Le migliori fotocamere del 2024

PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID

Che siate appassionati o esperti, professionisti o amatori, scegliere la fotocamera più adatta alle vostre esigenze può senza ombra di dubbio fare la differenza. Per aiutarvi nella scelta da anni testiamo a fondo le diverse proposte dei più grandi nomi della fotografia, tra cui Canon, Nikon, Sony, Fujifilm, Panasonic e molti altri ancora. Nella nostra guida all'acquisto dedicata troverete le migliori fotocamere testate dalla redazione di Techaradar per ogni tipologia e budget.

Al momento riteniamo che la migliore fotocamera tuttofare per il grande pubblico sia la Sony A7 IV. Questo modello mirrorless con sensore full-frame dispone di un sistema autofocus impressionante, è estremamente versatile e si trova a suo agio nella gran parte dei possibili scenari. Se cercate un modello per cominciare, la Canon EOS R10 è la nostra opzione entry-level preferita. Sebbene non abbia le caratteristiche di un modello premium, la sua struttura compatta e il suo eccellente sistema di messa a fuoco automatica la rendono la migliore fotocamera per principianti che possiate acquistare.

Ciascuna fotocamera che troverete nella guida è stata esaminata a fondo per verificarne le prestazioni nel mondo reale. I nostri esperti tester vanno oltre le specifiche tecniche per valutare ogni modello in modo approfondito. Oltre alla qualità complessiva dell'immagine, valutiamo la maneggevolezza e il feel, le prestazioni in diverse condizioni di ripresa e la completezza delle funzioni video e fotografiche.

Qualunque siano le vostre aspettative, la nostra guida completa restringe le opzioni per darvi uno spunto utile. Abbiamo evidenziato i vantaggi e gli svantaggi di ogni fotocamera che vi proponiamo. Nella scheda approfondito trovate anche dei link diretti alle migliori offerte disponibili al momento su ciascun modello.

Buona lettura!

Le migliori fotocamere del 2024 in breve

Se avete poco tempo e volete fare una veloce carrellata dei modelli presenti nella guida qui sotto trovate delle schede sintetiche. Per approfondire vi basta cliccare su "Continua a leggere" in modo da passare alla scheda completa con tanto di link alla recensione.

Le migliori fotocamere del 2024

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Qui di seguito troverete una descrizione completa di ciascuna delle migliori fotocamere della nostra guida.

La migliore fotocamera per uso generico

Le migliori fotocamere del 2023

(Image credit: Future)
La full-frame tuttofare per eccellenza

Specifiche

Sensore: Full-frame
Megapixel: 33MP
Autofocus: 759-punti AF
Display: touchscreen 3-pollici vari-angle, 1,037 punti
Raffica: 10fps
Video: 4K a 60p
Livello utente: Enthusiast

Pro

+
Sensore da 33MP
+
Autofocus eccellente

Contro

-
Costosa
-
Video 4K pesantemente corppati
-
Menù poco intuitivo
Compratela se:

✅ Avete bisogno di una fotocamera tuttofare per foto e video: Ci sono fotocamere specializzate migliori in circolazione, ma come tuttofare la A7 IV è la migliore mirrorless che si possa acquistare oggi.

✅ Venite da una Sony A7 III: La A7 IV batte la A7 III nelle specifiche più importanti ovvero risoluzione, autofocus, versatilità e riprese video. 

Non compratela se:

Fotografate prevalentemente sport e azione: Sebbene la Sony A7 IV non sia affatto lenta, ci sono fotocamere migliori per sport e faunistica.

❌ Volete risparmiare: ci sono ottime fotocamere a prezzi inferiori, quindi se non volete a tutti i costi il top potete optare per un modello specialistico e risparmiare parecchio.

Sony A7 III è stata a lungo la nostra full frame preferita ma l'azienda giapponese è riuscita a superarsi, proponendo un aggiornamento ben riuscito che continua la serie con la sigla A7 IV. L'incremento di prezzo pone questo modello in un segmento più alto rispetto alla precedente A7 III. Del resto le novità ci sono e, anche se il nuovo sensore da 33MP non produce immagini nettamente migliori di quello equipaggiato su A7 III, Sony A7 IV risulta molto più versatile e adatta anche per gli scatti in studio e per i paesaggi.

Il potente processore Bionz XR non delude e la messa a fuoco risulta sempre fulminea ed estremamente precisa. Le riprese 4K, il sistema Eye AF e il supporto per il formato 10-bit rendono A7 IV ottima anche per i video. Di certo non è la fotocamera più facile da usare per i principianti, ne la migliore per i fotografi professionisti, ma A7 IV è senza dubbio la migliore mirrorless full frame tuttofare che potete comprare oggi.

Anche se ci sono rivali validissime come Canon EOS R6 II e Nikon Z6 II, A7 IV si trova al primo posto vista l'ampia scelta di ottiche dedicate di prime e terze parti. Ricordiamo infatti che a differenza di Canon (RF) e Nikon (Z), ci sono molte ottiche Sony (E) prodotte da brand come Sigma, Tamron, Samyiang e via dicendo.

Recensione: Sony A7 IV


La migliore fotocamera per i professionisti

(Image credit: Future)
La migliore per i professionisti

Specifiche

Sensore: Full-frame
Risluzione: 61MP
Mirino: EVF da 9.44m punti
Display: Touchscreen articolato da 3,2 pollici, 2,1 m di punti
Autofocus: 693 PDAF + 425 CDAF
Raffica: 10fps
Video: 8K at 24p
Livello utente: Expert

Pro

+
Eccellente autofocus
+
Impressionante gestione degli ISO
+
EVF ad alta risoluzione

Contro

-
Inevitabilmente costosa
-
Richiede lenti di alta qualità
Compratela se:

✅ Scattate paesaggi, ritratti o fotografie in studio: Con un sensore da 61 MP e un eccellente motore di elaborazione delle immagini la A7R V produce scatti di elevata qualità.

✅ Volete un autofocus velocissimo: L'AF a rilevamento di soggetto AI offre una messa a fuoco automatica affidabilissima in tutti gli scenari.

Don't buy it if:

Non avete un budget elevato per le ottiche: Il sensore da 61 MP non perdona le carenze dell'obiettivo, quindi è necessario disporre di costosi obiettivi professionali di fascia alta per farlo rendere al meglio.

❌ Non vi occorre una risoluzione elevata: Avete davvero bisogno di 61MP? Se la risposta è no, potete risparmiare un bel po' optando per la A7 IV. 

La Sony A7R V prende il posto della A7R IV come fotocamera mirrorless full-frame ad alta risoluzione di Sony. Come abbiamo riscontrato nella nostra recensione, il nuovo modello presenta diversi aggiornamenti interessanti che la rendono una fotocamera professionale più completa ed efficace. Il nuovo sensore da 61 MP e il processore Bionz XR si uniscono per offrire foto straordinariamente dettagliate. La stabilizzazione dell'immagine da otto stop funziona benissimo sia con le foto che con i video. Siamo rimasti colpiti anche dall'efficacia dell'AF con riconoscimento in tempo reale. Non è perfetto, ma in genere è in grado di rilevare un ampio spettro di soggetti e di catturarli in modo nitido.

Da quanto abbiamo visto con la A7R V, pensiamo che il suo livello di dettaglio la renda più adatta al paesaggio e al lavoro in studio. Tenete presente che produce i suoi risultati migliori solo se abbinata a obiettivi di alto livello, il che comporta un investimento elevato che non si spossa con le esigenze di un amatore, motivo per cui la consigliamo ai professionisti. 

La A7R IV offre la stessa risoluzione, ma riteniamo che la A7R V sia complessivamente migliore, soprattutto grazie a un EVF più nitido che cambia completamente l'esperienza di scatto. Detto questo, se non avete bisogno di così tanti pixel, vi consigliamo di considerare altri modelli.

Recensione: Sony A7R V


La migliore fotocamera per iniziare

Le migliori fotocamere del 2023

(Image credit: Future)
La migliore fotocamera per iniziare

Specifiche

Sensore: APS-C
Risolzuione: 24.2MP
Mirino: 2,360K punti
Display: 2.95 pollici touchscreen articolato, 1,040K punti
AF: 651-area AF
Raffica: 15fps (meccanico), 25fps (elettronico)
Video: 4K a 60p
Livello utente: Principiante

Pro

+
Compatta e leggera
+
AF moderno e affidabile

Contro

-
Niente stabilizzatore integrato
-
Video 4K/60p ritagliati
Compratela se:

✅ Siete alla della vostra prima fotocamera: La potenza e l'usabilità dell'autofocus della EOS R10 la pongono al primo posto tra le fotocamere per iniziare.

✅ Avete bisogno di una fotocamera sportiva o familiare a prezzi accessibili: Sebbene si possa definire una fotocamera di fascia media, la velocità di scatto a raffica e l'autofocus della EOS R10 vi permetteranno di fotografare facilmente soggetti in movimento anche se non avete esperienza.

Non compratela se:

Volete investire sugli obiettivi nativi: Al momento, la principale debolezza di EOS R10 è la mancanza di obiettivi nativi.

❌ Vi occupate principalmente di riprese video: Non c'è un jack per le cuffie per il monitoraggio dell'audio, né una stabilizzazione dell'immagine interna al corpo macchina, il che rende la EOS R10 inadatta al vlogging.

Pur non essendo la soluzione più economica per iniziare, Canon EOS R10 è sicuramente la migliore fotocamera entry level sul mercato.

Come erede spirituale delle reflex Canon di fascia media, la EOS R10 ha due punti di forza che spiccano sul resto: l'impressionante autofocus con inseguimento del soggetto e la raffica da 15fps, mai vista prima su un modello in questa fascia di prezzo.

Entrambe le caratteristiche si combinano perfettamente rendendo EOS R10 una piccola fotocamera versatile che va bene per tutti i soggetti, dai ritratti agli animali domestici ai bambini che corrono. 

Durante i nostri test di messa a fuoco automatica, condotti su gatti, cervi e via dicendo, EOS R10 ha individuato e seguito molto bene gli occhi del soggetto, con le raffiche da 15 fps che hanno prodotto una discreta percentuale di scatti ben a fuoco.

Pur non essendo una fotocamera super scompatta, EOS R10 è molto leggera (429 g) e ha un'impugnatura profonda che la rende ben bilanciata con tutti i tipi di obiettivi. 

Purtroppo non ci sono ancora molti obiettivi nativi (solo due al momento in cui scriviamo) e manca lo stabilizzatore d'immagine integrato nel corpo macchina. Tuttavia, se si è disposti ad acquistare un corredo nuovo di pacca, gli obiettivi RF full-frame funzionano bene anche con il sensore APS-C di R10. In alternativa, con un adattatore, potete utilizzare praticamente tutti gli obiettivi  EF.


La migliore fotocamera APS-C

The Fujifilm X-T5 camera sitting on a wall

(Image credit: Fujifilm)
La migliore fotocamera APS-C per gli appassionati

Specifiche

Sensore: APS-C
Risoluzione: 40.2MP
Mirino: 3,690K punti
Display: 3.0-pollici tilt-angle touchscreen, 1,840K punti
Autofocus: 425 punti AF
Raffica massima: 15fps (otturatore meccanico), 20fps (otturatore elettronico)
Video: 6.2K/30p
Livello utente: Avanzato

Pro

+
Impressionante sensore APS-C
+
Ha un aspetto perfetto
+
Più economica delle rivali full-frame

Contro

-
Non è veloce come la X-H2S
-
Nessuna modalità video 4K/120p
-
Autofocus in ritardo rispetto ai migliori
Compratela se:

✅ Volete una fotocamera leggera incentrata sulla fotografia: L'attenzione della X-T5 per la fotografia, a scapito della sua natura di fotocamera ibrida tuttofare, la rende una fotocamera pura ideale per chi non è interessato ai video.

✅ Avete una X-T3 (o da una fotocamera X-T più vecchia): Se avete una X-T e stavate aspettando un modello che combinasse la stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina, una messa a fuoco automatica superiore, una migliore durata della batteria e una maggiore risoluzione, la X-T5 è la Fuji giusta per voi.

Non compratela se:

Scattate soprattutto in situazioni di scarsa illuminazione: Se passate la maggior parte del tempo a fotografare eventi al chiuso o musica dal vivo, una fotocamera APS-C ad alta risoluzione come la X-T5 non è la scelta giusta.

❌ Siete abbastanza soddisfatti della vostra Fujifilm X-T4: A meno che non abbiate vi serva un po' di risoluzione extra, probabilmente fareste meglio a rimanere con la vostra X-T4 e a investire su uno dei nuovi obiettivi Fuji.

Se siete alla ricerca di una fotocamera ibrida tuttofare, dovreste guardare altrove.

Sebbene la Fujifilm X-T5 sia in grado di registrare splendidi filmati in 6,2K, il suo focus principale è la fotografia, ed è qui che eccelle. Utilizzando lo stesso sensore APS-C da 40,2 MP e lo stesso X-Processor 5 della Fujifilm X-H2, questa fotocamera offre immagini di qualità eccellente. Se state passando da un modello precedente di X-T, noterete anche i vantaggi della stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina, della durata superiore della batteria e dell'ultimo autofocus a rilevamento di soggetto di Fujifilm, anche se quest'ultimo non può competere con gli i sistemi AF Sony e Canon.

Il formato compatto ricorda molto quello della X-T1 rendendo la X-T5 una fotocamera perfetta da usare a mano libera. Anche i comandi sono palesemente incentrati sulla fotografia, con ghiere dedicate per ISO, velocità dell'otturatore ed esposizione, oltre a un touchscreen inclinabile in tre direzioni che funziona alla grande. Certo, il sensore APS-C limita le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione e il buffer limitato non è l'ideale per gli amanti dell'azione. Tuttavia, il connubio tra prestazioni e formato compatto rende la X-T5 la nostra fotocamera mirrorless APS-C preferita per gli hobbisti.

Recensione: Fujifilm X-T5


La migliore fotocamera micro quattro terzi

(Image credit: Future)
Una brillante tuttofare per chi non ha bisogno del full-frame

Specifiche

Sensore: Micro quattro terzi
Risoluzione: 20.4MP
Mirino: 5,760K punti
Display: 3.0 pollici touchscreen tilt angle, 1,620K punti
Autofocus: 1,053 punti AF
Raffica: 10fps (otturatore meccanico), 120fps (otturatore elettronico)
Video: 4K / 60p
Livello utente: Intermedio/Professionista

Pro

+
Sensore stacked
+
Stabilizzazione validissima
+
Modalità AI efficaci

Contro

-
Solo 20MP
-
Controlli un po' confusi
Compratela se:

✅ Siete fotografi d'azione che cercano il miglior rapporto qualità/prezzo: Sensore impilato con AF Quad-Pixel, AF a rilevamento esteso del soggetto, formato MFT adatto alla fotografia naturalistica. Serve altro a questo prezzo?

✅ Cercate un kit leggerot: Un sistema full-frame con specifiche simili pesa, occupa e costa il doppio.

Non compratela se:

Vi serve una risoluzione elevata: Al giorno d'oggi 20Mp sono un po' pochi.

❌ Volete il massimo della qualità sullo scatto singolo: Le soluzioni di calcolo multi-scatto della OM-1 sono buone per scenari specifici, ma non possono essere utilizzate per tutto.

Non tutti hanno bisogno di una fotocamera full-frame e, come la Fujifilm X-H2, la OM System OM-1 sfrutta i vantaggi del suo sensore più piccolo per creare un'alternativa convincente e accessibile a coloro che hanno come priorità la compattezza, la versatilità e il piacere d'uso. Grazie al nuovo sensore Micro Quattro Terzi stacked, il primo del suo genere, e all'ottimo processore TruePix X, la OM-1 si è comportata in modo eccellente nella maggior parte dei nostri test. Semplicemente, è una delle fotocamere più divertenti che abbiamo provato quest'anno.

La OM-1 si comporta bene fino a ISO 1600 e ha una riduzione del rumore leggermente meno aggressiva rispetto ai modelli precedenti. Anche le modalità AI sono le migliori che si possano trovare (fatta eccezione per gli smartphone), con funzioni come HIgh Res Shot, Live ND e Focus Stacking in-camera che fanno miracoli per compensare il sensore più piccolo. Il lato negativo è che il tracking dell'autofocus non è all'altezza di Canon o Sony e i controlli possono essere un po' complicati. Inoltre, la risoluzione di 20 MP non è sufficiente per tutti, quindi tenete bene presente che a fronte di un'ottima ergonomia e di eccellenti funzioni di scatto, se stampate spesso le vostre foto o siete soliti ritagliarle gli scatti, potreste risentire della risoluzione limitata. 

Recensione: OM System OM-1


La migliore fotocamera per gli utenti Canon

Le migliori fotocamere del 2023

(Image credit: Future)
Un'affidabile mirrorless ibrida per i fan di Canon

Specifiche

Sensore: Full-frame
Risoluzioine: 24.2MP
Mirino: 3,690K punti
Display: 3.0-pollici vari-angle touchscreen, 1,620K punti
Messa a fuoco automatica: 4,897-punti AF
Raffica: 12fps (otturatore meccanico), 40fps (elettronico)
Video: 4K at 60p
Livello utente: Appassionato

Pro

+
AF eccellente
+
Ottima tenuta a alti ISO

Contro

-
Prezzo
-
L'IBIS non basta per i video
Compratela se:

✅ Desiderate la R5 ma non potete permettervela: C'è poco da fare, la R5 è il sogno nascosto di qualsiasi fotografo Canon. Tuttavia, non tutti hanno bisogno di un sensore da 45MP o di capacità video 8K.

✅ Volete scattare foto di qualità: La R6 II se la cava bene anche con i video, ma l'ambito fotografico è il suo terreno di gioco preferito.

Non compratela se:

Volete più risoluzione: Il sensore da 24 MP della R6 produce ottime immagini, ma i fotografi di paesaggi in particolare potrebbero desiderare una risoluzione più elevata. 

❌ Siete attenti al budget: È difficile giustificare il costo della EOS R6 II quando si possono trovare ottime fotocamere mirrorless full-frame da oltre 40 MP allo stesso prezzo.

Canon EOS R6 II riesce migliorare le già ottime prestazioni della R6 originale, uno dei modelli consumer più popolari tra le mirrorless dell'azienda. La raffica, l'autofocus e la tenuto a alti ISO rimangono eccellenti ma la risoluzione aumenta, passando da 20MP a 24MP.

Lo stabilizzatore d'immagine interno (IBIS) garantisce fino a 8 stop ma non si dimostra all'altezza in alcune situazioni e il prezzo di vendita rimane stellare per una fotocamera ibrida di questa fascia. Ciononostante, se accoppiata con ottiche RF, la Canon EOS R6 II è una delle migliori fotocamere tuttofare che potete acquistare. 

Recensione: Canon EOS R6 II


La migliore fotocamera per utenti Nikon

Le migliori fotocamere del 2023

(Image credit: Future)
Equilibrata, potente e maneggevole

Specifiche

Categoria: Mirrorless
Sensore: Full frame
Risoluzione: 24.5MP
Mirino: 3.690.000 punti
Schermo: * touchscreen inclinabile da 3,2 pollici, 2.100.000 punti
Autofocus: AF ibrido a 273 punti
Velocità massima raffica: 14 fps
Video: 4K a 30p
Livello utente: intermedio / esperto

Pro

+
Eccellente qualità dell'immagine
+