Skip to main content

MacBook Pro da 16 pollici ancora in produzione, data di uscita sconosciuta

MacBook Pro (13-inch, 2019)
(Image credit: Future)

Le previsioni che vedevano il lancio del nuovo MacBook Pro da 16 pollici ad Ottobre si sono ora ovviamente spostate al nuovo anno. Forbes riporta un intervento di Jitesh Ubrani, analista di IDC, a riguardo, che sostiene che la fase di produzione potrebbe essere attualmente in corso.

Ubrani, spiegando che i segni dell’arrivo di questa versione del MacBook Pro sono giá evidenti afferma che “si iniziano a intravedere i primi segni di questo prodotto dalla catena di approvvigionamento. Le tempistiche restano comunque ancora impossibili da prevedere, ovviamente.”

Questo starebbe a indicare che sarebbe effettivamente troppo presto per aspettarsi la presentazione di questo nuovo modello a novembre di quest’anno. Forbes riporta, comunque, che una fonte accreditata in Asia afferma che la produzione stia infatti procedendo.

Tutto questo non farebbe che aggiungere incertezza per quanto riguarda la collocazione temporale dell’uscita effettiva del nuovo MacBook Pro, anche se comunque ormai sembra evidente che il modello sia in arrivo. Un file interno di macOS Catalina 10.15.1 mostra, infatti, quelli che sembrano essere indizi legati ad un nuovo design, qualcosa che effettivamente non era presente nei modelli da 13 e 15 pollici rilasciati nel 2019.

Le possibili cause di questo ritardo 

La ragione principale per la quale il ritardo nel rilascio del MacBook pro da 16 pollici era stato previsto è legata ad alcuni problemi con la tastiera. Problemi che hanno recentemente affetto i recenti modelli del MacBook, legati alla tipologia del meccanismo “a farfalla” usato nei tasti low-profile, apparentemente incline a complicazioni tecniche. Gli ultimi modelli di MacBook Pro mantengono questa tipologia di tastiera, ma alcune indiscrezioni suggeriscono che Apple forse farà ritorno al meccanismo standard “a forbice” per le tastiere dei modelli di prossima uscita.

La transizione tra una tipologia di meccanismo ad un altro potrebbe ragionevolmente aver causato un ritardo.

Ci sono, comunque, altri aspetti che potrebbero star causando questo ritardo. Il rifacimento del design della Touch Bar o il nuovo display potrebbero avere causato un intoppo nella produzione.

Un altro ipotetico fattore che potrebbe essere coinvolto è la disponibilità di CPU. Se Apple sta pianificando di utilizzare i nuovi potenti processori di Intel Comet Lake, la fornitura potrebbe essere un problema per il momento. Intel ha, infatti, recentemente mostrato qualche difficoltà nel produrre le quantità richieste dei suoi processori da 14nm, questa scarsità di CPU potrebbe protrarsi fino al 2020. Se Apple non riesce ad avere accesso ai processori necessari per i nuovi MacBook Pro, l’unica cosa da fare è aspettare. Il passaggio ai processori AMD Zen 2 non sembra un’opzione, in quanto la versione mobile di questi non è ancora stata annunciata.