Skip to main content

FreeBuds Pro 2, Huawei è pronta a battere Apple (ma c'è un "ma")

Huawei FreeBuds Pro 2 in blu su un tavolo
(Image credit: TechRadar)

Huawei ha da poco svelato gli auricolari Huawei FreeBuds Pro 2 in occasione dell'evento di lancio di Berlino, annunciandoli come la seconda generazione di auricolari true wireless di punta dell'azienda. Con l'annuncio, anche la promessa di ulteriori migliorie in ambito audio.

Partendo dai buoni risultati degli originali Huawei FreeBuds Pro, arrivati a settembre 2020, il nuovo modello promette una maggiore fedeltà e qualità audio. Già a livello di design, questi auricolari si fanno notare con un colore blu-argento che è una novità nella linea FreeBuds. L'azienda si sarebbe ispirata alle stelle della nostra galassia, dunque Huawei sembra puntare in alto.

Huawei FreeBuds Pro 2 offre un sistema audio noto come "Ultra-hearing True Sound Dual Driver", composto da quattro driver dinamici a magnete con diaframma planare e, grazie alla tecnologia "Triple Adaptive EQ", sembra che gli auricolari possano regolare l'audio in base alla struttura del canale auricolare, al modo in cui vengono indossati e al livello del volume, il tutto in automatico per una personalizzazione del suono in tempo reale. 

  • Il Prime Day 2022 (opens in new tab) si avvicina! Continuate a seguirci per tutte le migliori offerte, anche per i vostri prossimi auricolari true wireless!

Non manca il protocollo codec LDAC realizzato da Sony per una maggiore risoluzione acustica, inoltre gli Huawei FreeBuds Pro 2 sono il frutto della collaborazione a livello progettuale con lo specialista francese Devialet. 

Le promesse includono la cancellazione del rumore attiva avanzata e, considerando l'ottima ANC offerta dal modello precedente, vale la pena tenere d'occhio i FreeBuds Pro 2, soprattutto se siete fan degli auricolari con cancellazione del rumore. L'azienda sostiene che questo nuovo modello incrementerà la profondità media dell'ANC del 15% rispetto agli auricolari precedenti, mentre la tecnologia "Intelligent Dynamic ANC 2.0" identificherà con precisione il campo sonoro esterno, ovvero l'ambiente che circonda l'ascoltatore, selezionando una modalità di cancellazione del rumore adatta allo scenario per garantire un ascolto ottimale, anche a bordo di un aereo. 

La nuova tecnologia Pure Voice degli Huawei FreeBuds Pro 2, pensata per la cancellazione del rumore in chiamata, promette telefonate senza disturbi, grazie al sistema a quattro microfoni che si lega a un algoritmo proprietario per la cancellazione del rumore basata su rete neurale profonda (DNN). Di conseguenza, gli auricolari dovrebbero essere in grado di riconoscere la voce umana, migliorando la cancellazione del rumore, eliminando soprattutto i disturbi provocati dal vento, tipici di quando si è all'aperto.

Fatte queste premesse, c'è un "ma"...


Huawei FreeBuds Pro 2 blue earbuds and case inside a glass display case

Colore blu vivace e auricolari lucidi, ma la qualità audio è all'altezza? (Image credit: TechRadar)

Opinione: le promesse sono ottime, ma non riesco a entusiasmarmi, speriamo di essere in errore

Fra le altre caratteristiche, citiamo la resistenza all'acqua e alla polvere IP54, la connessione immediata fra due dispositivi per la commutazione automatica delle chiamate. La suddetta connettività doppia consente agli utenti di visualizzare gli ultimi 10 dispositivi connessi agli auricolari per passare facilmente da un dispositivo Huawei a un altro, come smartphone, tablet, PC e smartwatch, non che i sistemi smart Android, iOS e Windows.

Però la batteria sembra alquanto ordinaria. Con l'ANC, possiamo aspettarci fino a 4 ore di riproduzione e un totale di 18 ore con la custodia. Disattivando l'ANC, le cose migliorano, con 6,5 ore di ascolto e un totale di 30 ore con la custodia di ricarica, ma non siamo al livello degli Apple AirPods Pro, che è un po' il rivale che Huawei punta a battere.

Silver Frost e Ceramic White, i colori preferiti dai clienti secondo l'azienda, tornano di nuovo, e gli Huawei FreeBuds Pro 2 saranno disponibili a partire dal 6 luglio al prezzo di €199. 

Il fatto è che non abbiamo mai dubitato dell'impegno profuso da Huawei in ambito di cancellazione del rumore, Però, con l'ANC al massimo, la musica sui FreeBuds Pro originali può suonare un po' artefatta, con troppi bassi e alti eccessivamente cristallini. La musica più strutturata presenta buoni livelli di separazione e ampiezza, ma parlando di gamma dinamica, non ci siamo ancora.

Considerando tutti questi aspetti, fatichiamo un po' a esaltarci per questi nuovi auricolari flagship di Huawei, tolti i livelli eccezionali di ANC in un prodotto true wireless. In termini di qualità audio superiore (e un design comparabile) siamo già rimasti colpiti dagli Honor Earbuds 3 Pro con la loro tecnologia unica per i driver e non siamo sicuri se Huawei sarà in grado di fare meglio.

Alla fine, le vere domande da porsi sono: riuscirà finalmente Huawei a stupirci per l'audio? Gli Huawei FreeBuds Pro 2 riusciranno a ritagliarsi un posto fra i migliori auricolari Bluetooth sul mercato? Lo scopriremo presto, in sede di recensione.

Becky Scarrott
Becky Scarrott

Becky is a senior staff writer at TechRadar (which she has been assured refers to expertise rather than age) focusing on all things audio. Before joining the team, she spent three years at What Hi-Fi? testing and reviewing everything from wallet-friendly wireless earbuds to huge high-end sound systems. Prior to gaining her MA in Journalism in 2018, Becky freelanced as an arts critic alongside a 22-year career as a professional dancer and aerialist – any love of dance starts with a love of music. Becky has previously contributed to Stuff, FourFourTwo and The Stage. When not writing, she can still be found throwing shapes in a dance studio, these days with varying degrees of success.  

With contributions from