Skip to main content

Recensione Google Pixel 6 Pro

Il primo vero top di gamma Google Pixel

Google Pixel 6 Pro
(Image: © TechRadar)

Il nostro verdetto

Google Pixel 6 Pro è un valido sfidante per i migliori smartphone sul mercato ed è il primo telefono veramente di alto livello dell'azienda. Se volete Android nella sua forma più pura, questo è il telefono da acquistare in questo momento. Inoltre, ha uno schermo bellissimo e una fotocamera superba, e il tutto a un prezzo leggermente inferiore rispetto ai principali concorrenti.

Pro

  • Fotocamera versatile
  • Schermo grande e bello
  • Android 12

Contro

  • Design controverso
  • Memoria limitata
  • Durata della batteria

TechRadar Verdict

Google Pixel 6 Pro è un valido sfidante per i migliori smartphone sul mercato ed è il primo telefono veramente di alto livello dell'azienda. Se volete Android nella sua forma più pura, questo è il telefono da acquistare in questo momento. Inoltre, ha uno schermo bellissimo e una fotocamera superba, e il tutto a un prezzo leggermente inferiore rispetto ai principali concorrenti.

Pros

  • + Fotocamera versatile
  • + Schermo grande e bello
  • + Android 12
  • +

Cons

  • - Design controverso
  • - Memoria limitata
  • - Durata della batteria
  • -

 Recensione in due minuti 

 

Google Pixel 6 Pro è il primo serio tentativo dell'azienda di realizzare un dispositivo di fascia alta in grado di affrontare i migliori smartphone attualmente sul mercato, come il Samsung Galaxy S21 Ultra, OnePlus 9 Pro e iPhone 13 Pro Max.

Lanciata insieme allo standard – e notevolmente più economico – Google Pixel 6, questa nuova variante Pro è progettata per essere la migliore dell'azienda, includendo il nuovo chip Tensor e altri componenti di fascia alta, un'ottima fotocamera e una varietà di altri miglioramenti. 

Il design di Google Pixel 6 Pro è sorprendentemente diverso rispetto al passato, sebbene non sia unico, visto che è lo stesso di Google Pixel 6. L’elemento più evidente è la striscia orizzontale che copre l'intera larghezza del telefono e ospita il suo nuovo e potente array di fotocamere.

È un look che si ama o si odia, e Google ha abbinato il design con alcune audaci scelte di colore, per chi trova noiosi gli altri smartphone. 

La tecnologia di visualizzazione di Google è impressionante, e questo è uno dei migliori display per smartphone che abbiamo mai usato. Offre un'ottima qualità delle immagini, i livelli di luminosità sono eccellenti ed è enorme, ben 6,7 ​​pollici.

Il nuovo chip Tensor all'interno di Pixel 6 Pro è un'altra caratteristica straordinaria. Non è una rivoluzione rispetto ai concorrenti, in termini di potenza, ma è abbastanza da avviare velocemente app e giochi, ed è questo ciò che conta davvero.

La fotocamera del Pixel 6 Pro è un altro punto forte; è un array versatile che consente di catturare un'ampia varietà di soggetti in diversi modi. Il sensore principale è un passo avanti rispetto a quello che abbiamo visto prima da Google, e i nuovi aggiornamenti del software non fanno che migliorare il risultato.

La durata della batteria del Pixel 6 Pro è accettabile: vi accompagnerà per un'intera giornata di uso tipico, ma non molto di più. Ci sono sia la tecnologia di ricarica rapida sia quella wireless, ma non fanno urlare al miracolo. 

Pixel 6 Pro non è il miglior smartphone che si possa comprare in questo momento, ma ci si avvicina molto. Google ha alzato il livello nell'ultimo anno e questo top di gamma Android di nuova generazione ne è la prova lampante. 

Una fotocamera particolarmente potente, uno schermo fantastico e un'ottima esperienza software si sommano a un pacchetto davvero di alto livello. Non offre la migliore autonomia o potenza, ma a parte questi piccoli difetti, Pixel 6 Pro vede finalmente Google prendere il suo posto al tavolo dei migliori produttori di smartphone.

 Google Pixel 6 Pro, disponibilità e prezzo 

Esattamente come Google Pixel 6, nemmeno Google Pixel 6 Pro è distribuito ufficialmente in Italia.

Dovrete cercarlo presso qualche negozio che lo importa, o provare ad acquistarlo presso lo store Google ufficiale di altri paesi europei, come Germania o Francia - dove invece Google lo vende. 

Il prezzo ufficiale per Google Pixel 6 Pro è pari a €899. In termini assoluti è una cifra molto alta, che ne fa uno degli smartphone più costosi in circolazione. Ma in confronto a concorrenti come iPhone 13 Pro Max o Samsung Galaxy S21 Ultra, Google Pixel 6 Pro costa un po’ meno, il che è un’ottima notizia. 

Il prezzo si riferisce alle versioni da 128GB. In teoria esiste anche da 256 e 512GB, ma trovarlo potrebbe essere ancora più complicato. E il prezzo naturalmente sale. 

Al momento lo smartphone è solo prenotabile, comunque: ci si può mettere in lista di attesa per averlo non appena sarà effettivamente disponibile, tra alcune settimane. 

Design

Immagine 1 di 2

Google Pixel 6 Pro review

(Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 2

Google Pixel 6 Pro review

(Image credit: TechRadar)

 

I telefoni Google Pixel 6 hanno un aspetto sorprendentemente diverso dalla maggior parte dei telefoni attuali, con la striscia orizzontale della fotocamera che occupa gran parte della parte posteriore. È l'elemento più notevole del design, qualcosa che sicuramente dividerà le opinioni.

La striscia sporge un po’ dal retro del telefono, il che potrebbe scoraggiare alcune persone, anche se conferisce al telefono un aspetto unico. Significa che il telefono non starà piatto su una scrivania, ma resterà leggermente inclinato, anche se non “traballante” come capita con altri modelli. 

Il telefono è grande, e potreste preferire il Google Pixel 6 standard se state cercando un dispositivo più piccolo. È dotato di un retro in vetro Corning Gorilla Glass Victus, che dovrebbe garantire una buona resistenza ai graffi.

È anche resistente all'acqua e alla polvere con certificazione IP68, quindi dovrebbe essere in grado di sopravvivere facilmente a un’immersione in acqua accidentale, ma non consigliamo di immergere completamente il telefono per un lungo periodo di tempo.

Google Pixel 6 Pro

(Image credit: TechRadar)

 

I suoi bordi curvi assicurano che il telefono stia comodamente in mano, anche se alcuni potrebbero trovarlo un po’ scivoloso: una custodia riduce questo problema.

Sul bordo inferiore del telefono si trova la porta USB-C, affiancata su entrambi i lati da feritoie per altoparlanti. Sul bordo destro del telefono ci sono il pulsante di accensione e i pulsanti del volume.

Le opzioni di colore per Pixel 6 Pro sono Sorta Sunny (giallo e oro), Cloudy White (bianco e grigio) e Stormy Black (nero e grigio). La versione da 256 GB è disponibile solo in Stormy Black.

Il nostro modello era Stormy Black, che è innegabilmente la finitura meno interessante. Ci piace particolarmente il design Sorta Sunny, che lo rende uno degli smartphone più accattivanti del 2021.

Display

 

Il Pixel 6 Pro ha un display QHD+ da 6,7 ​​pollici, che è molto grande. Offre una qualità dell'immagine nitida: la risoluzione di 1440 x 3120 è un notevole passo avanti rispetto al Pixel 5 del 2020 e al suo schermo 1080 x 2340.

È uno dei display più nitidi che abbiamo visto su uno smartphone nel 2021. I suoi 512 pixel per pollice sono una rarità sugli smartphone con display QHD, e l'abbiamo visto battuto solo da telefoni come il Sony Xperia 1 III con il suo schermo 4K.

Lo schermo è in grado di offrire livelli di luminosità impressionanti e non abbiamo avuto difficoltà in pieno sole. Probabilmente vorrete regolare manualmente la luminosità in alcune occasioni, ma abbiamo riscontrato che la luminosità automatica in genere funziona bene.

Il display ha una frequenza di aggiornamento di 120Hz, il che significa che l'immagine sullo schermo si aggiornerà due volte più velocemente rispetto ai telefoni con uno schermo "standard" a 60Hz per un'esperienza più fluida durante i giochi o lo scorrimento dei feed dei social media.

Immagine 1 di 2

Google Pixel 6 Pro review

(Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 2

Google Pixel 6 Pro review

(Image credit: TechRadar)

 

Quest’ultima non è una funzionalità indispensabile per molti, ma ci è piaciuta e contribuisce all'impressionante qualità del display; noterete la differenza se arrivate da un telefono con una frequenza di aggiornamento di 60Hz.

Lo schermo presenta anche il primo scanner di impronte digitali su schermo di Google, anche se nei nostri test lo abbiamo trovato un po' difficile da usare. Il posizionamento è fantastico, ma in alcune occasioni abbiamo dovuto provare più volte per sbloccare il telefono. Ci si abitua dopo un po’, ma in ogni caso c’è anche il riconoscimento facciale (e ovviamente PIN, password e pattern). 

 Fotografia 

Google Pixel 6 Pro

(Image credit: TechRadar)

 

Gli smartphone di Google sono da sempre al top per la qualità fotografica, e il Pixel 6 Pro (insieme a Pixel 6) parte con una marcia in più grazie al nuovo sensore principale da 50MP, cui si aggiungono una seconda fotocamera da 12 megapixel e un ultrawide 48MP con teleobiettivo.

L'azienda ha creato una potente configurazione della fotocamera, molto più versatile rispetto ai precedenti telefoni Pixel, con più opzioni.

Il software è un altro punto forte, qualcosa che non troveretesu nessun altro telefono, anche Google potrebbe portare almeno alcune funzioni anche sui Pixel precedenti. 

La fotocamera principale da 50 MP, che ha un'apertura f/1,9 e pixel da 1,2 µm, è la fotocamera che probabilmente si userà di più. È in grado di scattare foto ad alta risoluzione con buoni dettagli e colori realistici.

È un'impressionante fotocamera point-and-shoot e ha fornito ottimi risultati in una varietà di scenari.

Ritroviamo Night Sight, la modalità notturna che consente di ottenere buone immagini con scarsa illuminazione. Funziona bene ma bisogna tenere ben ferma la fotocamera per avere un risultato ottimale. 

Il teleobiettivo offre zoom ottico fino a 4x, e nei test abbiamo scoperto che crea immagini dettagliate di soggetti distanti. Anche in questo caso dovrete tenere il telefono fermo per ottenere i migliori risultati, ma è sempre così con lo zoom. 

Immagine 1 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

Ultra grandangolare (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

Sensore principale (Image credit: TechRadar)
Immagine 3 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

2x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 4 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

4x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 5 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

20x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 6 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

Ultra grandangolare (Image credit: TechRadar)
Immagine 7 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

Sensore principale (Image credit: TechRadar)
Immagine 8 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

2x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 9 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

4x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 10 di 10

Google Pixel 6 Pro camera samples

20x zoom (Image credit: TechRadar)

 

Se serve uno zoom maggiore, c'è anche lo zoom digitale 20x, ma la qualità dell'immagine diminuisce parecchio. Lo zoom non è superiore rispetto ad altri smartphone di fascia alta, ma è adatto per la maggior parte delle attività.

La fotocamera ultrawide offre un campo visivo di 114 gradi, per quando si vogliono inquadrare più persone o una scena più ampia. Anche questa fotocamera ha prodotto buoni risultati, ma come previsto la qualità dell'immagine non è all’altezza della fotocamera principale.

Immagine 1 di 2

Google Pixel 6 Pro camera samples

Sensore principale 50MP (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 2

Google Pixel 6 Pro camera samples

Ultra grandangolare 12MP (Image credit: TechRadar)

 

A meno che non si voglia uno scatto particolarmente ampio, meglio a utilizzare la fotocamera principale.

Sulla parte anteriore del telefono troviamo una fotocamera selfie da 11,1 MP con apertura f/2.2. Abbiamo ottenuto ritratti di buona qualità, anche per le videochiamate, e tonalità naturali della pelle. La fotocamera anteriore può registrare video 4K, ed è più che adeguata per i social media e altri utilizzi. 

Immagine 1 di 3

Google Pixel 6 Pro camera samples

Modalità ritratto (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 3

Google Pixel 6 Pro camera samples

Fotocamera frontale da 11.1MP (Image credit: TechRadar)
Immagine 3 di 3

Google Pixel 6 Pro camera samples

Modalità ultragrandangolare su fotocamera frontale (Image credit: TechRadar)

 

La modalità Motion è una novità, ed è progettata per scattare foto a lunga esposizione e per creare  immagini sfocate in modo creativo di soggetti in movimento. Un'aggiunta interessante che potreste trovare utile in alcuni scenari specifici. Sicuramente è divertente.

Real Tone, secondo Google, consente di catturare tonalità della pelle più naturali nelle foto di persone di colore. Google ha collaborato con un certo numero di fotografi per trovare modi per rendere i toni della pelle più scuri in modo più accurato.

Magic Eraser, accessibile dalla Galleria, è progettato per rimuovere i soggetti indesiderati dalle fotografi, dopo che le avete scattate. Ecco un esempio di ciò che siamo stati in grado di fare:

Immagine 1 di 2

Google Pixel 6 Pro camera samples

Immagine originale (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 2

Google Pixel 6 Pro camera samples

I soggetti rimossi si vedono nella parte inferiore dell'immagine (Image credit: TechRadar)

 

Non è un risultato perfetto, e non ci si può aspettare che funzioni sempre, ma può aiutare a pulire le fotografie. 

Le novità software rappresentano, nel Pixel 6 Pro, un notevole valore aggiunto, insieme alla nuova app Fotocamera e, naturalmente, i nuovi sensori. 

Foto di esempio

Immagine 1 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 3 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 4 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

Main camera (Image credit: TechRadar)
Immagine 5 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

2x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 6 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

4x zoom (Image credit: TechRadar)
Immagine 7 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 8 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 9 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 10 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 11 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)
Immagine 12 di 12

Google Pixel 6 Pro camera samples

(Image credit: TechRadar)

 Prestazioni e specifiche 

 

Il Pixel 6 Pro è il primo telefono dell'azienda a usare il processore di Google anziché un chip Snapdragon di Qualcomm. Il chip qui si chiama Google Tensor.

Il pensiero alla base di Tensor è che un processore progettato e costruito da Google stessa può essere ottimizzato meglio per funzionare con l'hardware e il software del telefono dell'azienda, per una migliore esperienza a tutto tondo. La buona notizia è che il chip è molto potente, anche se non il più potente sul mercato.

Pixel 6 Pro ha restituito un punteggio multi-core medio in Geekbench 5 di 2760. È indietro rispetto ai 3440 punti del Samsung Galaxy S21 Ultra, 3685 del OnePlus 9 Pro e ai 4549 dell'iPhone 13 Pro Max. 

Il benchmarking tuttavia non riflette necessariamente l'uso nel mondo reale. Il telefono è stato in grado di eseguire tutte le app e i giochi che volevamo. Pixe 6 Pro è sempre fluido e reattivo come qualsiasi altro top di gamma moderno. 

Non fatevi ingannare dai punteggi benchmark; il Google Pixel 6 Pro è un telefono potente e il chip Tensor non è una cattiva scelta.

Quanto alla memoria, purtroppo potreste faticare a trovare le versioni da 256 o 512GB. Non conosciamo i piani di Google a riguardo, e per ora il Pixel 6 Pro da 512GB sarà distribuito solo in Australia e in poche altre aree. Non esiste, almeno per ora, una versione da 1 TB. Peccato. 

Non c'è nemmeno il supporto per microSD, il che non è una sorpresa, ma avrebbe mitigato il problema di archiviazione.

Il Pixel 6 Pro è uno smartphone 5G, quindi sarete in grado di connettervi alle reti di nuova generazione con questo smartphone, copertura e piano permettendo. Le cose sono un po' complicate se passate molto tempo negli Stati Uniti, dove bisognerà scegliere tra un Pixel 6 con 5G Sub-6 o uno con mmWave - a seconda degli operatori. Altrove nel mondo, non avrete alcun problema. 

Software

 

Pixel 6 Pro e Pixel 6 nascono con Android 12. Questo smartphone è l’ideale per  provare la versione più recente e migliore del software di Google.

Con il suo splendido display, Pixel 6 Pro è la vetrina perfetta per la nuova funzionalità Material You di Android 12, ed è uno dei veri punti salienti di questo smartphone.

Material You consente di scegliere lo sfondo per il dispositivo, dopodiché cambierà l’intera tavolozza cromatica, con effetti fino i singoli menu.  Ad esempio, le Impostazioni rapide nella parte superiore del telefono assumeranno una sfumatura gialla sullo sfondo. È un aggiornamento che consente di personalizzare lo smartphone in modo nuovo, per un'esperienza più personalizzata.

Android 12 funziona bene su Pixel 6 Pro, come ci si aspetterebbe. Google ha anche confermato che il telefono riceverà tre aggiornamenti software completi, quindi Android 13, Android 14 e Android 15. Almeno. 

Otterrà anche un minimo di cinque anni di aggiornamenti di sicurezza, quindi pieno supporto fino alla fine del 2026 almeno. 

 Batteria  Battery life

Google Pixel 6 Pro

(Image credit: TechRadar)

 

La durata della batteria è uno degli elementi più deboli del Pixel 6 Pro, anche se non tanto da scongliarne l’acquisto. Con un uso standard può durare un’intera giornata, ma se l’uso è molto intenso potrebbe durare meno. 

Siamo arrivati a fine giornata con circa il 10% di carica residua alla fine della giornata. Questo non è il tipo di telefono che durerà più giorni, a meno di utilizzi davvero molto leggeri (improbabili da parte di chi compra un top di gamma). 

Diversamente, se si usa molto lo smartphone, ad esempio utilizzando le funzionalità GPS o girando molti video, potrebbe rendersi necessario ricaricarlo prima della fine della giornata.

La capacità della batteria è di 4.905 mAh, che sembra adatta per uno smartphone di queste dimensioni. Google dice anche che si possono guadagnare 48 ore di utilizzo usando la sua modalità Extreme Battery Saver. Dobbiamo ancora testarlo e non pensiamo che sarete in grado di fare molto con lo smartphone in quella modalità, ma probabilmente tornerà utile in caso di emergenza.

C'è la ricarica rapida, anche se non è così veloce come con altri telefoni Android. Il massimo è di 30 W, che può caricare da zero al 50% in circa 30 minuti. Nei nostri test, abbiamo scoperto che un caricabatterie da 30 W era in grado di portare il telefono da zero al 20% in 15 minuti e al 40% in 30 minuti.

Se volete la carica veloce dovrete prendere un caricatore che la supporti, perché nella scatola non ce ne sono. 

La ricarica wireless è supportata fino a 23 W e, sebbene non siamo stati in grado di raggiungere quella velocità durante i nostri test, se avete un pad di ricarica compatibile dovreste di essere in grado di caricare completamente il telefono in circa un'ora e mezza.

 Google Pixel 6 Pro, ne vale la pena?  

A Pixel 6 Pro in Cloudy White, beside someone on a seat

(Image credit: Google)

 Compralo se...  

Vuoi una fotocamera fantastica

Il Pixel 6 Pro è dotato di un'ottima fotocamera posteriore, che abbiamo trovato utile in una varietà di scenari. Il suo sensore principale è fantastico, il teleobiettivo è potente e ci sono anche nuove entusiasmanti funzionalità software.

 

Hai bisogno di uno schermo grande e bello

Google Pixel 6 Pro ha uno dei migliori schermi in circolazione. Offre un'immagine luminosa e brillante, qualunque cosa stiate facendo. Per molti e per alcuni potrebbe essere una ragione sufficiente per acquistare questo telefono.

 

Vuoi l'esperienza Android più pura 

Android 12 dà il meglio di sé su Google Pixel 6 Pro e consigliamo vivamente questo telefono a chiunque desideri l'esperienza Android più pura sul mercato. È probabile che i futuri aggiornamenti manterranno alto il livello

 Non comprarlo se...  

 

Vuoi un telefono piccolo

Google Pixel 6 Pro è un telefono estremamente grande e, sebbene non sia grande come i più grandi telefoni Samsung o Apple, è difficile tenerlo in mano se avere le mani più piccole. Se desideri un dispositivo più piccolo, cerca Google Pixel 6 o uno degli altri migliori telefoni Android.

 

Hai bisogno di molto spazio di archiviazione

Google Pixel 6 Pro è “disponibile” solo nelle varianti di archiviazione da 128 GB o 256 GB e non è disponibile il supporto microSD. La maggior parte sarà felice con la variante più grande qui, ma se prevedi di aver bisogno di più spazio di archiviazione, dovresti cercare altrove.

 

Vuoi il miglior scanner di impronte digitali nello schermo

Il sensore di impronte digitali sotto lo schermo di Google Pixel 6 Pro non è il peggiore che abbiamo mai usato, ma non è nemmeno il migliore. Se volete sbloccare il tuo telefono in modo rapido e affidabile con le impronte digitali, questo non è il telefono adatto.

First reviewed: October 2021

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di TechRadar Italia.