Skip to main content

WhatsApp: questo aggiornamento vi farà liberare velocemente un bel po' di memoria

WhatsApp
(Image credit: Shutterstock)

Gli sviluppatori di WhatsApp stanno preparando una serie di nuovi strumenti che vi garantiranno un maggiore controllo sul modo il cui l'app usa la memoria del vostro telefono.

Avevamo già sentito parlare di questa funzione ad Agosto, quando lo staff di WABetaInfo ha scoperto un menu nascosto nei file di installazione dell'app riportante una serie di nuove opzioni per gestire i contenuti multimediali scaricati.

Al momento le opzioni disponibili su WhatsApp per la gestione dei dati e della memoria non sono esattamente il massimo. Si può vedere quanto spazio occupa l'app sul vostro smartphone, e quanto occupano le chat individuali. Per ogni conversazione però c'è solo l'opzione di cancellare tutti i file scaricati, o di lasciarli tutti dove stanno.

Il nuovo menu evidenzierà quali sono i file scaricati più ingombranti (per esempio i video particolarmente lunghi), permettendovi di liberare una parte considerevole della memoria cancellando meno file possibile. Potrete anche scegliere di eliminare i file inoltrati, tenendo invece memorizzate le foto effettivamente scattate dai vostri familiari e amici. Sarà inoltre possibile catalogare i file condivisi in base alla data e alla dimensione.

Come provare la nuova funzione?

Ora che gli esperti di WABetaInfo hanno scoperto che questo nuovo pannello di controllo sta per arrivare nella nuova versione beta di WhatsApp per essere testato, sappiamo che presto la funzione sarà disponibile per tutti.

Se volete essere tra i primi a provarla, dovrete iscrivervi a WhatsApp Beta.

Sfortunatamente al momento questo non è possibile dai dispositivi Apple, ma per farlo da un dispositivo Android sarà sufficiente visitare questa pagina, cliccare sul pulsante Diventa un tester e seguire la procedura indicata. Se l'app di WhatsApp è già installata sul vostro cellulare, questa si aggiornerà alla versione beta automaticamente nel giro di poche ore.

La nuova funzione sta diventando disponibile per i tester, ma si tratta di un processo graduale che potrebbe impiegare un po' di tempo, quindi potrebbe essere necessario portare pazienza per qualche giorno prima di vedere la funzione.