Skip to main content

AMD, i gamers stanno tornando a Intel

Two boxed processor duel: Intel Core i9 vs AMD Ryzen 9, or Rocket Lake vs Zen 3
(Image credit: Tester128 / Shutterstock)

Dopo l'uscita dei processori Zen 3 nella seconda metà dello scorso anno, AMD ha fatto passi da gigante nel ridurre la quota di mercato di Intel, ma l'ultimo sondaggio dedicato all'hardware di Steam afferma che la rivale starebbe riconquistando le proprie quote di mercato, aumentando ancora una volta il proprio dominio nel settore delle CPU.

Come riportato da PC Gamer, l'ultimo Steam Hardware Survey di giugno mostra che la quota di Intel è in crescita dell'1,72%, mentre AMD risulta in perdita per una percentuale equivalente.

Intel è anche riuscita ad allargare la forchetta distanziando nuovamente la rivale: a gennaio la quota di mercato di Intel ruotava intorno al 66,51%, rispetto al 33,49% di quella AMD. Sebbene ciò metta in luce il grande vantaggio esistente sulla rivale, AMD era riuscita a risalire sopra la barriera del 30%, un risultato molto buono che l'azienda non era mai riuscita a raggiungere in passato.

Successivamente grazie ad una crescita del 5%, le CPU Intel sono tornate a quota 71,58%, a scapito di AMD che ha perso a sua volta il 5%.

Cosa significa questa tendenza per AMD?

Questo andamento va considerato come una cosa grave per AMD? Molto probabilmente si. L'entusiasmante serie di successi realizzati da AMD nell'ultimo periodo ha permesso all'azienda di intaccare significativamente la quota di mercato di Intel, mettendo la rivale sotto pressione dopo un lungo periodo di predominio assoluto nel mercato delle CPU, qualcosa di cui nemmeno i fan Intel erano troppo contenti per via di un monopolio che ha portato a una prolungata assenza di novità.

Nonostante ciò, gli ultimi risultati di Intel potrebbero cancellare i recenti successi della rivale. Secondo PC Gamer, le scorte di CPU AMD sono state piuttosto scarse negli ultimi tempi, e per gli utenti è diventato molto difficile acquistarne una, spingendoli verso le più reperibili CPU Intel.

Le ultime CPU di AMD possono essere considerate alcuni dei migliori processori mai realizzati, e quelli più economici dell'azienda sono quasi sempre stati disponibili per l'acquisto. Nel frattempo, Intel ha anche tagliato il prezzo di alcuni processori per renderli ancora più convenienti, in particolar modo per il Prime Day.

Se le ragioni del calo della quota di mercato di AMD sono queste, l'azienda dovrà far modo di rendere disponibile il maggior numero di processori per l'acquisto. Non si tratta di un'operazione semplice comunque, in questo momento la pandemia globale ancora lontana dall'essere conclusa e con la carenza di chip in corso, le operazioni potrebbero venire ritardate ad oltranza.

AMD potrebbe anche giocarsi il tutto per tutto, iniziando a tagliare i prezzi in modo aggressivo per avere i migliori in circolazione, un'operazione che aveva già fatto in passato.

Ad ogni modo, nonostante lo Steam Hardware Survey sia di per sé attendibile, il campione di utenti che ha risposto è relativamente limitato, poiché comprende solo chi ha l'app Steam installata sul proprio PC e ha accettato di partecipare al sondaggio.

Tuttavia, essendo Steam un servizio piuttosto popolare, il sondaggio aiuta a farci un'idea della tendenza generale relativa all'hardware gaming per PC, e questo risultato sarà certamente difficile da digerire per AMD.

Infine se consideriamo quanto sia volatile il mercato al momento e quanto velocemente Intel è riuscita a invertire la rotta, AMD potrebbe cambiare ancora una volta le carte in tavola e recuperare nuovamente una quota rilevante di mercato.