Recensione Bose QuietComfort Ultra: le migliori cuffie wireless ANC (autonomia a parte)

Le cuffie ANC perfette, se non fosse per l'autonomia!

Bose QuietComfort Ultra Headphones held in a man's hand
(Image: © Future)

Verdetto

Le cuffie Bose QuietComfort Ultra costano parecchio, ma valgono ogni centesimo del loro prezzo. La qualità del suono è elettrizzante e la cancellazione del rumore attiva eccellente. Sono anche comode e dotate di ottime funzioni extra, tra cui un buon audio spaziale che funziona benissimo grazie alle modalità "Immersive". Peccato solo che la durata della batteria sia inferiore alla media.

Pro

  • +

    Suono fantastico e dettagliato

  • +

    ANC ai vertici della categoria

  • +

    Comode e facili da portare sempre con se

  • +

    Ottime funzioni intelligenti

Contro

  • -

    Autonomia scarsa

  • -

    Alcuni preferiscono un suono più neutro

  • -

    Nessun ingresso USB-C

  • -

    Nessun supporto audio LE (ma dovrebbe arrivare)

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Cuffie Bose QuietComfort Ultra: Recensione in due minuti

Le cuffie Bose QuietComfort Ultra sono tra le migliori che ho provato nel 2024 e stabiliscono un nuovo standard per quanto riguarda la cancellazione attiva del rumore. 

Naturalmente, avrete già notato che le Bose QuietComfort Ultra sono più costose della maggior parte delle migliori cuffie a cancellazione del rumore sul mercato, il che complica le cose, anche se ritengo che il prezzo sia più che meritato.

Purtroppo la batteria è carente: 24 ore non sono un valore terribile, ma la differenza è davvero evidente rispetto alle concorrenti Sony che garantiscono facilmente 30 ore.

È anche un peccato che non siano all'altezza di altre opzioni più premium per la mancanza di un supporto audio USB-C o un Bluetooth di nuova generazione (al momento in cui scriviamo), anche se dispongono di aptX per lo streaming wireless di qualità superiore.

Del resto la durata della batteria è l'unica cosa che non permette a queste cuffie di raggiungere una valutazione di cinque stelle, dato che la qualità audio e le funzioni ANC sono al top della categoria.

Certo, le Sennheiser Momentum 4 Wireless offrono specifiche simile  costano meno. Ma se volete il massimo equilibrio tra qualità del suono e cancellazione del rumore, le Bose QuietComfort Ultra sono il top del top.

Recensione Bose QuietComfort Ultra: prezzo e data di uscita

  • Prezzo di listino: 399€
  • Disponibili da ottobre 2023
  • Prezzo superiore alle rivali Sony e Sennheiser

Le cuffie QuietComfort Ultra sono l'opzione più costosa della gamma Bose e costano 50 euro in più delle Bose QuietComfort (non Ultra) uscite all'incirca nello stesso periodo.

Questo prezzo le pone in linea con le AirPods Max o le Bang & Olufsen BeoPlay HX, ma nettamente al di sopra di cuffie eccellenti del calibro delle Sony WH-1000XM5.

Tuttavia, 399€ per una cuffia di questo livello sono accettabili dato che offrono una qualità audio e un ANC al top della categoria.

Bose QuietComfort Ultra Headphones held in a man's hand

(Image credit: Future)

Recensione Bose QuietComfort Ultra: specifiche

Swipe to scroll horizontally
Specifiche
Driver35mm
Cancellazione attiva del rumore
Durata della batteria24 ore (ANC attivato)
Peso250g
ConnettivitàBluetooth 5.3, Snapdragon Sound, jack audio da 3,5 mm, USB-C per la ricarica
Gamma di frequenzaNon elencato
ImpermeabilizzazioneNon valutato
Altre caratteristicheAudio spaziale Immersive Audio, supporto per l'app Bose Music, rilevamento dell'usura, connettività multipunto

Bose QuietComfort Ultra Headphones showing the ports and buttons

(Image credit: Future)

Recensione Bose QuietComfort Ultra: caratteristiche

  • L'audio immersivo crea un suono spaziale da qualsiasi sorgente
  • L'applicazione Bose Music offre numerose opzioni di controllo
  • Ottime opzioni di connettività, tra cui il Bluetooth multipoint

Le cuffie Bose QuietComfort Ultra sono ricche di funzioni e offrono due delle tecnologie più interessanti del momento: il Bluetooth multipoint e l'audio spaziale.

Il Bluetooth multi-point non è una sorpresa, dato che molte delle migliori cuffie wireless sono dotate della capacità di connettersi a due dispositivi simultaneamente e di passare dall'uno all'altro senza soluzione di continuità, ma è una novità assoluta per Bose ed è qualcosa che oggi consideriamo un must per le cuffie di fascia alta.

L'audio spaziale è gestito dal sistema Bose Immersive Audio. Come per gli AirPods Max, è possibile disattivarlo, impostarlo in modo che venga direzionato in base ai movimenti della vostra testa o in modo che l'orientamento del suono sia statico indipendentemente dalla vostra posizione. Se pensate di usarlo, vi consigliamo la prima opzione Immersive per la musica e la seconda per i film, poiché quest'ultima è più simile a una configurazione home theater.

Bose aggiunge anche la tecnologia CustomTune, che si adatta alla forma delle orecchie e all'ambiente circostante per garantire un ascolto sempre accurato, in teoria.

A proposito di adattamento all'ambiente, la cancellazione attiva del rumore è la più avanzata mai realizzata da Bose ed è altamente personalizzabile. Sono disponibili le modalità Quiet (normale cancellazione del rumore), Aware (che lascia passare i suoni esterni) e Immersion (che attiva l'ANC al massimo e lo Spatial Audio). Ma è anche possibile creare modalità personalizzate: basta andare alla schermata Modalità nell'app Bose Music e toccare il simbolo + per farlo. È possibile scegliere un caso d'uso, quindi regolare il livello di cancellazione del rumore con incrementi di 10, scegliere la funzione Wind Block per ridurre il rumore del vento (che attiva anche l'ANC al massimo se la si attiva) e scegliere se attivare o meno l'audio immersivo e, in tal caso, con quale tipo di tracciamento della testa. Una volta create le modalità personalizzate, è possibile passare da una all'altra cliccando un pulsante sulle cuffie, in modo da passare facilmente dalla modalità pendolare personalizzata con ANC completo e nessun audio immersivo alla modalità ufficio con ANC al 60% e audio immersivo attivato.

In altre sezioni dell'applicazione potete regolare un equalizzatore a tre bande, disconnettervi dai dispositivi accoppiati nella schermata Sorgente e decidere l'uso del pulsante segreto Shortcut sulle cuffie. Sul padiglione destro è presente una striscia tattile per la regolazione del volume. È possibile utilizzarlo per cambiare il tipo di audio immersivo, attivare un assistente vocale, indicare il livello della batteria o per attivare Spotify e riprendere da dove si era interrotto o passare direttamente alla stazione Discover. Spero che Bose aggiunga altre opzioni in futuro, ma queste sono un buon inizio.

Per quanto riguarda la connettività wireless, sono disponibili il Bluetooth 5.3 - con supporto per i codec SBC e AAC, ma non ancora per il Bluetooth LE Audio e il codec LC3, che secondo Bose arriveranno prima o poi - e lo Snapdragon Sound. Si tratta di una forma di aptX Adaptive che funziona con i telefoni dotati di Snapdragon Sound, ma non con la maggior parte dei dispositivi aptX. 

È presente un jack da 2,5 mm per una connessione cablata e nella confezione trovate un adattatore da 2,5 a 3,5 mm (insieme a una bella custodia protettiva). È presente anche una connessione USB-C, ma a differenza delle Sennheiser Momentum 4 Wireless o delle Shure Aonic 50 Gen 2, questa non può essere utilizzata per l'audio Hi-Res cablato da un telefono o da un laptop: serve solo per la ricarica. È un peccato, considerando il prezzo di queste cuffie, ma non è un problema.

Bose afferma che queste cuffie sono dotate di un "sistema microfonico rivoluzionario" per garantire la chiarezza delle chiamate e, sebbene sia decisamente buono per un paio di cuffie senza microfono, non lo definirei rivoluzionario. Utilizzandole, il suono è generalmente chiaro, anche se un po' basso. È abbastanza buono, ma non regge il confronto con i microfoni dedicati. Le cuffie hanno una funzione "Self Voice" per ascoltare la propria voce durante le chiamate e superare la strana sensazione di "sembrare chiuso in una scatola" che si prova quando si parla al telefono con le cuffie. È possibile disattivarla se si preferisce.

La durata della batteria è forse il difetto più grande: 24 ore con l'ANC attivato e 18 ore con l'audio immersivo attivato sono poche. Le Sony WH-1000XM5 offrono una durata media di 30 ore, mentre le Sennheiser Momentum 4 Wireless offrono un'eccellente durata di 60 ore. Ad essere sinceri, è l'unico aspetto che ha impedito a queste cuffie di ottenere cinque stelle.

Tuttavia, ci sono alcuni accorgimenti per attenuare il problema. Sono dotate di una funzione di pausa automatica quando le si toglie dalle orecchie e di una funzione di spegnimento automatico se lasciate accese ma inutilizzate, anche se questa funzione è stata impostata di default su 24 ore e consuma una tonnellata di batteria nell'arco delle 24 ore. Nell'app Bose Music, ho impostato un tempo di 20 minuti, che per me funziona benissimo, soprattutto perché si accendono e si collegano molto rapidamente. Inoltre, si ricaricano rapidamente, con una ricarica di 15 minuti per due ore di utilizzo.

  • Caratteristiche: 4/5

Bose QuietComfort Ultra Headphones

(Image credit: Future)

Recensione Bose QuietComfort Ultra: Qualità del suono

  • Un suono dettagliato e potente perfettamente bilanciato
  • L'ANC è il migliore della categoria, non c'è dubbio.
  • L'audio immersivo fa il suo lavoro

Bose non ne fa menzione nelle specifiche delle QuietComfort Ultra, ma queste cuffie utilizzano una coppia di driver angolati nei padiglioni. Abbiamo già visto questo concetto sulle Bowers & Wilkins Px8 e l'idea è che, anche se la maggior parte delle cuffie ha i driver installati in piano all'interno dei padiglioni, questo non è il posizionamento ideale per ottenere un audio perfetto. La vostra testa non è quadrata (probabilmente) e i padiglioni non si appoggiano direttamente sul cranio, il che significa che nella maggior parte delle cuffie i driver non sono paralleli ai canali uditivi. 

Un lato del driver è più vicino, il che significa che il suono arriva marginalmente più velocemente. Gli altoparlanti sono angolati nel padiglione auricolare, in modo che quando sono sulla testa siano paralleli alle orecchie (o il più vicino possibile). Questo dovrebbe significare un miglior tempismo e il miglior dettaglio possibile.

Queste cuffie offrono uno dei suoni più vivi, emozionanti, strutturati, finemente risolte che abbia mai sentito da un paio di cuffie wireless. È il tipo di suono per il quale mi aspetterei di pagare il 50% o addirittura il doppio, e accetterei con riluttanza che ne valga la pena. Le cuffie Bose QuietComfort Ultra non saranno economiche, ma solo per la qualità della musica sono un ottimo affare.

Probabilmente noterete prima di tutto i bassi. Mettete su qualsiasi cosa che abbia un po' di capacità in gamma bassa e ve ne accorgerete subito. Il suono è in grado di colpire in profondità e di risalire con precisione, senza mai eccedere.

Il tutto è corredato dalla ricchezza e dalla stratificazione dei medi. I bassi sono liberi di andare a spasso perché non trascinano con sé la gamma media: le voci si librano in modo naturale, gli strumenti restano separati ma parte di un insieme, i dettagli sono chiari ovunque. E gli alti sono scintillanti e alti senza mai diventare aspri o distaccati.

Il dinamismo della gamma delle cuffie Ultra è semplicemente sbalorditivo. Possono passare da un nulla di fatto a un'esplosione di suoni come un fuoco d'artificio appena acceso. Il loro tempismo è così elevato che questo aspetto da solo può valere il prezzo del biglietto.

E suonano così con la cancellazione attiva del rumore attivata tramite AAC su Bluetooth! Diverse aziende (tra cui Apple) sostengono che la maggior parte delle cuffie non rivela nemmeno i dettagli possibili nel suono wireless standard e che l'alta risoluzione non è davvero necessaria per molte persone. Abbiamo sempre sostenuto che gli utenti dovrebbero avere a disposizione almeno l'opzione di qualità superiore... ma posso certamente percepire una parte della verità di questa argomentazione quando uso queste cuffie.

Come il suono, anche la cancellazione attiva del rumore è straordinaria. È assolutamente la migliore della categoria, non c'è dubbio. Non ho mai sentito città affollate diventare così silenziose come quando cammino con queste cuffie, è davvero una cosa di livello superiore.

Ho riscontrato uno strano problema di elaborazione con alcuni suoni estremamente forti, ad esempio durante il decollo di un aereo, un autobus particolarmente rumoroso che fatica a salire su una collina e in una giornata estremamente ventosa. In questi casi, quando il rumore ha raggiunto l'apice, anche il suono delle cuffie è diventato discontinuo e rumoroso. Si trattava di un fenomeno breve, quindi non lo considero un problema, ma il fatto rimane. Bose potrebbe risolvere il problema con un aggiornamento, chissà.

L'opzione Audio immersivo svolge bene il suo compito fondamentale di far sembrare che il suono provenga dagli altoparlanti intorno a voi, piuttosto che essere pompato direttamente nelle vostre orecchie. Anche il tracciamento della testa funziona molto bene e non mi ha mai dato la sensazione di un ritardo o di un distacco dai movimenti della testa. Tuttavia, sebbene sia piacevole sia per la musica che per i film, in ultima analisi non l'ho trovato molto coinvolgente, in parte perché risulta essere un compromesso.

L'immersione e il posizionamento dei suoni si basano sull'elaborazione del suono stereo, il che è un po' diverso dall'audio spaziale che si ottiene con gli AirPods di Apple, che si basa sui sistemi audio Dolby Atmos 3D (quando possibile).

  • Punteggio qualità audio: 5/5

Bose QuietComfort Ultra Headphones

(Image credit: Future)

Recenaione Bose QuietComfort Ultra: Design

  • Finitura in plastica ed ecopelle di qualità superiore
  • Il design pieghevole è ideale per i viaggi
  • Controlli fisici e tattili

Le cuffie QuietComfort Ultra sono comode e composte da materiali di qualità superiore, come è giusto che sia visto l loro prezzo. I padiglioni in plastica e la parte superiore dell'archetto hanno un'ottima finitura opaca e morbida al tatto e sono collegati all'archetto da solide cerniere in alluminio. La parte inferiore dell'archetto e i cuscinetti auricolari sono in finta pelle a base plastica, molto comodi e morbidi da indossare.

I padiglioni si ripiegano all'interno delle cuffie, in modo da poterle piegare per i viaggi, e vengono forniti con una bella custodia rigida, che contiene un cavo di ricarica da USB-C ad A e il cavo del jack audio. 

Sul padiglione destro si trovano i controlli, che comprendono un pulsante che le accende e le spegne, controlla la modalità di accoppiamento e riproduce/pausa/salta i brani. Un secondo pulsante consente di passare da una modalità di ascolto all'altra, selezionando quelle impostate nella schermata delle modalità. Accanto a questi pulsanti c'è una striscia sensibile al tocco che controlla il volume e, tenendola premuta, il pulsante "Shortcut".

Sul padiglione sinistro si trovano la porta USB-C e il jack da 2,5 mm, oltre a una spia di ricarica.

Ho riscontrato solo un piccolo problema con la vestibilità, ovvero il fatto che se si indossano le cuffie intorno al collo e si ruotano i padiglioni per farli appoggiare, questi ruotano in modo che il lato aperto sia rivolto verso l'alto, invece che verso il basso, in direzione del corpo. Io preferisco il contrario. 

  • Punteggio design: 5/5

Bose QuietComfort Ultra Headphones on a white table, with their case

(Image credit: Future)

Recensione Bose QuietComfort Ultra Headphones: Qualità / prezzo

  • Costose, ma nel complesso ne vale la pena
  • Un netto passo avanti rispetto alle QuietComfort non Ultra
  • Peccato per la mancanza di altri supporti ad alta risoluzione

Sebbene sia difficile descrivere un paio di cuffie che costano così tanto come l'affare del secolo, ritengo comunque che le Bose QuietComfort Ultra abbiano un buon rapporto qualità/prezzo, considerando l'efficacia della cancellazione attiva del rumore e della qualità audio. Non sono solo "un po' meglio" di cuffie del calibro di Sony WH-1000XM5; sono nettamente migliori. Sono anche leggermente migliori delle AirPods Max, che sono molto più costose.

Il punto debole è la mancanza del supporto completo aptX o LDAC per un suono di qualità CD wireless più ampio, o del supporto audio USB-C per l'audio digitale cablato ad alta risoluzione. Le altre opzioni premium ne sono dotate e dovrebbero essere presenti, ma non è un grosso problema per molti.

La batteria è l'elemento chiaramente mancante, poiché cuffie meno costose con lo stesso tipo di caratteristiche sono in grado non solo di batterle, ma di sotterrarle come nel caso delle Sennheiser Momentum 4 Wireless.

Ciononostante, continuo a pensare che valgano il prezzo di listino.

  • Punteggio: 4/5

Conviene acquistare le Bose QuietComfort Ultra?

Swipe to scroll horizontally
SezioneNotePunteggio
CaratteristicheOttima app e ottime funzionalità nel complesso, ma supporto hi-res limitato e scarsa durata della batteria.4/5
Qualità del suonoIl miglior ANC possibile e un audio incredibilmente energico, dettagliato, preciso e ricco.5/5
DesignMolto confortevoli, con una sensazione di qualità superiore e buoni controlli sui padiglioni auricolari.5/5
Valore Vale facilmente il prezzo, nonostante le piccole carenze di funzionalità.4/5

Acquistatele se...

Volete la migliore cancellazione del rumore al mondo

Queste cuffie hanno il migliore sistema ANC sul mercato, non c'è dubbio.

Volete un sono perfetto

La profondità del suono e l'energia di queste cuffie sono paragonabili a quelle di un buon paio di cuffie cablate open-ear, ma con tutti i vantaggi dell'ANC e della tecnologia wireless.

Apprezzate il comfort e la portabilità

Queste cuffie sono leggere, comode e hanno un design pieghevole ideale per i viaggi.

Non acquistatele se...

Volete il migliore audio ad alta risoluzione

Ovviamente è possibile collegarle via cavo per ottenere un audio di alta qualità, ma se si cerca la certificazione aptX o USB digital Hi-Res Audio, le QuietComfort Ultra non sono quello che fa per voi.

Volete una batteria di lunga durata

24 ore di autonomia sono poche, troppo poche.

Volete un audio spaziale top

L'audio spaziale funziona ma ha dei limiti rispetto a quello offerto dalle cuffie Apple.

Considerate anche

Image

<a href="https://global.techradar.com/it-it/reviews/recensione-sennheiser-momentum-4-wireless" data-link-merchant="global.techradar.com"">Sennheiser Momentum 4 Wireless

Queste cuffie offrono praticamente tutto ciò che manca alle Bose, compreso il supporto audio aptX e USB-C e un'enorme durata della batteria di 60 ore. Le Bose portano il suono e la cancellazione a un livello superiore rispetto a queste cuffie che, del resto, costano anche molto meno.

Image

<a href="https://global.techradar.com/it-it/reviews/recensione-bowers-and-wilkins-px8" data-link-merchant="global.techradar.com"">Bowers & Wilkins Px8

Queste cuffie hanno un suono fenomenale e un design splendido. L'aspetto e la sensazione al tatto sono ancora più premium rispetto alle Bose, il suono è di classe superiore, ma l'ANC non è neanche lontanamente paragonabile a quello delle rivali Quiet Comfort Ultra. Tuttavia l'autonomia è superiore, quindi dovrete valutare attentamente a quale specifica dare più valore.

Come ho testato le cuffie Bose QuietComfort Ultra

Bose QuietComfort Ultra Headphones

(Image credit: Future)
  • Testate per tre mesi
  • Utilizzate principalmente con un iPhone e un MacBook Air
  • Testate in situazioni reali (ufficio, città e viaggio)

Ho utilizzato le cuffie Bose QuietComfort Ultra fin dal loro lancio, prendendomi il tempo necessario per testarle in quante più situazioni possibili. Le ho utilizzate negli uffici di TechRadar, a casa e in viaggio su autobus, treni e aerei, per avere un'idea delle loro prestazioni reali. In questo periodo sono state le mie cuffie over-ear principali.

Le ho confrontate direttamente con cuffie come le Bose QuietComfort, le Bose Noise Cancelling Headphones 700, le Apple AirPods Max, le Sennheiser Momentum 4 Wireless e le Sennheiser HD600.

Nell'uso quotidiano, le ho usate principalmente con il mio iPhone per ascoltare i brani di Apple Music e con l'iPad Pro per guardare video da vari servizi di streaming e per testare la connettività multi-punto. Le ho provate anche con altre fonti audio tra cui Spotify, podcast e YouTube. Per l'uso con cavo, le ho collegate al mio MacBook Air.

Matt Bolton
Managing Editor, Entertainment

Matt is TechRadar's Managing Editor for Entertainment, meaning he's in charge of persuading our team of writers and reviewers to watch the latest TV shows and movies on gorgeous TVs and listen to fantastic speakers and headphones. It's a tough task, as you can imagine. Matt has over a decade of experience in tech publishing, and previously ran the TV & audio coverage for our colleagues at T3.com, and before that he edited T3 magazine. During his career, he's also contributed to places as varied as Creative Bloq, PC Gamer, PetsRadar, MacLife, and Edge. TV and movie nerdism is his speciality, and he goes to the cinema three times a week. He's always happy to explain the virtues of Dolby Vision over a drink, but he might need to use props, like he's explaining the offside rule.

Con il supporto di