Skip to main content

Recensione Samsung Q950TS 8K QLED TV (75Q950TS)

Samsung Q950TS costa 7999 euro. Ma li vale?

Samsung Q950TS 8K QLED TV (75Q950TS)
Editor's Choice
(Image: © Samsung)

Il nostro verdetto

La mancanza di contenuti 8K nativi e un prezzo piuttosto salato rendono la vita difficile al Samsung Q950TS. Detto questo, il TV è un apripista per lo sviluppo del settore ed è capace di valorizzare al meglio i contenuti 4K HDR.

Pro

  • Upscaling straordinario
  • Immagini luminose e dettagliate
  • Design premium

Contro

  • Prezzo
  • No Dolby Vision

Samsung Q950TS è il TV top di gamma del colosso coreano, nonché il prodotto con il quale l’azienda intende persuadere i consumatori a comprare un modello 8K.

Purtroppo, è ancora difficile consigliare l’acquisto di un TV 8K: tali dispositivi costano troppo e mancano contenuti nativi a tale risoluzione. Samsung sta facendo il possibile per limare il prezzo delle proprie soluzioni, ma il loro cartellino è ben lontano da quanto il consumatore medio può/è disposto a spendere.

Sì, esistono telecamere 8K, e sì, pare che Netflix le stia usando per sviluppare contenuti. E sì, se le Olimpiadi di Tokyo dovessero tenersi, l'emittente giapponese NHK trasmetterà l'intero evento in 8K. Detto questo, serviranno ancora molti anni prima di poter ammirare contenuti nativi in 8K quotidianamente.

In altre parole, il Samsung Q950TS deve offrire un upscaling superlativo per indurre i consumatori all’acquisto e, fortunatamente per Samsung, lo fa.

Disponibilità e prezzo

Samsung Q950TS 8K, il TV QLED 2020 di punta del colosso coreano è disponibile in tre formati: 65, 75 e 85 pollici. I prezzi, rispettivamente, sono di 6000, 8000 e 12000 euro. 

(Image credit: Samsung)

Design

Samsung Q950TS - Scheda tecnica

Dimensioni dello schermo: 65, 75 e 85 pollici | Sintonizzatore: DVB-T2CS2 x2 | Tecnologia del pannello: QLED | Risoluzione del pannello: 7680 x 4320 pixel | Smart TV: Samsung / Tizen | HDR: Sì (HLG, HDR10, HDR10+) | Ingressi: 4x HDMI (di cui uno HDMI 2.1), 3x USB, Ethernet | Dimensioni: 94 x 165 x 1,5 cm (A x L x P) | Peso: 36 kg 

Talvolta il giudizio sul design di un TV è banale: più la cornice è sottile, meglio è. E nel caso del Q950TS, Samsung ha fatto centro.

Lo schermo da 75 pollici è imponente e l’azienda è riuscita a delimitarlo con la cornice più sottile che abbiamo mai visto. Lo spessore di quest’ultima è di soli 2 mm, pressoché invisibile, infatti a qualche metro di distanza scompare alla vista. Altrettanto impressionante è la profondità del telaio, che è di soli 15 mm. La tecnologia QLED richiede uno strato di LED per la retroilluminazione, quindi non raggiungerà mai lo spessore di un OLED, il suo principale rivale. Eppure, Samsung si è superata con questo modello: ha rimosso tutti gli ingressi e le uscite e persino a un occhio esperto, il Q950TS potrebbe sembrare un OLED.

Le prese di I/O, ovvero quattro ingressi HDMI (una delle quali è 2.1), tre ingressi USB, i sintonizzatori, la presa Ethernet sono stati “spostati” nella One Connect Box. Quest’ultimo integra anche un'uscita ottica digitale e quella per l'alimentazione: basta collegare un solo cavo al TV. Quindi, se monterete il TV sulla parete, rimarrà quasi a filo.

In caso contrario, il televisore verrà apposto su un sobrio ed elegante piedistallo centrale. D’altronde sarebbe controproducente posizionare il TV su una superficie alta: sarebbe come sedersi alle prime file quando si va al cinema… Il pannello è inclinato posteriormente di circa tre gradi, per un maggior comfort. 

Design in breve: Il One Connect Box, un telaio sottile e una cornice di soli 2 mm rendono Q950TS uno dei televisori più eleganti sul mercato. 

Ecco come appare Tizen sui televisori QLED dell'anno scorso.

Ecco come appare Tizen sui televisori QLED dell'anno scorso. (Image credit: Samsung)

Smart TV (Tizen) 

I televisori Samsung del 2019 sono dotati della migliore interfaccia intelligente in circolazione, pertanto l’azienda ha deciso di riproporla (squadra che vince non si cambia). L’unica differenza è il colore del background che è passato dal bianco a un blu tenue al fine di ridurre l’affaticamento degli occhi. All’infuori di ciò, è lo stesso software TV organizzato, reattivo e di facile personalizzazione dello scorso anno, ed è ancora ricco di app.

I menu delle impostazioni che regolano la qualità video sono curati e completi: la personalizzazione dell'immagine si completa in breve tempo e a tal fine l'eccellente telecomando Samsung aiuta molto. Non manca il supporto ad Amazon Alexa e Google Assistant.

(Image credit: Samsung)

Prestazioni HD/SDR

Samsung Q950TS fa di necessità virtù: la totale carenza di contenuti nativi 8K obbliga il televisore a effettuare l’upscaling di tutti i contenuti per adattarli alla sua risoluzione di 7680 x 4320 pixel. Per capirci, un contenuto nativo da 1920 x 1080 pixel fornisce informazioni a poco più di 2 milioni di pixel, ma Q950TS presenta un pannello da oltre 30 milioni di pixel.

Grazie all'enorme sforzo dell’intelligenza artificiale e al machine learning, il televisore è in grado di comporre un’immagine definita avvalendosi di immagini campione contenute in un enorme database. Detto questo, se c'è molto rumore nell'immagine originale, il TV può fare ben poco. Non sempre i bordi degli oggetti o il movimento dei calciatori appare naturale, ma Q950TS offre comunque una qualità video convincente.

Svolge un ottimo lavoro nel recupero dei dettagli e delle texture; il contrasto è notevole e i livelli di dettaglio rimangono alti anche nelle scene più luminose o più scure. Il TV riesce a differenziare le sfumature di nero con facilità e a mantenere i bianchi luminosi, anche all’interno della stessa immagine.

Nel complesso, è la qualità dell’upscaling che ci ha impressionato: l’immagine è nitida, definita e non si notano i pixel anche a distanza ravvicinata.

(Image credit: Samsung)

Prestazioni 4K/HDR

Abbiamo testato le prestazioni 4K/HDR durante la visione del Blu-ray 4K di Mad Max: Fury Road. L'immagine è superiore anche a quella riprodotta dai modelli 4K top di gamma.

Per quanto riguarda la qualità video, Samsung Q950TS è semplicemente di un’altra categoria. La luminosità di picco supera i 4000 nit, la gamma cromatica è incredibilmente ampia e il livello di dettaglio è quasi indecente. La gestione del movimento è sorprendente anche con i film da 25 FPS. I toni bianchi più luminosi non soffrono di clipping, mentre le zone più scure rimangono ricche di dettagli.

I contenuti HDR emergono con forza: i toni rosso e arancione sono abbaglianti persino per chi soffre di cataratta. La retroilluminazione Direct Full Array Pro (480 zone di local dimming) regola automaticamente il contrasto di ogni singola scena per offrire il massimo livello di dettaglio nelle scene buie e luminose. Anche nelle immagini più luminose e colorate, le aree scure rimangono tali; solo nelle circostanze più difficili si nota qualche accenno di blooming.

Samsung Q950TS non è stato in grado di rimuovere quel pizzico di rumore che ha penalizzato le aree di colore più grandi e uniformi del film (il cielo e il deserto). In definitiva, il processore Quantum 8K non riuscirà a offrire sempre immagini perfette, ma c’è davvero poco di cui lamentarsi.

(Image credit: Samsung)

Prestazioni 8K

Il televisore è a dir poco spettacolare quando riproduce contenuti 8K nativi. Ma, salvo conoscenze in ambienti Hollywoodiani, il contenuto di 8K che vedrete sarà lo stesso con cui abbiamo testato il pannello: deliziosi scatti elettronici di fiori che si aprono, sontuosi panorami di paesaggi urbani, primi piani di graziosi animali...

Sì, è tutto fantastico. Colorato, ad alto contrasto, lussuosamente dettagliato... ma in assenza di contenuti 8K su disco o in streaming, l’acquisto di un TV 8K non ha molto senso.

(Image credit: Samsung)

Comparto audio

Spendere una piccola fortuna per un TV 8K e non investire in un impianto audio sarebbe un peccato. Ebbene, Samsung ha migliorato notevolmente il comparto audio dell’offerta 2020, implementando la tecnologia "Sound Tracking Sound+".

Samsung Q950TS presenta otto driver disposti in quella che l’azienda definisce una configurazione "4.2.2". All’atto pratico, il TV offre un sistema da 70 W composto da due midrange collocati nella parte superiore del telaio, un'altra coppia di midrange e due woofer posizionati nella parte inferiore e due tweeter collocati ai lati del telaio, a metà altezza. 

A detta dell’azienda, questa configurazione dovrebbe migliorare la spazialità del suono e per certi aspetti ci riesce. Gli otto driver producono un suono nitido a tutte le frequenze e con una buona spazialità. Tuttavia, la qualità complessiva non è adeguata all'opulenza delle immagini.

Se siete disposti a spendere, Philips OLED+ 984 è un’ottima un'alternativa 4K OLED al QLED 8K di Samsung. 

Se siete disposti a spendere, Philips OLED+ 984 è un’ottima un'alternativa 4K OLED al QLED 8K di Samsung.  (Image credit: Philips)

Altri pannelli su cui riflettere...

I modelli Samsung 8K dello scorso anno sono ora disponibili con allettanti sconti... ma il Q950TS è nettamente superiore, per cui non ve li consigliamo.

Potreste invece considerare l’acquisto di un TV 4K come lo straordinario Philips OLED+ 984. Certo, è disponibile nel solo modello da 65 pollici, ma, a differenza del Samsung, è dotato della tecnologia Ambilight, supporta lo standard Dolby Vision e grazie alla soundbar Bowers & Wilkins suona alla grande. Inoltre, costa circa la metà del 75Q950TS, il che non è poco.

Oppure, potreste optare per un modello 8K della concorrenza come il TV Sony ZG9 8K da 85 pollici. È meno elegante rispetto al TV Samsung a causa della profondità dello chassis, ma il suo processore d’immagine è più potente: l’upscaling è fantastico. Perde però qualcosa nella luminosità massima e nel contrasto. 

Conclusioni

Samsung Q950TS è un degno rappresentante tra i modelli 8K. Le sue immagini 8K native sono impeccabili, inoltre il processore quantum 8K effettua l’upscaling dei contenuti 4K alla grande. Purtroppo, il prezzo e la mancanza di contenuti nativi ne rendono difficile l’acquisto, ma chiunque lo comprerà rimarrà piacevolmente sorpreso dalla qualità video.