Skip to main content

Nvidia GeForce Now ha potenza da vendere, GPU simile alla RTX 2080 Ti Super

GeForce Now
(Image credit: Nvidia)

Il servizio di streaming GeForce Now di Nvidia è disponibile da poco, ma ci ha già impressionati, grazie a dei benchmark che hanno fornito un'idea della potenza dell'hardware utilizzato per riprodurre da remoto i giochi in streaming.

Come potete immaginare, GeForce Now utilizza le GPU RTX di Nvidia. In base ai risultati di benchmark trapelati tramite l'utente di Twitter TUM_APISAK, GeForce Now utilizza una singola scheda grafica chiamata Nvidia T10-8. Questa scheda non è disponibile per i clienti regolari e sembra essere realizzata sul wafer di silicio TU102, la stessa architettura Turing presente nelle GPU come RTX 2080 Ti Super.

Inoltre viene fornita con 8 GB di vRAM.

Sembra inoltre che gli utenti di GeForce Now abbiano accesso a un altro componente piuttosto unico: un processore Intel CC150 con otto core e 16 thread.

Secondo Wccftech, sembra che GeForce Now stia suddividendo la CPU in due istanze con quattro core ciascuna, dando effettivamente agli utenti di GeForce Now l’accesso a un processore quad-core a 8 thread.

A causa della natura dei servizi di streaming come GeForce Now, Nvidia deve condividere l'hardware con tutti gli utenti che accedono al servizio. La speculazione è che Nvidia potrebbe raggruppare gli utenti che utilizzano giochi semplici e leggeri, e gli utenti che utilizzano giochi più complessi e pesanti per l’hardware, in modo da dividere il carico di lavoro e sfruttarlo in modo intelligente.

Ogni utente ha accesso a 14,3 GB di RAM FPM. Sebbene queste specifiche non possano competere con i migliori notebook o PC desktop da gaming, sono più che sufficienti per eseguire la maggior parte dei giochi a 1080p, che è l'obiettivo a cui Nvidia punta con GeForce Now.

See more

Prestazioni 

I parametri di riferimento condivisi fanno riferimento al gioco Ashes of Singularity e mostrano che l'hardware della GeForce Now riesce a totalizzare 2600 punti, impostando la qualità "Crazy" a una risoluzione di 1080p.

Il frame rate medio è di 27,1 FPS. Non è strabiliante, ma è sufficiente per avviare il gioco in modalità remota e giocarlo. Quando iniziate a utilizzare GeForce Now su dispositivi più vecchi e non abbastanza potenti, che di solito non sarebbero in grado di ottenere quel tipo di risultati, improvvisamente diventa molto più impressionante.

Sulla carta queste specifiche e questi risultati probabilmente non rappresentano una sfida per le console di nuova generazione, ma abbiamo scoperto che GeForce Now è un modo conveniente per portare i giochi più complessi nelle case dei consumatori senza dover acquistare nuovo hardware.

Nvidia potrebbe scegliere di aggiornare l'hardware in futuro per offrire prestazioni ancora migliori, e noi speriamo vivamente che ciò accada. Questo è sicuramente un periodo interessante per i gamer.

Anche se la potenza bruta della PS5 e della Xbox Series X sarà probabilmente superiore, il servizio di streaming GeForce Now potrebbe essere interessante per  convincere quel tipo di giocatori che non vogliono spendere cifre esagerate per un hardware più potente.

Matt Hanson

Senior Computing editor

Matt (Twitter) is TechRadar's Senior Computing editor. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. If you're encountering a problem or need some advice with your PC or Mac, drop him a line on Twitter.