Skip to main content

Windows 10 potrebbe semplificare l’installazione e l’aggiornamento dei driver

(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha recentemente avviato una campagna di rinnovamente dei processi legati agli update di Windows 10, introducendo un nuovo sistema di aggiornamenti opzionali per i driver che richiedono un'installazione obbligatoria.

Il tema dell’introduzione di aggiornamenti opzionali bolliva in pentola già da un po' di tempo e Microsoft, attraverso una nota presente in un post apparso sul blog Techcommunity, ha spiegato che tale mossa può offrire ai produttori di hardware la possibilità di distribuire i driver in modo automatico (senza necessitare di alcuna azione compiuta dall’utente) o manuale (sotto forma di aggiornamento facoltativo).

Microsoft afferma che: “L’installazione dei driver può risultare una pratica complicata. I driver opzionali possono essere installati in modi diversi, il che crea confusione. A partire da ora, stiamo apportando modifiche per semplificare un po' le cose.”

"Tutti i partner saranno ora in grado di pubblicare i propri driver sotto forma di aggiornamenti automatici! Ciò consentirà all’utente di ottenere un accesso semplificato e a Microsoft e ai nostri partner di rilevare in anticipo eventuali problemi e, se necessario, intraprendere azioni correttive ".

Dunque, sarà presto messa a disposizione dell’utenza di Windows 10 un'area “Aggiornamenti opzionali” che, una volta selezionata, mostrerà un elenco contenente i driver che potranno essere installati manualmente o automaticamente (a seconda della scelta effettuata dall’utente). Ricordiamo che una finestra dedicata agli aggiornamenti opzionali (che prevedono la possibilità di essere scartati) era presente anche nelle precedenti versioni del sistema operativo, vale a dire Windows 7 e Windows 8.

Le promesse di Microsoft

Qualora un produttore di hardware desideri optare per la distribuzione del proprio driver sotto forma di aggiornamento facoltativo (manuale), dovrà "giustificare tale scelta commerciale”.

Microsoft concede ai vari produttori la possibilità di beneficiare dei "processi di qualità e affidabilità di Microsoft" attraverso i download automatici dei driver (che rappresenta anche l'impostazione predefinita).

In teoria, ciò dovrebbe rappresentare un fattore di garanzia per il produttore, tuttavia, guardando ai diversi problemi che l’azienda di Redmond ha dovuto affrontare negli ultimi tempi in tema di aggiornamenti, c’è poco da star sereni per molti utenti di Windows 10.

In tempi non sospetti, Windows 10 è stato costantemente bersagliato da problemi relativi agli aggiornamenti cumulativi, influendo negativamente sulla reputazione di Microsoft e danneggiando in maniera diretta i dati degli utenti

Il post apparso sul blog si conclude con le seguenti dichiarazioni di Microsoft: "Riteniamo che i nostri recenti sforzi consentiranno ai nostri clienti di ottenere il massimo grado di qualità e driver più affidabili, in modo rapido e senza problemi.”

Fonte: Betanews