Skip to main content

AMD ha registrato un fatturato record nel primo trimestre del 2020

AMD fatturato record
(Image credit: marketwatch)

In un periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria di coronavirus, AMD ha fatto registrare ricavi record: nel primo trimestre del 2020 la società ha incassato $1,79 miliardi, che corrisponde a un aumento del 40% su base annua, ma anche a un calo del 16% rispetto al trimestre precedente. 

AMD è riuscita a ottenere questi risultati soprattutto grazie alla grande mole di vendite dei nuovi processori per portatili appartenenti alla serie Ryzen 4000, in un settore come quello mobile che rappresenta oltre i due terzi dell’intero mercato consumer. Il guadagno lordo di AMD è aumentato del 46% (il punteggio più alto degli ultimi otto anni), sancendo il dodicesimo trimestre consecutivo di crescita per l’azienda. 

Come ci si poteva attendere, il settore che ha portato i frutti maggiori alla società di Santa Clara è quello dell’hardware PC, comprendente processori e schede video. Il giro d’affari riguardante questo segmento è stato di 1,44 miliardi di dollari, con un aumento del 73% su base annua e una diminuzione del 13% rispetto al trimestre precedente. Secondo AMD, il calo è stato causato dalla vendita di GPU a prezzi inferiori a quelli medi di mercato, per via del gran numero di varianti di una stessa scheda che sono in circolazione.

AMD e il mercato ai tempi del coronavirus

A differenza di molte altre aziende che hanno dovuto fare i conti con problemi non indifferenti, AMD continua ad essere una delle società di maggior successo dal punto di vista dei ricavi; tuttavia l’azienda riconosce una certa ambivalenza della domanda di mercato in questo periodo segnato dall’emergenza sanitaria.

Lisa Su, amministratore delegato di AMD, ha notato che il mercato in Cina ha fatto molta fatica nell’ultimo periodo, per via della chiusura di diversi negozi di vendita al dettaglio, ma ha osservato che "la domanda di hardware PC nel resto del mondo è stata forte, compensando il venir meno della Cina. Le entrate derivanti dalle vendite di processori consumer sono cresciute in modo significativo di anno in anno a causa della forte domanda di CPU Ryzen, le cui spedizioni in tutto il mondo sono state oggetto di aumenti percentuali in doppia cifra. Di conseguenza, dichiariamo di aver guadagnato nuove quote di mercato per il decimo trimestre consecutivo."

"Sebbene gli indicatori della domanda nei mercati delle infrastrutture commerciali, dell'istruzione e dei data center siano forti, prevediamo una diminuzione di richiesta da parte dei consumatori nella seconda metà dell'anno, a seconda dell'evoluzione delle condizioni macroeconomiche generali". 

"Siamo sulla strada giusta per presentare le nostre nuove CPU Zen 3 e GPU RDNA 2 di prossima generazione alla fine del 2020 e crediamo che questo possa essere un altro anno di forte crescita economica e di espansione aziendale, grazie al nostro ampio ventaglio di prodotti e alla diversità dei mercati che serviamo", ha proseguito Lisa Su.

I numeri del settore Enterprise

Il settore AMD Enterprise, Embedded e Semi-Custom, responsabile sia del server EPYC che dei processori che saranno a bordo delle console di nuova generazione, ha generato un profitto di $1,44 miliardi, con un calo del 21% su base annua. Tuttavia l’impatto negativo è stato ammortizzato dall’aumento delle vendite di processori della serie EPYC Rome.

Infatti AMD ha triplicato le vendite di CPU EPYC rispetto allo scorso anno, grazie alla crescente domanda derivante dal settore cloud in questo periodo storico scombussolato dalla pandemia di coronavirus. 

Lisa Su ha affermato di voler rafforzare ulteriormente la posizione dell’azienda in questo settore di mercato entro il prossimo trimestre. AMD prevede inoltre che le entrate provenienti dalle vendite di hardware semi-personalizzato (ovvero quello presente a bordo delle future console) cresceranno di pari passo con la diffusione di PlayStation 5 e Xbox Series X, il cui lancio è atteso entro la fine del 2020.

AMD ha innalzato il numero delle proprie quote di mercato per il decimo trimestre consecutivo e sembra non volersi fermare qui: la società si appresta a presentare le CPU Zen 3 e le GPU RDNA 2 (che offrono un aumento prestazionale del 50% rispetto alle schede video attuali) entro la fine del 2020, per dare un ulteriore scossone al mercato informatico.

TransferWise: cos’è, come funziona, vantaggi, costi e sicurezza

Fonte: Tom's Hardware