Skip to main content

I processori AMD Zen 4 potrebbero battere la concorrenza Intel grazie ai 5 nm

(Image credit: Shutterstock)

AMD sembra destinata a dominare il mercato delle CPU consumer, grazie all’utilizzo del processo a cinque nanometri e alle prestazioni dei suoi futuri chip.

Con i suoi processori Zen 2 e il nodo a 7 nm FinFet di TSMC, AMD ha sottratto una enorme fetta di mercato allo storico rivale, che sta ancora faticando con la produzione di CPU a 10 nm e ha ammesso che non raggiungerà il Team Red e il processo a 7 nm di TSMC fino al 2021.

Sappiamo da tempo che AMD mira a produrre CPU Zen 4 a 5 nm in futuro (Zen 3 è previsto per la fine del 2020 e utilizzerà il processo 7 nm della fonderia di Taiwan), ma ora abbiamo scoperto le presunte prestazioni di suddetti chip, grazie a un articolo su WikiChips.

L'articolo esamina i piani futuri di TSMC, la società che lavora con AMD per la produzione dei processori Ryzen, e suggerisce che "la società ha riportato un miglioramento della densità di 1,84 volte rispetto al proprio nodo a 7 nm. Le nostre stime erano di 1,87 volte".

Come sottolinea PC Gamer, se questi numeri fossero confermati, potrebbe portare a un aumento dell'85% della densità dei transistor rispetto a quella dei chip a 7 nm, un risultato notevole di questi tempi. 

La densità dei transistor è uno degli ingredienti chiave nelle prestazioni complessive di un processore, sicché le soluzioni Zen 4 a 5 nm potrebbero vedere enormi incrementi della loro capacità computazionali ed efficienza energetica, mettendo in crisi le proposte del Team Blue. 

(Image credit: AMD)

Questione di nanometri

Quanto è importante la dimensione dei processori e dei loro transistor? Per farla breve, più piccoli sono i transistor, più se ne possono inserire in un chip, che quindi sarà più potente.

La legge di Moore, ad esempio, affermava che il numero di transistor sarebbe raddoppiato ogni due anni, a fronte di una riduzione dei costi. Per molti decenni, dal 1965 per l'esattezza, questa “legge” è stata rispettata, motivo per cui abbiamo visto i computer (e altri dispositivi come gli smartphone) aumentare drasticamente la potenza, diventando sempre più piccoli e leggeri.

Di recente, tuttavia, la miniaturizzazione è notevolmente rallentata a causa dei problemi di dissipazione del calore; basti pensare alle difficoltà incontrate da Intel con i 10 nm. Questo è ironico poiché Moore era un tempo CEO della società.

Prova Disney+ gratuitamente per 7 giorni. 

Disney+ è finalmente disponibile, potrete guardare i più famosi show a livello mondiale come Star Wars, i film d'animazione Disney o i colossal della Marvel. Al termine della prova gratuita potrete scegliere se abbonarvi per un mese a 7 euro o per un anno a 70 euro.


Come accennato in precedenza, Intel produce processori mobile da 10 nm, tuttavia quelli desktop sono ancora fermi ai 14nm+++. Stando alla roadmap di AMD, potremmo vedere le CPU Zen 4 prima del 2022, e se dovessero effettivamente essere prodotte a 5 nm, Intel potrebbe trovarsi in guai seri.

Senior Computing editor

Matt (Twitter) is TechRadar's Senior Computing editor. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. If you're encountering a problem or need some advice with your PC or Mac, drop him a line on Twitter.