Skip to main content

Xbox Game Pass, presto anche sugli smart TV

Xbox Game Pass per PC
(Image credit: Miguel Lagoa)

Il vostro smart TV potrebbe offrirvi a breve l'accesso a Xbox Game Pass. In attesa dell'E3 2021, Microsoft e Xbox hanno condiviso qualche indizio sul futuro della piattaforma Game Pass, confermando che arriverà presto sui TV nei vostri salotti, senza la necessità di possedere una console Xbox Series X o Xbox Series S.

Un comunicato relativo all'annuncio indica che "Xbox sta lavorando con i produttori TV di tutto il mondo per integrare l'esperienza Xbox direttamente all'interno dei televisori connessi a Internet, senza bisogno di altro hardware, a parte un controller".

Di conseguenza, gli smart TV come quelli proposti da Samsung, LG, Sony, Hisense e TCL potrebbero offrire presto un'app Xbox Game Pass nativa, proprio come quelle di YouTube, Netflix e Disney Plus, consentendo agli utenti di giocare agli oltre 300 titoli della libreria di Game Pass all'interno dalla stessa piattaforma dello smart TV, senza bisogno di una console. Occorrerà sempre un controller Xbox o un gamepad compatibile, ma resta il fatto che potrebbe trattarsi di una vera e propria rivoluzione nel gaming da salotto.

Al momento il Game Pass è il cavallo di battaglia di Xbox. Con centinaia di giochi da provare, titoli first-party che arrivano in libreria al day one e il cloud gaming che inizia a integrarsi nell'offerta del Game Pass Ultimate, il servizio Microsoft in abbonamento mensile è davvero il cuore della piattaforma Xbox di oggi, nonché la minaccia più temibile alla posizione di leader di mercato detenuta da PlayStation.

Ma non è tutto. Liz Hamren, CVP of Gaming Experiences & Platforms, ha dichiarato che Xbox "sta sviluppando anche dei dispositivi di streaming autonomi da collegare al TV o al monitor. Così facendo, a patto di avere una connessione Internet sufficiente, sarà possibile godere dell'esperienza Xbox in streaming". 

Dunque, per chi non possiede uno smart TV o non ha intenzione di comprarlo, sarà possibile acquistare una chiavetta da collegare alla porta HDMI del televisore, per poter accedere all'app Game Pass.

"Ci stiamo muovendo in questa direzione perché Game Pass funziona", afferma Hamren. "Funziona per i consumatori, così come per i publisher. Grazie al Game Pass, i giocatori passano il 20% di tempo in più a giocare. Giocano il 30% in più di generi e il 40% di titoli in più nel complesso, inclusi i giochi al di fuori dell'abbonamento Game Pass. In un sondaggio recenti, abbiamo riscontrato che oltre il 90% degli abbonati afferma di aver giocato a un titolo che non avrebbe provato senza il Game Pass".

Streaming e console: una convivenza possibile?

Phil Spencer, responsabile di Xbox, è assolutamente certo che il futuro delle console Xbox è roseo, ma al contempo sostiene e sottolinea il potenziale del cloud gaming come elemento dirompente nel settore, nonché un'opportunità per rendere la piattaforma Xbox ancora più accessibile.

"C'è ancora posto per console e PC e credo che ci sarà sempre", sostiene Spencer. "Ma tramite il cloud, potremo offrire un'esperienza di gioco solida a chiunque abbia una connessione a Internet, anche sui dispositivi meno costosi e meno performanti in loro possesso. E grazie al cloud, i giocatori possono godersi la stessa esperienza Xbox delle persone dotate di hardware dedicato".

Anche Liz Hamren suggerisce che Xbox è "già al lavoro su nuove piattaforme e hardware, alcune delle quali richiederanno ancora degli anni".

Sembra che al momento abbiamo in vista solo una parte del quadro, ma l'arrivo di Game Pass su smart TV e chiavette per lo streaming, in particolare con l'integrazione del cloud gaming che non richiede hardware dedicato, è senza dubbio una notizia interessante per la community dei gamer e, di sicuro, diventerà un argomento centrale per i produttori di TV negli anni a venire. 

Così come i marchi di TV hanno iniziato lentamente a inserire l'HDMI 2.1 per le console di nuova generazione, adesso potrebbero iniziare ad adottare subito il Game Pass e sfruttarne i vantaggi in termini di attrattività.