Skip to main content

Apple e Intel, il divorzio è completo

(Image credit: Intel)

Il processo di separazione tra Intel e Apple iniziato con l'introduzione dei primi processori proprietari M1 è giunto all'atto finale ora che l'azienda di Cupertino ha rimosso l'ultimo componente "esterno" dai suoi MacBook.

La seconda generazione di portatili Apple con chip proprietario Apple rinuncia ai retimer Intel JHL8040R USB4, rimpiazzati dai chip custom (U09PY3) prodotti internamente. 

La notizia è emersa in seguito al teardown del MacBook Pro M2 operato da iFixIt e documentato dall'utente Twitter SkyJuice. I motivi di tale mossa non sono chiari, ma probabilmente si tratta di un mix di cause che riguardano costi di produzione e sicurezza.

See more

Il passaggio a chip USB4 alternativi riguarda anche i più recenti portatili AMD equipaggiati con processori Rembrandt, che passano a remixer come il KB8001 "Matterhorn" della startup svizzera Kandou, già in uso sui portatili di altri 5 grandi produttori.

See more

Per ora non ci sono comunicati ufficiali da parte di Apple e Intel, ma a conti fatti si tratta dell'ultimo capitolo di un processo di separazione avvenuto in modo rapido e costante fin dall'introduzione dei primi chip M1 nel 2021.

Marco Silvestri
Marco Silvestri