Skip to main content

Canon vs Nikon: quali sono le migliori fotocamere da comprare oggi?

La battaglia commerciale tra Canon vs Nikon è vecchia di decenni e probabilmente “È meglio Canon o Nikon?” sarà anche la prima domanda che si porrà un neo fotografo che intende di dotarsi di una fotocamera diversa da quella del proprio smartphone.

In ogni caso, da allora il mondo è cambiato. Sony è diventata un concorrente molto importante e non mancano i marchi che possiedono una quota di mercato rilevante, tuttavia i due colossi giapponesi sono ancora tra i nomi più popolari nel mondo della fotografia.

Questo è particolarmente vero per quanto riguarda le reflex, dato che la maggior parte degli altri marchi sembra essersi maggiormente concentrato negli ultimi anni sul settore delle mirrorless. Anche Canon e Nikon hanno mirrorless nelle loro rispettive gamme, ma data la forte eredità in termini di ottiche presenti sul mercato, sono certamente intenzionate a mantenere attivo anche il settore delle reflex.

Dato che l’offerta dei loro modelli è piuttosto vasta scegliere la vostra prima fotocamera, e soprattutto il logo che vi è stampato sopra, potrebbe essere più complicato del previsto.

Acquistare una fotocamera ad obiettivi intercambiabili vi metterà nella posizione di essere legati ad un certo marchio, poiché le ottiche di un sistema (come l’EF-S di Canon, ad esempio) non sono utilizzabili sui corpi macchina di altri brand e a meno di voler cambiare in toto il proprio equipaggiamento per qualche ragione ci si troverà a comprare sempre obiettivi per lo stesso sistema.

Per cercare di aiutarvi nella scelta, abbiamo selezionato alcuni dei modelli di fotocamera più interessanti, mettendoli a confronto per fasce di prezzo. Non è un'impresa facile, dato che le fotocamere non sempre sono direttamente comparabili per prestazioni, funzionalità e prezzo. Per completezza, esamineremo anche l’offerta mirrorless di entrambe i marchi.

Canon vs Nikon: reflex digitali per principianti

In genere consideriamo 600€ come costo massimo per i modelli entry-level e in questa fascia di prezzo esistono molti modelli. Ciò complica la scelta, ma permette anche di cercare quello che maggiormente si adatta alle proprie esigenze. Le aziende oltre ai nuovi modelli tendono a mantenere sul mercato quelli della serie precedente con la logica che è meglio vendere una fotocamera “vecchia” che vedere i propri potenziali clienti andare alla concorrenza per mancanza di offerta a basso costo.

I modelli più anziani tendono anche a essere più soggetti a sconti e offerte, rispetto a quelli più recenti e dato che la tecnologia delle reflex non avanza troppo velocemente, potreste decidere di voler sacrificare qualche novità di poco rilievo in cambio di un notevole taglio sul prezzo.

Le opzioni della fascia più economica che vi proponiamo sono: Nikon D3500 e Canon EOS 250D. La EOS 250D è uno dei modelli economici più potenti realizzati da Canon. Spostandoci verso il basso della scala gerarchica troviamo la EOS 2000D e per ultima, la Canon EOS 4000D.

La EOS 250D è anche il più recente tra i modelli economici, ma la precedente EOS 200D è ancora in vendita ed è anch’essa una opzione valida, a patto di risparmiare molto sull’acquisto del modello più recente.

Immagine 1 di 4

Canon vs Nikon

Canon EOS 4000D (Image credit: Future)
Immagine 2 di 4

Canon vs Nikon

Canon EOS 2000D (Image credit: Future)
Immagine 3 di 4

Canon vs Nikon

Canon EOS 250D (Image credit: Future)
Immagine 4 di 4

Canon vs Nikon

Canon EOS 200D (Image credit: Future)

La Canon EOS 4000D è certamente molto conveniente, ma richiede diversi sacrifici in termini di caratteristiche. Il display è da 2,7” e piuttosto mediocre, mentre il sensore è limitato a 18MP. La cosa peggiore però è l’innesto per obiettivi EF realizzata in materiale plastico. Va bene il risparmio ma è un componente sottoposto a stress, in particolar modo se montate obiettivi lunghi e pesanti, e una riparazione potrebbe costare piuttosto cara per cui non incontra la nostra simpatia.

La Canon EOS 2000D non è troppo diversa, nemmeno nel prezzo, ma la risoluzione sale a 24,1 MP e in generale si ha tra le mani una fotocamera migliore per via dello schermo più grande e definito, del sensore migliore e dell’innesto a baionetta realizzata in alluminio. Entrambe le fotocamere hanno la possibilità di registrare video a 1080p e 30 fps.

Al limite del nostro budget prestabilito, la Canon EOS 250D monta un nuovo sensore da 24,2 MP e il sistema Dual Pixel AF di Canon che permette una messa a fuoco veloce anche durante l’utilizzo del Live View e durante la registrazione di video 4K a 25 fps. In tale ambito la 200D è limitata alle riprese in 1080p a 60 fps. La 250D ha una raffica da 5 fps, che pur non essendo veloce può essere sufficiente per catturare soggetti in movimento. Il pratico touchscreen a inclinazione variabile e l'ultimo motore di elaborazione Digic 8 la rendono una scelta valida per chi vuole imparare a fotografare senza una grossa spesa iniziale.

Nikon ultimamente ha perso un po’ di spinta nel presentare modelli più economici, ma nella sua gamma è presente la D3500, che è attualmente la nostra numero uno nella nostra guida alle migliori reflex digitali per principianti. Inoltre, è ancora possibile acquistare la precedente D3400. Entrambe le fotocamere hanno un sensore da 24,2 MP, un sistema AF a 11 punti e una raffica di 5 fps. Tra le due, la Nikon D3500 possiede una migliore durata della batteria, un'impugnatura più grande e confortevole, e un nuovo sensore.

Nel complesso, all'estremità più economica del mercato non c'è un'enorme differenza tra le offerte dei due produttori. Canon sembra comunque più attiva e offre agli utenti modelli più aggiornati in questa fascia di prezzo. In generale la nostra preferenza va sulla Canon EOS 250D, ma Nikon D3500 è una scelta migliore se volete contenere la spesa iniziale.

Nikon D3500

(Image credit: Future)