Skip to main content

Windows 11, Microsoft ritocca ancora il menu Start (ma è una buona notizia)

Menu Start di Windows 11
(Image credit: TechRadar)

Il nuovo design del menu Start di Windows 11 è una delle novità più controverse del nuovo sistema operativo, tuttavia Microsoft non ha ancora finito di revisionarlo.

La nuova build Insider di Windows 11, installabile da chi ha aderito al programma per testare il sistema operativo prima del lancio ufficiale fissato per il 5 ottobre, apporta una piccola, ma utilissima modifica al menu Start, con l'aggiunta delle opzioni di accesso al di sopra di quelle che consentono di spegnere o riavviare il computer.

La possibilità di modificare al volo la modalità di accesso a Windows 11 è utile, e ci fa piacere che Microsoft stia sperimentando un metodo di login più semplice.

Se state testando Windows 11, potreste non vedere ancora questa novità, dato che la nuova build 22458 è al momento disponibile solo ai membri del canale per sviluppatori. Questo canale è rivolto a chi testa le versioni più embrionali di Windows 11, principalmente per testare la compatibilità delle applicazioni. Probabilmente, gran parte degli  utenti usa il canale Beta, che offre build di anteprima di Windows 11 meno recenti, ma più stabili. Se questa novità avrà successo, potrebbe arrivare nel canale Beta entro un paio di settimane.

Altre modifiche

Come segnalato su Windows Central, la nuova build include anche la correzione di vari bug, fra cui uno che interessava proprio il menu Start, con un impatto negativo sulle prestazioni. Ecco l'elenco completo delle correzioni, come riportato dal changelog di Microsoft:

  • Risolto un problema che comprometteva la stabilità del menu Start.
  • Ora è possibile aggiungere all'indicizzazione le cartelle con # nel nome.
  • Risolto un problema che causava l'occasionale crash delle Impostazioni quando si tentava di aprire la pagina Schermo.
  • Fare clic su "Altre informazioni sulla frequenza di aggiornamento" nelle Impostazioni schermo avanzate ora apre la pagina di supporto corretta.
  • Risolto un problema per cui la pagina Percorsi delle Impostazioni non mostrava il testo di avviso che spiega il motivo per cui alcune impostazioni potrebbero non essere selezionabili.
  • Le modifiche alle preferenze in Gestione alias esecuzione app nelle Impostazioni ora vengono memorizzate.
  • Corretti alcuni refusi nei risultati dei dll (problema #206).
  • Ridimensionato un problema che poteva causare il crash imprevisto di alcuni giochi quando si usa la combinazione Alt + Invio (ad esempio per passare dalla modalità a schermo intero a quella a finestra) mentre è attiva la funzione Auto HDR.
  • Risolto un problema che, in alcuni casi, causava il taglio del testo nella finestra Crittografia File System.
  • Risolta una rara situazione in cui un'app in-box disinstallata poteva tornare visibile dopo un riavvio.
  • Appx commandlets adesso dovrebbe funzionare con printui.dll in PowerShell 7.0+

La build include anche la nuova app dedicata ai suggerimenti. Microsoft afferma che contiene oltre 100 consigli per "aiutarvi a muovere i primi passi con Windows 11 e imparare nuove cose, scoprire le scorciatoie da tastiera, capire come ottimizzare il PC, approfondire i suggerimenti di produttività per Office, ottenere il massimo dai giochi su Windows e molto altro".

Sebbene la nuova app possa aiutare le persone a imparare a usare Windows 11 al meglio, resta la preoccupazione circa i fastidiosi pop-up che invadono Windows. Microsoft avrà imparato dagli errori passati?


Analisi: c'è ancora margine di miglioramento

Come abbiamo già detto, le modifiche apportate da Microsoft al menu Start di Windows 11 hanno sollevato delle controversie. Spostarlo al centro dello schermo ha causato frustrazione in chi è abituato a vederlo a sinistra sulla barra delle applicazioni. Anche la possibilità di spostare e fissare le app è stata limitata.

Come riscontrato da Microsoft con Windows 8, quando abbandonò del tutto il menu Start, molti utenti hanno molto a cuore il menu Start. Come suggerito dal nome stesso, è il primo elemento utilizzato da moltissime persone all'avvio del PC, pertanto qualsiasi modifica dovrebbe essere frutto di un'attenta riflessione. Dopotutto, dovremmo ricordare l'ondata di critiche subita da Windows 8, talmente estesa da convincere l'azienda a riportare il menu Start su Windows 10.

In parte, il motivo per cui Microsoft ha reso disponibile Windows 11 ai membri del programma Insider con così largo anticipo è ottenere feedback. E se le reazioni negative al menu Start di Windows 11 dovessero essere sufficientemente numerose, Microsoft potrebbe rivedere del tutto i suoi progetti.

Queste ultime modifiche, inoltre, indicano che Microsoft non ha ancora finito di lavorare al menu Start, e che sta provando nuovi approcci, anche a fronte dell'imminente uscita di Windows 11 fra qualche settimana.

Sono buone notizie, dato che tutto ciò dimostra che l'azienda è disposta a continuare a lavorare sul menu Start. Ci auguriamo che riesca a trovare un modo per accontentare quanti più utenti possibile.

Matt Hanson

Senior Computing editor

Matt (Twitter) is TechRadar's Senior Computing editor. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. If you're encountering a problem or need some advice with your PC or Mac, drop him a line on Twitter.