Skip to main content

Il nuovo Apple iPad Pro potrebbe arrivare fra sei mesi - Ed è già noia

Apple iPad Pro 2020
(Image credit: Apple)

Se avete previsto che Apple rilascerà dei componenti aggiornati e un nuovo iPad Pro il prossimo autunno (probabilmente ottobre), allora potete competere per il titolo di Capitan Ovvio.

Decine e decine di notizie replicano quanto segnalato dall'analista Apple Mark Gurman riguardo al prossimo Apple iPad Pro. E anche noi di TechRadar stiamo seguendo queste indiscrezioni. Tuttavia, l'esito sembra ormai scontato e ci chiediamo se ci sia ancora spazio per eventuali "sorprese".

Reagiamo a ogni leak con un certo interesse, ma forse è un riflesso condizionato, dato che Gurman si basa su fonti attendibili e, di solito, le sue previsioni risultano accurate. Inoltre, in questo caso, sta puntando su una vittoria sicura.

Partiamo dai chip Apple. Gurman prevede che il chip M2, successore dell'Apple M1, arriverà con il nuovo iPad Pro in autunno. L'idea ha senso, d'altronde parliamo dell'M2 già da quando è arrivato l'M1 (ora disponibile anche nelle versioni M1 Pro e M1 Max, nonché M1 Ultra).

Apple avrà inserito il numero 1 dopo la lettera M per un motivo, altrimenti avrebbe semplicemente chiamato il chip Apple M. Invece, la dicitura M1 lascia supporre che arriverà un successore, M2, per l'appunto.

Dopo un po' di tempo tutte le indiscrezioni sembrano mescolarsi. E la notizia che l'M2 non offrirà un aumento estremo di prestazioni rispetto all'M1 (sempre 8 core, ma con un processo a 4 nm più efficiente) non è una rivelazione sconvolgente.

Parlando di iPad Pro, ci sono due previsioni precise. La prima è che Apple inserirà il chip M2 nel nuovo iPad Pro, un'idea più che ragionevole, dato che l'iPad Pro è stato il primo tablet Appe a montare il chip M1.

E di sicuro non vedremo a bordo l'A15 Bionic o l'A16 Bionic che dovremmo vedere su iPhone 14. E se da un lato le serie A e M sono sempre e comunque parte di Apple Silicon, la linea M1 e la prossima M2 sono SoC più potenti e adatte ai tablet della famiglia Pro.

L'altra previsione di Gurman è ancora più scontata, soprattutto se conoscete bene la frequenza con cui Apple annuncia i nuovi prodotti.

L'ultima volta che Apple ha rivisto la linea iPad Pro è stata a ottobre 2018, quando ha presentato la terza generazione, dal look più industriale, durante un evento a Brooklyn, NY (opens in new tab). Questo look adesso è stato adottato da tutti gli iPad, tranne la versione di base, ovvero Apple iPad 9,7 di sesta generazione (una proposta un po' old-school in stile iPhone SE). La prima linea di iPad Pro, invece, è arrivata a novembre 2015.

Ci sono state delle eccezioni, come l'aggiornamento della seconda generazione a giugno 2017, ma nella maggior parte dei casi, iPad Pro arriva in autunno. Dunque la previsione di Gurman circa l'arrivo a ottobre è abbastanza realistica.

Cosa c'è nel menù oggi?

Di recente, le previsioni sui prodotti Apple somigliano alle ordinazioni da un menù di un all-you-can-eat cinese: una funzione dalla colonna A, un'altra dalla B, e così via.

Ogni volta che sentiamo parlare di gadget, ecco che si nomina la ricarica MagSafe (colonna B), come se Apple prendesse le varie funzioni dai rispettivi scomparsi e poi le mettesse insieme per creare una buona combo. Magari lo è pure, ma abbiamo i nostri dubbi.

La funzione dalla colonna A potrebbe essere un display mini LED, già presente nell'iPad Pro da 12,9 pollici, magari portato sui un modello più "economico" come l'iPad Pro da 11".

A chi fa queste predizioni forse piace "vincere facile". Nessuno si azzarda a pensare a un M3 con più core o un iPad Pro da 8 pollici o, ancora, un redesign estremo.

Certo, occorrono informazioni su cui basarsi, come leak di design, domande di brevetto inattese, prototipi dimenticati al bar (opens in new tab). Niente di tutto questo trova riscontro, dunque ci tocca fare le solite previsioni di base.

Quello che resta da chiedersi, dunque, è in che modo Apple proporrà la linea iPad Pro alla fine dell'anno e verso il 2023. Dato che iPad Air (2022) monta un chip M1 con 8 GB di RAM e una coppia di fotocamere da 12 MP, il salto all'iPad Pro da 11" sembra ancora più alto.

Qualunque sarà l'annuncio di Apple a ottobre o novembre, ciò determinerà la strategia per la linea Pro. Un upgrade minore potrebbe indicare la lenta regressione dell'iPad Pro. In quel caso, Apple potenzierà l'Air finché non lo renderà comparabile ai Pro e questo potrebbe portare una gamma più estesa di iPad Air, magari un Apple iPad Air Max da 12,9 pollici (M2, 16 GB di RAM, 2 TB di storage massimo, mini LED, schermo pro-motion e LiDAR).

Il punto è: smettiamo di entusiasmarci per ogni indiscrezione che riguarda Apple. Tutto quello che intercettiamo segue un copione ben definito dall'azienda. E magari speriamo di vedere finalmente qualcuno sul palco dell'Apple Theater proporre qualcosa di REALMENTE interessante.

Marco Doria
Senior editor

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.