Skip to main content

iPhone 13 arriverà in ritardo come iPhone 12, ma stavolta sarà una strategia

iPhone 12
iPhone 12 (Image credit: TechRadar)

La serie iPhone 12 è arrivata in ritardo rispetto a quanto previsto: di solito i nuovi iPhone vengono presentati a settembre, ma nel 2020 il lancio è stato posticipato a ottobre.

L'eccezionalità di questo evento è imputabile a cause di forza maggiore indipendenti dalla volontà di Apple, ma non tutto il male viene per nuocere: il ritardo infatti a quanto pare avrebbe giovato all'azienda, che forse vorrà replicare la strategia con il lancio di iPhone 13.

Secondo Counterpoint Research, "la decisione di ritardare il lancio di iPhone 12 ha dato i suoi frutti" da due punti di vista.

Innanzitutto, il ritardo con cui è uscito iPhone 12 ha concesso a iPhone 11 e iPhone SE (2020) più tempo sotto ai riflettori, aumentandone le vendite e dimostrando ai fan Apple la longevità garantita dagli smartphone dell'azienda.

In secondo luogo, il piccolo ritardo ha contribuito nella crescita della domanda per la serie iPhone 12: non a caso infatti Apple ha venduto 41,3 milioni di iPhone nel 2020, solo l'1% in meno rispetto al 2019. Non male come risultato considerando che altre aziende come Samsung e Huawei hanno registrato un calo delle vendite rispettivamente del 12% e del 43%. 

Che dire di iPhone 13?

Il ritardo con cui è uscito iPhone 12 è principalmente imputabile alla pandemia globale di COVID-19, ma non ci aspettiamo che nel mondo della tecnologia il 2021 porti gli stessi effetti collaterali. Quindi, come mai iPhone 13 dovrebbe uscire in un altro momento rispetto alla tabella di marcia abituale?

Le osservazioni di Counterpoint Research non si riferiscono al Covid nello specifico, ma gli analisti prendono gli stessi due fattori principali a supporto della loro tesi: l'entusiasmo e la crescente impazienza dei fan, e l'aumento delle vendite degli iPhone usciti nei mesi precedenti. Non si tratta di conseguenze dirette della pandemia, ma possiamo imputarle al ritardo con cui è uscito iPhone 12.

Se Apple decidesse di presentare iPhone 13 a settembre, iPhone 12 rimarrebbe l'iPhone di punta dell'azienda per un periodo di tempo decisamente troppo limitato, e le vendite sarebbero compromesse.

Vale la pena ricordare che Apple ha comunque tenuto un evento a settembre 2020, in occasione del quale ha presentato iPad 10.2, iPad Air 4, Apple Watch 6 e Apple Watch SE. L'azienda non avrebbe potuto presentare quattro smartphone in aggiunta agli altri dispositivi, perchè ciò non avrebbe garantito a nessuno di questi l'attenzione che meritavano.

Sembra quindi che dilazionare le presentazioni nell'arco di più settimane sia l'unico modo in cui Apple possa presentare un discreto numero di nuovi dispositivi. Ritardare deliberatamente l'uscita di iPhone 13 garantirebbe una maggiore visibilità ai nuovi prodotti, come Apple Watch 7 e il nuovo iPad 2021.

Naturalmente si tratta solo di speculazioni, e al momento è impossibile prevedere con sicurezza come andranno le cose. Non ci resta che aspettare di saperne di più direttamente da Apple, ma questo non avverrà prima di parecchi mesi.

Via 9to5Mac