Il Black Friday è l'occasione giusta per passare a un Chromebook

(Immagine:: Future)

Molti attendono con ansia le offerte del Black Friday (Si apre in una nuova scheda) e del Cyber Monday (Si apre in una nuova scheda) per acquistare un notebook scontato.

Anche nel periodo del Black Friday trovare un notebook a meno di 500 euro può risultare un'impresa ardua, sempre che vogliate per forza utilizzare Windows. Se avete un budget inferiore a questa cifra, allora i compromessi da accettare saranno davvero tanti. 

L'alternativa esiste e si chiama Chromebook. Già, ma che cos'è un Chromebook? È un computer portatile con sistema operativo Chrome OS: vale a dire che non ha Windows, non è un Mac e non ha nemmeno Linux. Chrome OS è un sistema sviluppato da Google che si distingue per la sua estrema praticità e leggerezza.

I Chromebook sono portatili ideali per la didattica a distanza e in generale sono ottimi notebook per studenti,  ma possono rappresentare un'alternativa eccellente anche per chi non vuole spendere troppo per l'acquisto di un computer per lavorare da casa

Come abbiamo visto nel nostro articolo dedicato al confronto tra Chrome OS vs Windows, i Chromebook rappresentano un'alternativa validissima ai classici portatili Windows e hanno un prezzo talmente accessibile che è difficile non considerarli al momento della scelta di un nuovo portatile.

Questi portatili, di norma, sono caratterizzati da un'elevata facilità d'uso, costano meno e vantano un'ottima autonomia, anche grazie alla leggerezza del sistema operativo Google.

Nei periodi di sconti e promozioni, spesso e volentieri si può risparmiare davvero tanto su questi portatili e portarsi a casa un valido compagno di studio e lavoro con poche centinaia di euro.

Se dovete usare il portatile per fare ricerche, scrivere documenti, assemblare presentazioni e partecipare a videoconferenze con compagni e insegnanti, piuttosto che per giocare, un Chromebook potrebbe essere la scelta giusta.

Se dovete usare il portatile in ambito domestico o per studiare e fare videochiamate, oltre che per navigare e guardare serie TV, non vi serve di certo la potenza di un costoso MacBook Pro o di un Surface Pro 7.

(Image credit: Future)

Chrome OS ormai è maturo

All'inizio i Chromebook erano pensato quasi esclusivamente per usare Google Docs e andare su Internet. Non c'era molto altro che si potesse fare. Ma ora i servizi online sono tantissimi e di facile accesso (basta aprire Chrome).

Il browser, cioè il programma per navigare il Web, è diventato in effetti il centro del nostro mondo digitale, e per molti l'unica applicazione davvero importante. Una cosa che Google aveva previsto già molti anni fa, quando iniziò a sviluppare Chrome OS. 

Su Chrome OS comunque ci sono anche tante altre applicazioni oltre a quelle utilizzabili da browser. E se non dovessero bastare potete sempre accedere a Google Play e migliaia di applicazioni Android già disponibili e compatibili con Chrome OS. Il numero di queste app è in continua crescita e nel 2022 potete trovare di tutto, dai giochi sviluppati per dispositivi Android ai programmi per l'ufficio fino ai software di video e foto editing. 

Acer Chromebook 714

(Image credit: Acer)

I Chromebook sono i portatili più economici

Per chi vuole un notebook economico ma qualitativamente valido, i Chromebook sono tra le alternative più interessanti. Certo, ci sono notebook economici con Windows e alcuni sono anche piuttosto buoni. Ma se volete spendere 300 euro al massimo senza ritrovarvi tra le mani un portatile obsoleto che fatica ad aprire tre schede del browser, dovete per forza optare per un Chromebook.

Con l'arrivo del Black Friday 2022, si prospettano grandi affari e sconti sulla vasta gamma di Chromebook disponibili sul mercato. Questo perchè Google e i produttori da una parte vorranno vendere i vecchi modelli ancora in magazzino e dall'altra vogliono che questo sistema diventi più popolare, così che i loro investimenti comincino a pagare. 

(Image credit: Future)

Chromebook, portatili ideali per le comunicazioni

Un altro grande pregio dei Chromebook è che sono semplici da usare e molto sicuri. La semplicità è particolarmente importante se il computer andrà a una persona non troppo avvezza alla tecnologia. Per qualcuno, infatti, Windows e MacOS potrebbero essere "troppo". 

Molti lettori di Techradar sicuramente sanno cosa vuol dire cercare di aiutare un "non esperto" a fare una chiamata Zoom, a usare Whatsapp Web o persino a stampare un file. A volte è proprio difficile, soprattutto se non siamo fisicamente insieme a loro. Ma se questa persona riesce a usare lo smartphone - e praticamente chiunque ci riesce - allora riuscirà a usare un Chromebook. 

E questo è particolarmente importante in vista di nuovi periodi di lockdown, indesiderati ma sempre possibili. Queste persone potranno comunicare in modo più semplice e più piacevole con un nuovo Chromebook. 

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.