività 

Sia il Wi-Fi che il Bluetooth sono ormai disponibili in quasi tutte le fotocamere moderne. La EOS R5 sarà pertanto dotata sicuramente di entrambe, e, stando alle voci di corridoio, la fotocamera supporterà il Wi-Fi a 5GHz per una maggiore velocità di trasferimento. Tuttavia non siamo sicuri che R5 avrà a disposizione solo il Wi-Fi a 5GHz, ma potrebbe supportare, come nel caso della Sony Alpha A9 II, sia i 2.4GHz che i 5GHz. Infatti, la capacità di utilizzare entrambe le frequenze potrebbe essere molto utile ai professionisti che ancora usano vecchie apparecchiature.

Non sappiamo nemmeno se Canon utilizzerà l'ultimo standard Bluetooth 5.1 per la connettività wireless, tuttavia l'azienda ha annunciato che gli utenti potranno caricare immagini in risoluzione e qualità originali direttamente sulla nuova piattaforma cloud Image.Canon a cui si può già accedere da questo aprile.

La EOS R5 sarà anche dotata di un doppio slot di memoria, uno per schede CFExpress, mentre l’altro per quelle SD UHS-II. In questo la fotocamera differisce dalla 1DX Mark III, che ha due slot CFExpress. In questo modo si avrà a disposizione un’opzione per avere velocità di scrittura eccezionali, senza però essere obbligati ad usare esclusivamente queste schede costosissime per scatti “meno impegnativi”.

Canon EOS R 83MP

(Image credit: Canon)

EOS R5: quello che ancora non sappiamo

Finora abbiamo elencato tutte le informazioni in nostro possesso sulla Canon EOS R5, ma cos’è che ancora non sappiamo? Anche se l’azienda ci ha fornito un quadro generale della situazione, ci sono ancora diverse caratteristiche chiave che non conosciamo.

La più ovvia è la risoluzione del sensore. Dato che la fotocamera sarà in grado di registrare video in 8K, ci aspettiamo che questa si attesti intorno ai 45MP, il che la renderebbe appetibile anche ai fotografi paesaggisti.

Le omissioni più importanti sono però legate alle conseguenze che un corpo così compatto potrà avere sulle prestazioni offerte dalla macchina. Per esempio, non sappiamo ancora nulla sulla durata della batteria, o su come EOS R5 sarà in grado di gestire il calore. È probabile che sarà possibile girare in 8K solo per un breve periodo di tempo, ma speriamo che non ci siano limiti equivalenti imposti per la registrazione di video in 4K.

Anche se le specifiche della EOS R5 sono ottime, è lecito pensare che la maggior parte delle persone vorrà lavorare con file di dimensioni più gestibili rispetto a quelli in 8K o anche in 4K. Purtroppo, finora Canon non ha ancora rivelato nulla sulle modalità di registrazione in 1080p o sulle opzioni a 8 bit della fotocamera.

Cosa sappiamo poi per quanto riguarda il comparto fotografico? Non ci sono ancora informazioni sull’intervallo ISO della EOS R5, sul suo livello di tropicalizzazione o se ha la stessa messa a fuoco automatica "deep learning" basata sull'intelligenza artificiale per il riconoscimento e il rilevamento del soggetto, introdotta recentemente sulla Canon 1DX Mark III. Sappiamo che EOS R5 offrirà funzionalità autofocus specifiche per l’inseguimento di animali e, data la mole di dati che si troverà a gestire la macchina, è molto probabile che questa funzione si baserà sulla nuova tecnologia AI messa a punto da Canon.

Dunque, in sintesi, la EOS R5 è ancora in fase di test. Ci sono ancora molte domande a cui Canon deve dare una risposta, ma siamo sicuramente molto soddisfatti da quanto visto finora. Quanto soddisfatti? Date un’occhiata alle nostre prime impressioni sulla EOS R5, basate sulla nostra prima e unica esperienza dal vivo con lei.

Canon EOS R5 prime impressioni

Perché potrebbe essere la Ferrari delle fotocamere mirrorless 

La EOS R5 non è solo la più potente fotocamera mirrorless full-frame che l’azienda nipponica abbia mai prodotto, ma è in assoluto una delle più performanti che abbiamo mai visto. Ha la stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina (IBIS), è in grado di acquisire video in 8K senza crop ed eseguire scatti in raffica da 20 fps. Pertanto, potrebbe davvero essere la “Ferrari” delle fotocamere mirrorless adatta a tutti i fotografi, dai naturalisti ai matrimonialisti.

Anche se non abbiamo ancora avuto l’occasione di vedere una EOS R5 funzionante in azione, ne abbiamo vista una in carne e ossa nella sede centrale di Canon nel Regno Unito. Tramite questo primo contatto siamo riusciti a scoprire qualche ulteriore dettaglio sulla nuova macchina fotografica che permetterà all’azienda di fare un grande balzo in avanti a livello tecnologico, rispetto alla concorrenza.

Immagine 1 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)

Il meglio dei due mondi 

Come c’era da aspettarsi, ci sono molte somiglianze a livello fisico tra la EOS R5 e la prima full-frame mirrorless dell’azienda, la Canon EOS R.

La disposizione dei pulsanti e delle ghiere sulla parte superiore del corpo è identica tra le due macchine, ritroviamo anche lo schermo LCD secondario, utile nel caso si vogliano controllare rapidamente le impostazioni. La nuova fotocamera risulta sicuramente più ingombrante, tuttavia non c’è così tanta differenza rispetto alla EOS R, considerando anche il fatto che la EOS R5 ha la stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina (IBIS).

È però il retro della R5, a rivelare che si tratta di una fotocamera Canon appartenente alla serie 5. Le reflex 5D di Canon, nel corso del tempo, si sono evolute per essere usate in ogni campo, e la EOS R5 ha, pertanto, una serie di controlli posteriori che risultano alquanto familiari a chi proviene dal mondo reflex dell’azienda.

Canon EOS R5

(Image credit: Future)

Tra questi ritroviamo il pulsante dedicato “rate” (utile per la protezione e la classificazione delle immagini), una ghiera di controllo rapido molto simile a quella già vista sulla 5D Mark IV e, soprattutto, il joystick per la messa a fuoco automatica. Questo rimpiazza la barra multifunzione che Canon aveva introdotto sulla EOS R, ma che aveva riscosso poco successo. 

In altre parole, la EOS R5 sembra essere un mix ben riuscito delle migliori caratteristiche della Canon 5D Mark IV e della EOS R. In aggiunta saranno presenti due slot per schede SD e uno schermo completamente orientabile.

Dunque, questa fotocamera sembra essere un aggiornamento in chiave mirrorless delle reflex di Canon appartenenti alla serie 5, con alcuni controlli che risultano familiari e altra aggiunte dovute all’avanzamento tecnologico, come ad esempio, il mirino elettronico (EVF) ad altissima risoluzione.

Immagine 1 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

Canon EOS R5

(Image credit: Future)

Nuove capacità 

Dato che non abbiamo ancora avuto l'opportunità di vedere una EOS R5 in azione, non siamo ancora in grado di valutare le reali prestazioni offerte dalla fotocamera. Tuttavia, recentemente Canon ha divulgato qualche informazione in più sulle sue caratteristiche.

Una delle più interessanti riguarda senza dubbio il comparto video. Canon con la serie 5 e, in particolare, con la EOS 5D Mark II, ha fatto progredire molto le reflex in questo campo, ma al contempo ha posto limiti molto stringenti e frustranti alle funzionalità video delle sue mirrorless. Tanto che questa pratica è divenuta nota con il nome di “cripple hammer” di Canon, letteralmente “martello zoppo”.

Questa volta, Canon ha esaltato la possibilità di registrare video in 8K della EOS R5. In un recente comunicato stampa, l’azienda ha voluto smentire con decisione le speculazioni secondo cui alcune delle caratteristiche trapelate fossero improbabili, confermando non solo la registrazione di video in 8K a 30fps utilizzando l’intera superficie del sensore (cioè senza crop), ma anche la presenza del Dual Pixel autofocus in tutte le modalità di ripresa.

Anche se alcuni dettagli non sono ancora noti, come ad esempio se l'autofocus per animali sarà disponibile anche nei video oltre che per le foto, tutte le caratteristiche finora emerse rendono la EOS R5 una macchina fotografica davvero interessante sia per i fotografi, che per i videografi. Infatti, ormai i fotografi professionisti si aspettano sempre più spesso di poter effettuare sia fotografie che video di alta qualità.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, la EOS R5 è in grado di eseguire scatti in raffica da 12fps tramite otturatore meccanico e da 20fps, pari a quella della EOS 1D X Mark III, utilizzando l’otturatore elettronico in modalità live view. Queste caratteristiche fanno di lei una macchina fotografica piuttosto veloce, abbastanza da essere usata come fotocamera sportiva professionale.

Sul fronte dell’autofocus, Canon ha confermato che sarà presente la messa a fuoco automatica per gli animali tramite la quale la macchina sarà in grado di riconoscere cani, gatti e uccelli (anche se quest’ultima è una categoria piuttosto ampia) dal volto, dagli occhi e dalla loro forma. Ciò lascia supporre che la fotocamera avrà la stessa messa a fuoco automatica "deep learning" basata sull'intelligenza artificiale per il riconoscimento e il rilevamento del soggetto, introdotta recentemente sulla Canon 1DX Mark III. Tuttavia non ci sono arrivate conferme da parte dell’azienda a riguardo.

Canon EOS R5

(Image credit: Future)

I pezzi mancanti 

Ci sono ancora molte cose che non sappiamo sulla nuova mirrorless di Canon, come la risoluzione del sensore, la resistenza alle infiltrazioni e il suo prezzo. Eppure è difficile non ammettere che “finalmente ce l’hanno fatta”.

Con un costo previsto intorno ai 3500€, la EOS R5 non è certamente una fotocamera per il grande pubblico. Sarà per i fotografi professionisti o per gli amatori che desiderano avere l’ultima novità tecnologica.

Questa fotocamera rappresenta un deciso passo in avanti per Canon nel mondo mirrorless, grazie anche al suo sistema di obiettivi RF in rapida crescita.

Di questo nuovo comparto di ottiche fanno già parte dieci obiettivi, inclusi i tre zoom f/2.8 che rappresentano la “santa trinità”: l’RF 15-35mm f/2.8, l’RF 24-70mm f/2.8 e l’RF 70-200mm f/2.8. La EOS R5 è esattamente il tipo di fotocamera per cui sono stati costruiti e non vediamo l'ora di poterli provare presto.