Skip to main content

Le migliori fotocamere economiche del 2020

Sony WX220
(Image credit: Future)

Se state cercando una macchina fotografica, forse vi interesserà sapere che molte delle migliori fotocamere economiche sono anche delle ottime macchine in assoluto. Certo, le funzioni migliori e le caratteristiche più interessanti si trovano solo su modelli più costosi e avanzati, ma anche con una fotocamera economica si possono realizzare grandi fotografie. 

Un buon punto di partenza, per esempio, è puntare ai modelli di vecchia generazione. Talvolta, infatti, quelli più recenti non sono nient’altro che dei piccoli aggiornamenti dei modelli precedenti, con l’aggiunta di qualche minima novità a giustificare l’aumento di prezzo e il nome differente. Ovviamente all'uscita del modello nuovo, il prezzo di quello precedente comincia a scendere ed è possibile che, a lungo andare, una costosa fotocamera possa diventare anche molto conveniente, fino a permettere di acquistarlo per cifre (quasi) da hard discount.

In ogni caso, trovare le migliori fotocamere economiche potrebbe non essere facile. Ed ecco perché abbiamo realizzato questa lista per voi. Alcune tra le migliori fotocamere economiche che abbiamo selezionato non sono né l’ultimo modello, né il migliore disponibile oggi, ma tutte offrono caratteristiche interessanti e non vi resta che leggere la guida per scoprire se c’è un modello che fa per voi.

La lista delle migliori fotocamere economiche include alcuni modelli semplici, facili da trasportare e dalle buone capacità. Sono macchine fotografiche più che adatte per fare uno scatto "al volo" ma capaci anche di creare ottime fotografie. Abbiamo volutamente inserito tra le fotocamere economiche anche alcuni modelli più sofisticati, che non sono i meno costosi in assoluto, ma capaci di offrire un fantastico rapporto qualità prezzo.

Le migliori fotocamere economiche a colpo d'occhio

  1. Nikon D3500
  2. Sony Cyber-shot RX100 III
  3. Sony Cyber-shot WX220
  4. GoPro Hero 7 White
  5. Sony A6000
  6. Olympus OM-D E-M10 Mark III
  7. Fujifilm X-A7
  8. Panasonic Lumix ZS100 / TZ100
  9. Fujifilm Instax Mini 9
  10. Canon EOS 250D
  11. Nikon D5600

(Image credit: Future)

 Le migliori fotocamere economiche del 2020:

Nikon D3500

(Image credit: Future)

1. Nikon D3500

La migliore reflex per principianti a buon prezzo

Tipo: Reflex | Sensore: APS-C CMOS, 24.2MP | Innesto obiettivo: Nikon F | Schermo: 3 pollici, 921,000K punti | Mirino: Sì, ottico | Raffica: 5fps | Video: 1080p | Livello utente: Principiante

Eccellente qualità d’immagine 
Facile da usare
Mancano i controlli touchscreen
C’è il Bluetooth ma non il Wi-Fi

La Nikon D3400 era una reflex estremamente popolare quando è stata introdotta la nuova D3500, ma ha comunque saputo mantenere il proprio fascino anche a posteriori perché in grado di offrire un prodotto lungi dall'essere obsoleto, a buon prezzo. Ma adesso che la D3500 è diventata via via più economica, è diventata quest’ultima il miglior acquisto. 

Le principali novità rispetto alla vecchia D3400 includono un sensore APS-C di nuova concezione (sempre da 24MP) e una durata della batteria migliorata, in grado di arrivare a 1.550 fotogrammi per singola carica, rispetto ai 1.200 della D3400.

La D3500 prevede un corpo leggermente ridisegnato che la rende più leggera e permette un’impugnatura migliore. La D3400 rimane ancora in vendita ed è sempre un valido acquisto, ma noi consigliamo in questo momento la più aggiornata D3500. 

Leggi la nostra recensione: Nikon D3500

(Image credit: Future)

Sony RX100 III

(Image credit: Future)

2. Sony Cyber-shot RX100 III

Un modello non recente, ma dall’ottima dotazione

Tipo: Compatta | Sensore: 1 pollice, 20,1 megapixel | Ottica: 24-70mm, f/1.8-2.8 | Schermo: 3.0 pollici inclinabile, 1300K punti | Mirino: EVF | Raffica: 10fps | Video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Mirino ad alta risoluzione 
Sensore ampio 
Obiettivo luminoso
Niente touch screen 
Funzionalità RAW limitate

Questa serie ha ormai raggiunto la sua settima generazione, ma è la RX100 Mark III che riesce attualmente ad offrire il miglior valore per coloro che desiderano passare a una vera fotocamera, piuttosto che continuare a scattare con lo smartphone. La RX100 III è il primo modello della serie con mirino elettronico incorporato, che da un grande vantaggio per le riprese nelle giornate soleggiate. 

Il sensore da 1 pollice è piuttosto grande e produce immagini di grande qualità, mentre lo schermo inclinabile e la raffica a 10 fps sono utili per catturare soggetti in movimento. Se avete la necessità di registrare video 4K o in slow motion, vale la pena spendere qualcosa in più per la RX100 Mark IV. Tuttavia, la versione Mark III è recentemente calata a un prezzo incredibilmente conveniente, ed è un’ottima alternativa per chi vuole provare a fotografare senza smartphone. 

Leggi la nostra recensione: Sony Cyber-shot RX100 III 

(Image credit: Future)

Sony WX220

(Image credit: Future)

3. Sony Cyber-shot WX220

Non è nuova, ma è una compatta tuttofare dalle buone prestazioni

Tipo: compatta | Sensore: CMOS, 18,2 MP | Obiettivo: 25–250 mm f/3.3-f/5.9 | Schermo: 2,7 pollici, 460K punti | Mirino: N / D | Raffica: 10 fps | Video: 1080 / 60p | Livello utente: principiante

Molto compatta
Immagini luminose e incisive
Zoom ottico 10x 
Nessun appoggio per il pollice 
Sistema di menu contorto

Potrebbe sembrare un modello un po’ vetusto, ma la Sony Cyber-shot WX220 rimane una fotocamera compatta di grande valore. Eccellente tuttofare, offre un'ottima combinazione di prestazioni, portata dello zoom e qualità dell'immagine più che decente. E ora ha anche un prezzo allettante. Destinata a chi preferisce tenere il proprio smartphone in tasca, la WX220 non offre molti controlli. Il suo sistema di menu è un po’ contorto e sul corpo compatto ci sono relativamente pochi pulsanti e altrettanto mancano un poggia pollice o una presa anteriore. Ma il suo piccolo corpo è leggero e si adatta benissimo a qualsiasi tasca, per una portabilità massima.

Nonostante le dimensioni ridotte, la WX220 possiede uno zoom ottico 10x, abbastanza impressionante in un modello così piccolo e migliore della gran parte degli zoom ottici disponibili su smartphone. Abbinandolo al sensore CMOS da 18,2 MP e alla stabilizzazione ottica dell'immagine, la WX220 offre immagini luminose dai colori fantastici e con un buon livello di dettaglio. Osservando gli scatti attentamente, alle focali più lunghe si nota una certa morbidezza, ma niente di preoccupante, soprattutto se non si cerca il difetto zoomando al 100%. In definitiva si tratta di un modello capace, che ha molte frecce al suo arco e non costa molto. Potrebbe essere, in effetti, la prima macchina fotografica di chiunque non ne abbia mai tenuta in mano una o di chi non desideri impegnarsi troppo economicamente.

Leggi la nostra recensione: Sony Cyber-shot WX220

(Image credit: Future)

GoPro Hero 7 White

(Image credit: GoPro)

4. GoPro Hero7 White

La qualità GoPro, a un piccolo prezzo

Tipo: Action camera | Sensore: 4:3 10MP | Impermeabilità: 10m | Schermo: 2 pollici 320 x 480 | Mirino: No | Raffica: 15fps | Video: 1080p | Livello utente: principiante/appassionato

Facile da usare
Discreta stabilizzazione
Niente video 4K
Poche modalità di scatto

Per gli amanti dell’adrenalina che non vogliono spendere troppo per la GoPro Hero7 Black o la Hero8 Black, questa è un’opzione interessante. Non potrete registrare in 4K e non c’è la Linear Mode delle altre GoPro, ma la qualità dell’immagine è simile a quella dei modelli più costosi. 

La Hero7 White è davvero facile da usare e ha molti accessori disponibili. Forse non avrà la famosa stabilizzazione delle GoPro, ma comunque se la cava bene montata su una bicicletta. Il corpo è impermeabile fino a 10 metri perciò non c’è bisogno di usare una custodia subacquea, ed è possibile usarla praticamente dappertutto.

Leggi la nostra recensione: GoPro Hero7 White

(Image credit: Future)

Sony A6000

(Image credit: Future)

5. Sony Alpha A6000

Una fotocamera dalle buone specifiche a un prezzo basso

Tipo: Mirrorless | Sensore: APS-C CMOS, 24.3MP | Innesto obiettivo: Sony E-mount | Schermo: 3.0 pollici inclinabile, 921K punti | Mirino: Sì, EVF | Raffica: 11fps | Video: 1080p | Livello : Utente:** Principiante/Esperto

Specifiche valide anche per gli standard odierni
Raffica a 11 FPS
Manca un touchscreen
Solo video FullHD

Non fatevi trarre in inganno dal prezzo. La A6000 costa quanto una reflex entry level o una mirrorless, ma è una fotocamera potente e avanzata, scesa di prezzo nel corso degli anni, essendo stata introdotta nel 2014. Non ha certamente le ultime novità tecnologiche, ma molte delle sue specifiche rimangono interessanti anche adesso. 

Queste includono un sensore da 24MP, un veloce sistema AF ibrido a 179 punti e la raffica da 11 scatti al secondo. Sotto alcuni aspetti, la A6000 mostra la sua vera età, ad esempio può registrare solo video in fullHD e non in 4K e lo schermo non è touch. Infine, pur essendo piuttosto economica, la quantità di funzioni disponibili la rendono probabilmente un po’ troppo avanzata per i principianti.

Leggi la nostra recensione: Sony Alpha A6000 

(Image credit: Future)

(Image credit: Future)

6. Olympus OM-D E-M10 Mark III

La mirrorless economica tuttofare a cui piace viaggiare

Tipo: Mirrorless | Sensore: 16MP | Montatura obiettivo: Micro quattro terzi | Schermo: touchscreen da 3 pollici, 1.037K punti | Mirino: EVF da 2,36M punti | Raffica: : 8,6 fps | Video: : 4K / 30p | Livello utente: principiante / intermedio

Ottima qualità costruttiva 
EVF eccellente 
Sistema di stabilizzazione impressionante
Sensore da 16MP un po' datato 
Tracking della messa a fuoco migliorabile

La Olympus OM-D E-M10 Mark III è stata introdotta nel 2017, ma è ancora un modello attuale nella sua gamma e rimane una mirrorless versatile e molto capace, in grado di offrire un valore eccezionale per chiunque cerchi una piccola ma capace alternativa alle reflex. La OM-D E-M10 Mark III è in grado di assecondare la crescita di un fotografo ed essere nel contempo un’ottima fotocamera da viaggio. 

La risoluzione di 16MP è datata rispetto a quello che offrono le concorrenti APS-C più recenti, ma la Mark III è capace di produrre immagini di qualità, con buoni livelli di dettaglio e di controllo del rumore, poiché le sue caratteristiche tecniche compensano bene la risoluzione limitata. Infatti, la stabilizzazione dell'immagine interna a cinque assi lavora molto efficacemente, mentre il mirino elettronico OLED e il touch screen LCD da 3 pollici sono paragonabili a quelle che si trovano su fotocamere molto più costose. Anche il sistema di messa a fuoco automatica a 121 punti è rapido, anche se la funzionalità di tracciamento potrebbe essere migliore.

Il guscio in lega di magnesio in stile retrò rende la fotocamera soddisfacente da impugnare e le dà un aspetto premium, molto appagante anche alla vista. A tutto questo, vanno ad aggiungersi buone capacità di registrazione 4K, che fanno di questa fotocamera una scelta preferenziale rispetto a molte concorrenti.

Leggi la nostra recensione: Olympus OM-D E-M10 Mark III

(Image credit: Future)

(Image credit: TechRadar)

7. Fujifilm X-A7

Una mirrorless leggera e capace

Tipo: Mirrorless | Sensore: APS-C CMOS, 24,5 MP | Montatura obiettivo: Fujifilm X-mount | Schermo: touchscreen inclinabile da 3,5 pollici e 2,76M di punti | Mirino: N / D | Raffica: 6 fps | Video: 4K/30p | Livello utente: principiante / intermedio

Eccellente autofocus 
Ottima qualità delle immagini
Design snello ed elegante 
Niente stabilizzatore d'immagine integrato 
Mirino non presente

A riprova del fatto che entry-level non deve essere necessariamente indicare qualcosa dallo scarso valore o per pivelli, la Fujifilm X-A7 racchiude un elenco di specifiche davvero impressionante per una fotocamera mirrorless così economica.
Il suo sistema di messa a fuoco automatico ibrido non è il più veloce tra le concorrenti, ma le prestazioni quando si scatta, appaiono fin da subito eccezionali, in particolare per le ottime capacità di rilevamento e tracciamento del soggetto. Le immagini sono corpose e nitide con un'eccezionale riproduzione dei colori, mentre il rumore rimane sotto controllo fino a ISO 1600. 

Impugnandola, la presa risulta poco profonda, rendendo affaticante reggerla in mano per lunghi periodi, mentre la posizione del joystick è difficile da raggiungere con il pollice. In compenso, il corpo della fotocamera è piuttosto compatto, leggero ed elegante, con un piacevolissimo look vecchio stile. La stabilizzazione delle immagini sarebbe stata un'aggiunta gradita e alcuni potrebbero sentire la mancanza di un mirino, ma l’X-A7 può contare sulla registrazione di filmati 4K e si distingue come perfetto modello da viaggio. Pertanto se non si considerano troppo gravi i difetti ergonomici, è certamente un'opzione economica quasi perfetta e un valido motivo per abbandonare le foto su smartphone.

Leggi la nostra recensione: Fujifilm X-A7

(Image credit: Future)

Panasonic TZ100

(Image credit: Future)

8. Panasonic TZ100

Una superzoom a un superprezzo

Tipo: compatta | Sensore: CMOS da 1 pollice, 20,1 MP | Obiettivo: 27-270mm f/2.8-f/5.9 | Schermo: touchscreen da 3 pollici, 1.040K di punti | Mirino: EVF da 0,2 pollici, 1.160 K punti | Raffica: 9,9 fps | Video: 4K / 30p | Livello utente: principiante

Sensore di grandi dimensioni in rapporto all’ottica
Mirino elettronico 
Schermo fisso
Superata dalla TZ200

Nel 2017 dicemmo che la Panasonic TZ100 era "la fotocamera compatta perfetta". Da allora però, sono stati diversi i modelli con specifiche superiori a vedere la luce, ma la TZ100 rimane una scelta ottima per chi è interessato ad una fotocamera compatta economica da viaggio.

La scocca in metallo è robusta ma abbastanza piccola da poter essere infilata in tasca. I controlli principali sono raggruppati sul retro per gestirla facilmente con una sola mano, i pulsanti funzione offrono gradite opzioni di personalizzazione e, per finire, il suo touch screen è molto reattivo. Il sensore da 1 pollice della TZ100, più grande di quello degli smartphone attuali, offre immagini vibranti e incisive, con un discreto livello di dettaglio per una compatta di qualche anno, anche in condizioni di scarsa luminosità. La gamma dinamica è più che accettabile e il rumore presente non risulta quasi mai essere un problema. Lo zoom ottico 10x è versatile, mentre la possibilità di registrare filmati 4K rende semplici le attività di video blogging.

Certo, ci sono ora delle scelte migliori sul piano tecnico, ma per chi non vuole spendere molto è una scelta intelligente, poiché riesce a produrre immagini migliori della maggior parte degli smartphone attuali. 

Leggi la nostra recensione: Panasonic Lumix TZ100 

(Image credit: Future)

Fujifilm Instax Mini 9

(Image credit: Future)

9. Fujifilm Instax Mini 9

Divertimento semplice per la stampa istantanea per tutta la famiglia

Tipo: Istantanea | Sensore: N / A | Obiettivo: N / A | Schermo: N / A | Mirino: ottico | Raffica: N / A | Video: N / A | Livello utente: principiante

Semplice da usare 
Economica
Controlli limitati 
La qualità potrebbe essere migliore

Instax Mini 9 di Fujifilm è una delle nostre fotocamere istantanee preferite, nonostante l'arrivo della similare Instax Mini 11. Mancano quasi tutti i controlli che ci si aspetterebbe su una moderna fotocamera compatta, ma la Mini 9 è capace di far divertente la propria utenza. Basta guardare nel mirino, super semplificato rispetto a qualsiasi altra fotocamera digitale, cliccare sul pulsante di scatto e in un batter d'occhio uscirà una stampa delle dimensioni di una carta di credito dalla parte superiore del corpo macchina, che, tra le altre cose, è realizzato in perfetto stile retrò.

Affascinante nella sua semplicità, il guscio in plastica di Instax Mini 9 si trova in una variegata gamma di colori, mentre il minuscolo specchietto anteriore rende l’inquadratura durante i selfie un gioco da ragazzi. Una semplice ghiera di regolazione della luminosità a cinque livelli è tutto quello che è possibile regolare, mantenendo la Mini 9 economica e perfetta per feste e cerimonie.La qualità di stampa è naturalmente piuttosto bassa, ma l'idea di fondo è di scattare foto ricordo dallo stile retrò, non vincere premi per la miglior foto. La pellicola a colori è tuttavia  abbastanza costosa, perciò fatevi i conti in tasca prima di acquistarla.

(Image credit: Future)

(Image credit: Canon)

10. Canon EOS 250D

Una reflex piccola, leggera e dotata di display inclinabile

Categoria: Reflex (DSLR) | Sensore: APS-C CMOS | Megapixel: 24.1MP | Montatura obiettivo: Canon EF-S | Display: 3 pollici, 1.040K di punti | Raffica: 5fps | Video: 4K | Livello utente: principiante

Ottimi JPEG direttamente dalla fotocamera 
È la reflex più economica a offrire video 4K
Il sistema AF a 9 punti è davvero datato 
Sgradito l’effetto di “rolling shutter” nelle riprese in 4K

La Canon EOS 250D è l'ultima novità tra le entry-level di questo elenco e in effetti è uno dei pochi modelli annunciati nel 2019. Come suggerisce il nome, riprende in toto le caratteristiche della EOS 200D aggiungendo un nuovo processore e la registrazione video 4K, oltre a diverse modifiche minori. Potrebbe subire la concorrenza delle mirrorless in questo momento, ma se si è abituati all'utilizzo del tradizionale mirino ottico di una reflex, la 250D è uno dei modelli economici più interessanti disponibili al momento.

Leggi la nostra recensione: Canon EOS 250D 

(Image credit: Future)

(Image credit: Future)

11. Nikon D5600

Una meravigliosa fotocamera di fascia media

Sensore: APS-C CMOS | Megapixel: 24.2MP | Innesto obiettivo: Nikon DX | Schermo: 3.2 pollici articolato, 1,040K di punti | Raffica: 5fps | Video: : 1080p | Livello utente: Principiante/appassionato

Eccellente qualità dell’immagine
Molto ergonomica
Touchscreen articolato
Video solo 1080p
Messa a fuoco lenta in Live View

La D5600 è il passo successivo, rispetto ai modelli della serie D3000, con una serie di specifiche migliorate per competere con modelli Canon della serie EOS X00D. I principali vantaggi rispetto alla D3400 e alla D3500 includono lo schermo LCD più grande, che non solo si gira e ruota completamente verso la parte anteriore, ma risponde anche al tocco, insieme a un sistema di messa a fuoco automatica più avanzato, alla connessione Wi-Fi e ad una gamma di controlli extra a disposizione. Certo, è più costosa, ma offre anche più funzionalità ed è una fotocamera che avrà un ciclo di vita molto più lungo, perché migliora parecchio le capacità dei modelli della serie D3000.

Leggi la nostra recensione: Nikon D5600