Skip to main content

Recensione Nikon D3500

Un ottimo prodotto per chi si avvicina alla fotografia per la prima volta

Best in Class

Il nostro verdetto

Se volete uno strumento per diventare più creativi quando fate fotografie e state cercando la vostra prima reflex, la Nikon D3500 è il prodotto da scegliere.

Pro

  • Ottima autonomia fino a 1550 scatti
  • Qualità delle immagini eccellente
  • Modo Guida utile
  • Dimensioni compatte per una reflex
  • Facile da usare

Contro

  • Niente video 4K
  • Mancano i controlli touch
  • Supporto Bluetooth, ma Wi-Fi assente

Nonostante la crescente popolarità delle fotocamere mirrorless, le reflex rivolte ai principianti rimangono molto apprezzate e la D3500 di Nikon è la proposta di fascia bassa più recente in un mercato molto competitivo. 

La gamma di reflex entry level Nikon, nota con la nomenclatura D3xxx, si è rivelata una proposta di successo in passato e l’azienda giapponese vuole continuare su questa strada con la D3500.

Siamo di fronte a un prodotto rivolto al consumatore attento ai costi che vuole muovere i primi passi nel mondo della fotografia; la D3500 è una fotocamera che unisce facilità d’uso, prestazioni convincenti e una qualità dell’immagine ben superiore a quella che si trova su uno smartphone o sulla maggior parte delle fotocamere compatte. 

Non va poi dimenticato che è possibile cambiare gli obiettivi. Quindi, anche se probabilmente comprerete questa D3500 con un obiettivo standard in kit da 18-55 mm, per sfruttare appieno il potenziale di qualsiasi reflex è bene aggiungere più obiettivi nel tempo, in modo da avere quelli che più si addicono ai soggetti e al genere delle vostre fotografie. 

Nikon D3500: caratteristiche

  • Nuovo sensore, ma la risoluzione utile rimane la stessa 
  • Mancano il touchscreen e i video in 4K 
  • Connettività Bluetooth  

La D3500 possiede la stessa risoluzione utile ( 24,2 MP) della D3400, però Nikon sottolinea che si tratta di un nuovo sensore. A una più attenta analisi delle specifiche, ci si rende conto che il numero totale dei megapixel del sensore di questa D3500 è pari a 24,78 rispetto ai 24,72 della D3400.  

Il sensore di formato APS-C (tipico per una reflex economica e molto più grande dei sensori della maggior parte delle fotocamere compatte) della D3500 non è provvisto di filtro passa basso ottico, usato per migliorare la qualità dell’immagine.

La gamma di sensibilità ISO della D3500 è pari a 100-25600, piuttosto ampia, ma non rappresenta un miglioramento rispetto a quella della D3400.  

Nikon D3500 specifiche tecniche

Sensore: 24.2MP APS-C CMOS

Innesto obiettivo: Nikon F

Display:  schermo fisso da 3 pollici, 921.000 punti 

 Scatto a raffica: 5 fotogrammi al secondo

Autofocus: 11 punti

Video: Full HD 1080p

Connettività: Bluetooth

Autonomia: 1.550 scatti

Peso: 415 g (con batteria e scheda)

Vista la tendenza ad andare verso la registrazione di video in 4K, soprattutto nel caso di fotocamere mirrorless concorrenti, delude un po’ vedere che questa D3500 si ferma solo alla risoluzione Full HD. Non è tutto negativo però, perché questa fotocamera può registrare agilmente a 60/50p, 30/25p e 24p, e ci sono anche opzioni per registrare a risoluzioni più basse. Non c’è un ingresso per il microfono, per cui dovrete fare affidamento sui microfoni monoaurali integrati della D3500. Se avete intenzione di registrare video frequentemente, allora vi conviene optare per altri prodotti.

Nikon ha inoltre scelto di adottare lo stesso display da 3 pollici, caratterizzato da una modesta risoluzione di 921.000 punti, che avevamo visto sulla D3400. Lo schermo è fisso e integrato nella macchina fotografica. Se cercate una reflex Nikon con un display che offra diverse possibilità di angolazione, dovete optare per modelli più costosi come la D5600. Un altro punto a sfavore è che non si tratta di un touchscreen, che sarebbe stato davvero utile in una reflex economica come questa, visto che ormai siamo tutti abituati al touchscreen degli smartphone.  

Per inquadrare o scattare, più che lo schermo, c’è il mirino ottico. Come integrazione del display posteriore troviamo un mirino ottico. Questa è probabilmente la distinzione più ovvia tra una reflex e una compatta, visto che molte compatte con un prezzo simile a quello di questa reflex si basano soltanto sul display posteriore per scattare, mentre altre si affidano a mirini elettronici con risoluzioni alquanto modeste (in questa fascia di prezzo). 

Immagine 1 di 4

Immagine 2 di 4

Immagine 3 di 4

Immagine 4 di 4

I mirini elettronici hanno i loro vantaggi, visto che è possibile vedere l’esposizione “dal vivo” e questo significa che non ci saranno spiacevoli sorprese una volta premuto l’otturatore, ma va anche detto che molti fotografi preferiscono la visuale più nitida offerta da un mirino di tipo ottico. Il mirino ottico a bordo della D3500 offre una copertura del 95%, un valore tipico per una reflex entry level, quindi magari bisogna fare un po’ di attenzione in più quando si inquadra cosa scattare per evitare che elementi non voluti spuntino ai bordi dello scatto. 

Come nel caso della D3400, manca connettività Wi-Fi, però è presente il Bluetooth, quindi è possibile trasferire le immagini tramite la funzionalità Nikon SnapBridge. In sostanza, si crea una connessione permanente Bluetooth a basso consumo e si può configurare SnapBridge per far sì che le immagini vengano trasferite automaticamente al momento dello scatto, oppure in un secondo momento, in modo da poter scegliere quali immagini trasferire.

 Nikon D3500, obiettivo 18-55 in kit 

Sebbene sia possibile acquistare questa macchina fotografica senza un obiettivo, la maggior parte di coloro che sono intenzionati a comprare questo prodotto, acquisteranno l’obiettivo 18-55 mm abbinato alla fotocamera spendendo qualche euro in più.  

Spesso chiamato obiettivo kit, per via del fatto che è venduto in abbinamento con la fotocamera, l’obiettivo con ampiezza focale 18-15 mm offre un’ampiezza zoom standard di tutto rispetto per chi è agli inizi. È un obiettivo versatile che può fare tanto da grandangolo quanto da teleobiettivo ((fino ad un certo punto) ed è indicato per i ritratti.  

Quando acquisterete gli obiettivi per la D3500, dovrete fare attenzione, visto che ci sono due versioni disponibili in commercio. Un obiettivo è un AF-P DX 18-55 mm f/3.5-5.6G e l’altro si chiama AF-P DX 18-55mm f/3.5-5.6G VR. La nomenclatura VR nel secondo obiettivo è importante, visto che si riferisce al sistema di stabilizzazione dell’immagine di Nikon, noto col nome di Vibration Reduction. 

La differenza di prezzo tra i due è trascurabile, per cui il nostro consiglio è di optare per il secondo obiettivo, quello con la tecnologia VR, visto che vi consentirà di scattare con una velocità dell’otturatore inferiore e avere comunque delle foto nitide. 

Quando poi sarete pronti a cambiare obiettivo, o vorrete un obiettivo che vada ad integrare la lente da 18-55 mm, potrete dare un’occhiata alla nostra guida all’acquisto dei migliori obiettivi Nikon