Skip to main content

AMD ha vinto il CES 2020 con Ryzen 4000 mobile, ma riuscirà a battere Intel?

AMD Ryzen 4000
Yeah, we know, this is the most basic shot of a processor ever (Image credit: Future)

Al CES 2020, AMD si è detta entusiasta dei traguardi raggiunti nel 2019 e ha tutto il diritto di gongolare. I processori di terza generazione AMD Ryzen hanno surclassato le CPU di Intel e, come se non bastasse, il colosso di Santa clara non ha presentato alcuna CPU desktop al CES 2020. 

Se AMD domina il mercato dei processori desktop, ad oggi, non si può dire lo stesso del mercato mobile (notebook). La presenza di AMD nei migliori notebook è sicuramente in crescita, e il Team Red spera di mantenere questo trend anche nel 2020; l'azienda afferma che cento nuovi notebook previsti per quest'anno monteranno CPU Ryzen.

Intel non si farà schiacciare

Intel non si farà schiacciare (Image credit: Intel)

Intel Ice Lake 

Nel mondo desktop, le prestazioni sono il fattore più importante per chi assembla o acquista PC, motivo per cui AMD è stata in grado di rovesciare il regno di Intel. Tuttavia, i notebook sono leggermente diversi. Le prestazioni sono importanti nei migliori notebook, certo, ma  la maggior parte dei consumatori desidera un prodotto efficiente. Con Ice Lake, Intel ha compiuto notevoli progressi nel ridurre il consumo di energia e aumentare l'autonomia del laptop attraverso l'uso dell'IA. Il programma Project Athena, di cui Ice Lake fa parte, consente ai dispositivi di imparare le abitudini dell'utente al fine di gestire al meglio le risorse.

Ovviamente è difficile testare questo servizio, ma molti produttori hanno aderito al programma per i propri top di gamma. Intel ha anche lavorato su ottimizzazioni specifiche per riattivare rapidamente il dispositivo dalla modalità di sospensione e può persino abilitare funzioni uniche attraverso le sue integrazioni software in programmi come Photoshop. Sebbene le prestazioni del processore non siano aumentate visibilmente, Project Athena ha portato a risultati meno evidenti ma altrettanto efficaci.

Ok, lo fanno tutti.

Ok, lo fanno tutti. (Image credit: AMD)

AMD offrirà prestazioni superiori 

È importante notare che i processori mobile AMD Ryzen 4000 non sono ancora disponibili per i test, quindi non sappiamo quali saranno le effettive prestazioni. Tutto quello che possiamo fare è dare un'occhiata alle specifiche e ipotizzarne le prestazioni. La gamma di processori AMD Ryzen 4000 per notebook vede nel Ryzen 7 4800U il top di gamma; è un chip da 15 W con 8 core, 16 thread e un boost clock di 4,2 GHz. Se confrontato all'Intel Core i7-1065G7, che ha lo stesso TDP (15 W) ma solo 4 core, 8 thread e un boost clock da 3,8 GHz, 4800U, sembra nettamente in vantaggio. Pare proprio che la gamma Ryzen 4000U sia superiore alla serie Ice Lake, in quanto a performance.

Tiger Lake arriverà dopo Ryzen 4000 cercando di imitarlo e persino superarlo. È già successo in passato e sappiamo com'è andata a finire. A breve termine, chiunque cerchi potenza pura per il proprio notebook opterà per AMD, ma ci sono troppe funzioni di qualità in Project Athena per escludere Intel dalla competizione. Il mercato mobile rappresenta una cospicua fonte di entrate per il Team Blue e difficilmente vi rinuncerà come accaduto nel segmento desktop.

Vogliamo solo AMD Ryzen in questo portatile

Vogliamo solo AMD Ryzen in questo portatile (Image credit: Future)

Cosa accadrà? 

Se AMD vuole conquistare il mercato mobile come accaduto con quello desktop, le prestazioni  non saranno sufficienti. Abbiamo discusso con dei rappresentanti di AMD sui nuovi processori mobile e ci hanno informato che l'azienda stia collaborando con i produttori per garantire la stessa esperienza d'uso dei sistemi targati Intel e dovrà impegnarsi parecchio per raggiungere questo traguardo. Da quanto ci è stato detto al CES 2020, sembra che l'obiettivo attuale di AMD sia mostrare ai produttori di notebook che può costantemente innovare e produrre processori ad alte prestazioni.

Dopotutto, nel segmento laptop, un buon processore risulta inutile senza dei partner interessati a supportarlo. Ma dal momento che, a quanto pare, 100 nuovi laptop targati AMD arriveranno sul mercato, sembra che quest'anno la strategia della Casa Rossa stia funzionando. Un altro tassello del puzzle per il successo è rappresentato dai nuovi processori Athlon; molti consumatori hanno un budget limitato e i grandi volumi si fanno con i portatili entry-level e di fascia media.

AMD ha annunciato due processori Athlon mobile costruiti appositamente per questi portatili, e afferma che siano in grado di garantire un’esperienza di utilizzo sensibilmente migliore. Inoltre l’azienda sta attivamente collaborando con i produttori di notebook per portare funzioni come Windows Hello anche nei portatili più economici, idea decisamente vincente.

O in questo notebook

O in questo notebook (Image credit: HP)

Un futuro luminoso 

In questo momento, i migliori laptop o Ultrabook sul mercato montano processori Intel; portatili come Dell XPS 13, HP Spectre x360 e MacBook Pro sono tutti dotati di chip Intel. Tuttavia, AMD si avvicina ogni giorno a questo segmento di mercato con i suoi processori mobile. Lenovo ha annunciato lo Yoga 7 Slim, che non è certo un top di gamma, ma è un prodotto di fascia alta. 

E, naturalmente, nonostante non si tratti di un portatile particolarmente brillante, non possiamo dimenticare Microsoft Surface Laptop 3. La concorrenza fa bene a tutti e un po’ di competizione tra i notebook di fascia alta non può che rivelarsi positiva per tutti: le aziende si impegnano di più e i consumatori pagano di meno. Detto questo, non resta che aspettare.