Android 13 beta: poche novità, ma ce n'è una che ci piace molto

Google Pixel 7 with foliage behind
(Immagine:: Future / Philip Berne)

La seconda beta di Android 13 (QPR2) è disponibile per alcuni smartphone della gamma Pixel, con l'aggiunta di nuove funzioni sperimentali e di alcune emoji.

Guardando le note di rilascio ufficiali, si potrebbe pensare che non sia altro che una patch per correggere problemi minori, come un difetto dell'interfaccia utente che "causava la mancata risposta della schermata Home". 

Ma il noto esperto di Android Mashaal Rahman è riuscito ad analizzare l'intera beta riportando gli aggiornamenti in un lungo thread pubblicato su Twitter (Si apre in una nuova scheda). C'è una funzione in particolare che ha entusiasmato lui e altri osservatori Android (noi compresi): la possibilità di creare icone monocromatiche per le app che riflettono il tema Material You sui telefoni Pixel. In questo modo, tutto avrà un aspetto uniforme.

Secondo Rahman, la funzione è disabilitata per impostazione predefinita, quindi gli utenti beta dovranno andare nelle impostazioni del telefono e attivare ENABLE_FORCED_MONO_ICON (molto probabilmente si tratta di un nome provvisorio). Una volta attivata, tutte le app che supportano la funzione, comprese le prime e quelle di terze parti come Netflix, passeranno all'aspetto monocromatico.

Altri report (Si apre in una nuova scheda) affermano che, in ultima analisi, il supporto della funzione dipende totalmente da chi sviluppa le app. Questo potrebbe porre "i possessori di Pixel in una situazione ambigua" provocando una disomogeneità tra i colori delle icone presenti nel launcher.

Altre novità

L'unica altra novità degna di nota della beta è un menu di condivisione dello schermo per condividere o registrare un'app. Questo include una nuova interfaccia scorrevole in cima a un elenco di app che sembrano funzionare con lo strumento di condivisione dello schermo.

Per quanto riguarda il resto delle modifiche, sembra che si tratti solo di versioni aggiornate di funzioni già viste nella beta. Rahman ha scoperto una nuova libreria condivisa nei file della beta chiamata "aoc_audio_stereo_spatializer" che, secondo lui, si riferisce all' "abilitazione dell'audio spaziale sugli altoparlanti stereo del telefono". L'audio spaziale è comparso per la prima volta nella beta di Android 13 QPR2. Sfortunatamente, Google sta ancora giocando a carte coperte e non sappiamo molto sulla reale implementazione di questa funzione.

La nuova beta reintroduce anche la possibilità di controllare i dispositivi smart per la casa dalla schermata di blocco, già prevista nel marzo 2022. La novità di questa volta è che la beta suggerirà di attivare questa funzione se "si tenta di attivare un dispositivo [smart home] dalla schermata di blocco alcune volte".

Come accennato in precedenza, la Beta è disponibile per il download dal programma Android Beta se si possiede uno dei seguenti telefoni Pixel: Pixel 4a, Pixel 5, 5a, Pixel 6, 6 Pro, 6a, Pixel 7 e Pixel 7 Pro

Tenete presente che si tratta di una versione di prova, quindi ha ancora diversi bug. Sul subreddit Android Beta trovate un elenco di tutti i problemi che gli utenti hanno riscontrato dopo aver scaricato QPE2 Beta 2, dalle icone che non diventano monocromatiche all'app Messaggi di Google che non funziona correttamente. Se riscontrate uno di questi problemi, potete segnalarli tramite l'app Feedback.

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.

Con il supporto di