Skip to main content

Recensione Samsung Galaxy S20 Plus

Samsung Galaxy S20 Plus è meglio di Ultra?

Samsung Galaxy S20 Plus
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Il Samsung Galaxy S20 Plus è uno smartphone quasi perfetto dotato di connettività 5G e delle migliori fotocamere che l’azienda sudcoreana abbia mai realizzato. Per averlo dovrete però sborsare una cifra non indifferente, essendo questo lo smartphone Plus più costoso di sempre. Se non vi dispiace il design noioso, lo smartphone ha delle performance eccellenti e dovrebbe essere in grado di durare per anni, soprattutto dato che le reti 5G dovrebbero rimanere compatibili con S20 Plus durante il loro sviluppo.

Pro

  • Potente ed elegante
  • Zoom migliorato
  • Connettività 5G

Contro

  • Prezzo altissimo
  • I miglioramenti sono per lo più iterativi
  • Rimosso il jack per cuffie da 3,5mm

Samsung Galaxy S20 Plus: recensione veloce

Il Samsung Galaxy S20 Plus è lo smartphone “di mezzo” più impressionante che abbiamo mai potuto testare e molto probabilmente il miglior Galaxy della serie S20 in assoluto. È un campione che racchiude in sé i migliori pregi dei suoi fratelli e trova il perfetto equilibrio tra essi.

Ha un display più ampio e una maggiore durata della batteria rispetto al Samsung Galaxy S20, allo stesso tempo non è così grande e costoso come il Samsung Galaxy S20 Ultra. Se desiderate risparmiare qualcosina o se volete il meglio del meglio, dovreste affidarvi a uno degli altri due prodotti. Tuttavia siamo convinti che, per la maggior parte degli utenti, S20 Plus sia lo smartphone perfetto da acquistare.

Lasciando da parte il costoso Ultra, questo è anche il primo smartphone top di gamma di Samsung a supportare entrambe le modalità di trasmissione 5G, funzionando sia sulle frequenze mmWave che sub-6. Il modello standard di Galaxy S20 funziona solo in modalità sub-6 esattamente come il Galaxy S10 5G ed il Galaxy Note10 5G.

Aggiungete al tutto delle fotocamere ottime, dotate di uno zoom degno di nota e specifiche di alto livello, e questo Galaxy Plus si guadagna di diritto il posto di migliore smartphone del trio S20. Il prodotto non è perfetto, ci sono alcuni dettagli che ci hanno fatto storcere il naso e che andremo ad analizzare più avanti, ma nonostante tutto si rivela un ottimo terminale.

(Image credit: Future)

Samsung Galaxy S20 Plus: data d’uscita e prezzo

Samsung Galaxy S20 Plus è disponibile all'acquisto a partire dal 13 marzo 2020 nelle seguenti configurazioni: 

  • 128GB - 12GB of RAM - 4G al prezzo di €1029
  • 128GB - 12GB of RAM - 5G al prezzo di €1129
  • 512GB - 12GB of RAM - 5G al prezzo di €1279

Il produttore sudcoreano mette a disposizione il Galaxy S20 Plus in due tagli di memoria, uno dei quali disponibile anche in versione solo 4G. La versione da noi provata è quella con a disposizione 128GB di memoria interna e connettività 5G abilitata, quella che la maggioranza degli utenti potrebbe preferire.

Il modello di Galaxy S20 Plus in arrivo nel nostro Paese utilizza un SoC prodotto da Samsung direttamente, l’Exynos 990, accoppiato con il modem Exynos 5123, che supporta contemporaneamente sia le reti 5G che quelle 4G.

Non siamo sicuri del fatto che la variante senza supporto alle reti di nuova generazione utilizzi un modem diverso con una conseguente possibile riduzione dei consumi. Galaxy S20 Plus 4G potrebbe avere solamente il 5G disabilitato via software come accade nella versione USA dello smartphone (dotata di Snapdragon 865 e modem Snapdragon X55 in entrambe le varianti).

Tuttavia, vista la situazione attuale delle reti 5G nel nostro Paese, noi ci sentiamo di consigliare la versione dotata di sola connessione 4G, a meno che non abbiate bisogno di più memoria interna oppure non stiate pianificando di tenere lo smartphone a lungo, in attesa che l’infrastruttura sia completata dagli operatori di rete.

Samsung Galaxy S20 Plus

(Image credit: Future)

Design

  • Più grande dell'S20 standard, più piccolo dell'S20 Ultra
  • Il modulo fotografico sporge ed è di colore diverso rispetto al resto dello smartphone
  • Il pulsante Bixby non c'è più, come anche il jack per le cuffie da 3,5mm 

Il Samsung Galaxy S20 Plus non è molto diverso dal suo predecessore, ma questa non è una cosa negativa. Si tratta di uno dei dispositivi più eleganti disponibili sul mercato, nonostante il rettangolo nero sul retro che ospita le fotocamere posteriori e che per alcuni potrebbe sembrare un passo indietro rispetto al Samsung Galaxy S10 Plus.

Il singolo foro al centro del display che ospita la fotocamera frontale ha un aspetto più ordinato e ostruisce meno l’interfaccia rispetto al ritaglio allungato che ospita due sensori sul modello dello scorso anno. Meno evidente, se non affiancate le due generazioni di smartphone, è che Galaxy S20 Plus ha i bordi superiore e inferiore meno pronunciati e più simmetrici.

Ciò che è altrettanto meno ovvio è quanto il design di S20 Plus sia diventato minimale: niente lettore per le impronte digitali sul retro (questo era già stato eliminato da tutti gli S10 lo scorso anno), niente pulsante Bixby e, per la disperazione di alcuni utenti, niente jack da 3,5mm per le cuffie.

È persino leggermente più sottile rispetto al S20 standard. Il rovescio della medaglia? Se alzate il volume dei due speaker, posti uno sul lato inferiore dello smartphone e uno sopra al display, l'intera scocca posteriore vibrerà. L'audio è di tutto rispetto, anche se non abbiamo constatato un volume e un bilanciamento stereo simili a ciò di cui è capace il Pixel 4 di Google.

Samsung Galaxy S20 Plus

(Image credit: Future)

Display

  • Display da 6,7” AMOLED con risoluzione WQHD+ (3200x1440)
  • 120Hz, anche se solo a risoluzione FHD+ o inferiore
  • Il sensore di impronte digitali integrato nel display non è il più veloce 

Il display AMOLED da 6,7 pollici del Samsung Galaxy S20 Plus è nitido e luminoso. La risoluzione è WQHD+ (3200x1440) e il display è leggermente più allungato rispetto a quello di S10 Plus (QHD+, 3040x1440). Probabilmente non noterete nemmeno la differenza tra i due, visti anche i bordi ridotti sopra e sotto il display. Questo fino a quando non noterete la diversa frequenza di aggiornamento.

I Galaxy S20 hanno infatti la possibilità di aggiornare il display ad una frequenza maggiore, come molti altri smartphone di fine 2019 e inizio 2020. La maggior parte degli smartphone utilizzano dei display a 60Hz (il che significa che lo schermo si aggiorna 60 volte al secondo) mentre sui nuovi top di gamma di Samsung si può optare per una frequenza di 120Hz. 

Anche se si tratta è una frequenza di aggiornamento più veloce rispetto ai 90Hz di Google Pixel 4 o OnePlus 7T Pro, probabilmente non noterete alcuna differenza a meno che non mettiate fianco a fianco tali modelli con l'S20 Plus. Razer Phone 2 può arrivare a 120Hz ma utilizza un pannello di tipo LCD. ASUS ROG Phone 2 offre i 120Hz ma il pannello ha una risoluzione massima FHD+.

Il Galaxy S20 Plus è uno dei primi smartphone a disporre di un refresh rate elevato su un pannello AMOLED dalla risoluzione WQHD+, nonostante tale frequenza di aggiornamento sia ottenibile solamente abbassando la risoluzione via software. 

Quali benefici comporta questo nell'uso quotidiano? Tecnicamente, nei giochi che supportano i 120Hz dovreste avvertire una maggiore fluidità, anche se abbiamo trovato l'effetto più evidente in giochi online come PUBG piuttosto che in titoli quali Alto’s Odyssey. Tuttavia apprezzerete sicuramente di più i 120Hz nelle morbide e fluide animazioni dell'interfaccia Android: è un piacere passare da un'applicazione all'altra e attraverso i menu oppure scorrere il feed Instagram o Twitter.

Non è possibile alzare al massimo sia la frequenza di aggiornamento che la risoluzione del display: se si desidera sfruttare al massimo il pannello 1440p è necessario impostare lo schermo a 60Hz, se preferite i 120Hz allora dovrete accontentarvi della risoluzione 1080p (2400x1080). Passare da un’opzione all’altra non è immediato, probabilmente sceglierete una delle due voci e lascerete lo smartphone impostato così per sempre.

Per quanto riguarda le qualità generali del display, aspettatevi più o meno le stesse caratteristiche di S10 Plus, con un'immagine molto nitida e dettagliata quando si guardano contenuti alla risoluzione massima 1440p. Nonostante lo schermo abbia una risoluzione più alta rispetto a quello dell'iPhone 11 Pro Max, quest’ultimo in modalità HDR è in grado di mostrare un’immagine migliore anche grazie alla luminosità di picco superiore di oltre 200nit. 

Un ultimo appunto, potreste voler attivare il riconoscimento facciale (basato sulla sola fotocamera e meno sicuro di quello di Pixel 4 o iPhone 11) se pensate che il lettore di impronte integrato nel display sia troppo lento.

Fotocamere

  • Principale 12MP + ultra-grandangolare 12MP + telescopica 64MP (zoom ottico 3x)
  • Fotocamera con teleobiettivo molto migliorata con zoom digitale fino a 30x
  • Registra video in 8k e 24fps da cui è possibile estrarre foto a 33MP 

(Image credit: Future)

Il Samsung Galaxy S20 Plus è dotato di un trio di fotocamere posteriori e di un sensore di profondità ToF (Time of Flight). La fotocamera principale e la ultra-grandangolare non sono cambiate molto rispetto ai corrispondenti obiettivi di S10 Plus, tuttavia la fotocamera con teleobiettivo è stata potenziata per offrire una qualità fantastica, ben oltre le capacità del modello del 2019.

Dove S10 Plus aveva in dotazione un sensore da 12MP con un teleobiettivo dallo zoom ottico 2x (che si estendeva fino ad un rispettabile zoom digitale 10x), S20 Plus è dotato di un obiettivo dallo zoom ottico 3x abbinato ad un sensore da 64MP, che consente uno stupefacente zoom digitale 30x. Qui sotto potete osservare una foto panoramica del Soldiers and Sailors Memorial Arch di Brooklyn, New York City e successivi scatti effettuati zoomando 3, 20 e infine 30 volte.

Immagine 1 di 4

(Image credit: Future)

Il famoso arco al centro della Grand Army Plaza di Brooklyn immortalato con la fotocamera principale.

Immagine 2 di 4

(Image credit: Future)

Scatto effettuato con zoom ottico 3x, il massimo disponibile su S20 Plus.

Immagine 3 di 4

(Image credit: Future)

Zoom 20x sulla statua in cima all'arco.

Immagine 4 di 4

(Image credit: Future)

E infine lo zoom massimo 30x, da notare la sfocatura dei bordi e la mancanza di dettaglio, prova che si tratta di uno zoom digitale ottenuto ritagliando un'immagine più grande.

È vero, il dettaglio viene meno se si zooma al massimo, tuttavia i passaggi intermedi (l'applicazione fotocamera fornisce gli intervalli 2x, 4x, 10x e 20x) rendono molto più facile inquadrare i soggetti interessati. Non siamo allo stesso livello del tanto decantato Space Zoom 100x del Samsung Galaxy S20 Ultra, ma il concetto è lo stesso. Quante volte tornerebbe davvero utile avvicinarsi così tanto a un soggetto distante? Noi pensiamo che 30x sia più che sufficiente.

Dallo zoom 20x in su compare anche una finestra picture-in-picture che mostra quale parte dell'immagine più grande si sta inquadrando, una funzione davvero utile che vorremmo vedere su altri smartphone di altre marche dotati di questo livello di zoom.

(Image credit: Future)

Samsung ha persino potenziato la modalità notte con dei nuovi trucchi software e, nonostante il nostro scatto della luna piena con zoom digitale 30x non sia dei migliori, la modalità di scatto notturna può essere attivata anche quando si effettua uno zoom. 

Non mancano tutte le solite modalità di scatto tipiche degli smartphone dell’azienda come Live Focus, panorama e molte altre ancora. L’azienda ha però dotato la nuova serie S20 di un nuovo asso nella manica: Scatto singolo, un vero e proprio pulsante pensato per gli indecisi. Selezionando tale modalità e premendo il pulsante di scatto, la fotocamera catturerà una selezione tra foto standard, foto Live Focus con effetto bokeh, video e brevi animazioni GIF. L’AI selezionerà automaticamente le immagini e i filmati migliori, raggruppandoli in un mini-album nella galleria.

Un’altra caratteristica che S20 Plus guadagna quest’anno è la capacità di registrare video 8K a 24fps. Si tratta di una caratteristica che molti appassionati hanno già definito esagerata e non all’altezza delle altre modalità di registrazione video. Tuttavia è utile per poter estrarre dei fermoimmagine dall’incredibile risoluzione di 33MP. Ovviamente si può abbassare la risoluzione fino al 4K a 60fps (3840x2160), così come al FHD e all’HD all’occorrenza.

(Image credit: Future)

L'S20 Plus rinuncia alle due fotocamere frontali del suo predecessore per un singolo sensore da 10MP. Prevedibilmente, il rilevamento della profondità sul nuovo smartphone è meno preciso a confronto, con la modalità Live Focus che di conseguenza soffre un po'. Anche in questo caso non abbiamo la stessa qualità della fotocamera frontale da 40MP di S20 Ultra, ma fa il suo dovere.

samsung galaxy s20 plus

(Image credit: Future)

5G

  • Si collega sia alle frequenze mmWave che sub-6 

Il Galaxy S20 Plus si collega sia alla rete 5G mmWave che a quella sub-6, il che lo rende uno dei primi smartphone conosciuti e diffusi in tutto il mondo a poterlo fare. Il numero di prodotti con la stessa caratteristica potrebbe crescere durante il 2020 ma, anche in tal caso, potrebbe rimanere una caratteristica allettante, almeno in teoria.

Questo perché siamo ancora agli albori dell’era 5G. Non aspettatevi quindi di potervi magicamente connettere ovunque solo perché S20 Plus è in grado di farlo. Le reti sono ancora lontane dall’essere ultimate.

Detto questo, avere sia mmWave che sub-6 rende utilizzabile S20 Plus con più operatori e anche all’estero. Supponendo che i carrier continuino a mantenere la compatibilità con S20 Plus durante la costruzione delle reti, lo smartphone potrebbe essere più adatto a durare nel tempo, a differenza di Samsung Galaxy S10 5G che lavora solo in mmWave o di OnePlus 7 Pro 5G che si collega solo alle reti sub-6.

Prestazioni

  • Exynos 990 sul modello acquistabile in Italia, Snapdragon 865 in alcuni mercati come gli USA
  • 12GB of RAM nella versione 5G, 8GB di RAM nella versione 4G
  • 128GB o 512GB di memoria interna

(Image credit: Future)

Gli smartphone della serie S di Samsung hanno sempre vantato specifiche di alto livello e Galaxy S20 Plus non fa eccezione. Il suo chipset Exynos 990 e i 12GB di RAM non trovano difficoltà alcuna durante il gaming, la visione di contenuti multimediali o il multi-tasking estremo.

In realtà, i GB di RAM sono 12 solo per il Galaxy S20 Plus 5G, scendono a 8GB nella versione 4G. Dobbiamo ancora testare quella variante del dispositivo ma siamo sicuri che 8GB di RAM siano sufficienti a farvi superare qualsiasi tipo di attività.

Secondo Geekbench 5, S20 Plus è uno degli smartphone più potenti sul mercato con un punteggio CPU multi-core di 2774. Non raggiunge tuttavia le prestazioni di iPhone 11 Pro Max, che raggiunge i 3424. Ad ogni modo, quando si tratta di prestazioni nella vita quotidiana, è improbabile notare differenze significative di velocità con i top di gamma rivali dal prezzo simile.

S20 Plus è in grado di gestire praticamente qualsiasi applicazione, gioco o media che si desideri senza battere ciglio. In combinazione con la sua connettività 5G, questo è di buon auspicio per la sua durata nel tempo.

Quindi, che si tratti di modificare le foto in Photoshop o Lightroom oppure di paracadutarsi nel milionesimo round di PUBG, il Galaxy S20 Plus ha la grinta necessaria per tenere il passo. Lo abbiamo testato con media e giochi alla risoluzione 1440p e, anche alla frequenza di aggiornamento di 120Hz, non si è ma surriscaldato sotto pressione.

A bordo è presente Android 10: aspettatevi quindi tutte le caratteristiche offerte dall’ultima versione di Android come la Dark Mode a livello di sistema. Ovviamente l’interfaccia è personalizzata con la skin dell’azienda chiamata OneUI e sono presenti tutte le applicazioni Samsung.

(Image credit: Future)

Batteria

  • 4500mAh: normalmente può durare anche due giorni, 120Hz e 5G la consumano molto più in fretta
  • Caricabatterie rapido da 25W nella confezione
  • Fast Wireless Charging 2.0 (15W) e Wireless PowerShare (9W) per condividere la ricarica con altri dispositivi 

Il Samsung Galaxy S20 Plus è dotato di una più che sufficiente batteria da 4500mAh: durante i nostri test abbiamo scoperto che è riuscita a durare ben oltre il singolo giorno di utilizzo tipico, che per noi comprende la visione di film e serie TV, Twitter, lo scatto di foto e qualche sessione rapida di gioco.

Non ha una durata stupefacente, ma sembra che l’aumento di capacità sia sufficiente a compensare l’aumento di consumi di questo smartphone rispetto al modello dello scorso anno. È possibile estendere la durata riducendo la risoluzione del display o abbassando la frequenza di aggiornamento a 60Hz. 

Nella confezione è incluso un caricabatterie standard USB-C Samsung da 25W, e supporta anche Fast Wireless Charging 2.0 fino a 15W. Inoltre Galaxy S20 Plus può ricaricare senza fili altri dispositivi tramite la funzione Wireless PowerShare, la cui potenza raggiunge i 9W. Questa funzione è particolarmente utile per accessori come le Samsung Galaxy Buds Plus ma funziona anche con qualsiasi altro prodotto, persino di altri marchi, che supporta lo standard Qi.

A chi lo consigliamo

(Image credit: Future)

Siete disposti a pagare per non avere il meglio
Non giriamoci attorno, il Samsung Galaxy S20 Ultra è uno smartphone di gran lunga superiore. Se, tuttavia, volete risparmiare un po’, l'S20 Plus ha quasi tutti i suoi vantaggi a un costo notevolmente inferiore.

Adorate scattare foto con il teleobiettivo
Non tutti gli smartphone scattano ottime foto zoomate. Galaxy S20 Plus ha un rispettabile zoom ottico 3x combinato con un sensore da 64MP che permette di fare delle fotografie ravvicinate superiori alla media. Non scatta le foto più nitide arrivando al livello di zoom 30x ma catturerà il contesto a una distanza maggiore rispetto a quasi tutti i concorrenti sul mercato.

Volete portarvi un passo avanti sull’adozione del 5G
Dato che S20 Plus si collega sia alla rete 5G mmWave che a quella sub-6, è un ottimo dispositivo per chi vuole provare in anteprima le reti di nuova generazione (dove possibile). Grazie al suo modem versatile potrà collegarsi alle antenne di ogni operatore.

(Image credit: Future)

A chi non lo consigliamo

State cercando uno smartphone 5G economico
Acquistare un Galaxy S20 Plus è probabilmente il modo più conveniente per ottenere il 5G sia su mmWave che su sub-6. Se però siete alla ricerca di un modo più conveniente per connettervi al 5G è meglio acquistarne uno che sia compatibile con la sola rete del vostro operatore. Per esempio, se il vostro operatore trasmette su mmWave è forse meglio verificare se potete acquistare un Samsung Galaxy S10 5G scontato. Allo stesso modo, se l’operatore da voi scelto trasmette su sub-6 allora forse è meglio andare alla ricerca di un OnePlus 7 Pro 5G.

Volete un top di gamma economico
Per quanto ci sia piaciuto l'S20 Plus, è certamente un prodotto costoso e al di là delle possibilità di molti consumatori. Se volete delle specifiche di alto livello a un costo inferiore, prendete in considerazione OnePlus 7T Pro o un altro smartphone meno recente.

Il design per voi è tutto
Se vogliamo trovare ad S20 Plus un altro grande difetto, è che il suo design non è particolarmente innovativo. Potreste persino rimanere stupiti dal fatto che il suo prezzo sia così alto a prima vista, perché tutto quello che paga è all'interno. Se non potete godervi tutto quello che questo prodotto può fare, forse è meglio scegliere uno smartphone che abbia perlomeno un po’ più di personalità.