Skip to main content

Windows 10, ecco tutte le funzionalità eliminate con l’aggiornamento di maggio 2020

(Image credit: Future/Microsoft)

Windows 10 riceve costantemente aggiornamenti dalla casa madre Microsoft e, come da tradizione, il rilascio di nuovi pacchetti di update coincide con l’eliminazione di alcune funzionalità. L’ultimo in ordine di tempo, l'aggiornamento di maggio 2020, non rappresenta un’eccezione.

Dunque, scopriamo a quali funzionalità gli utenti Windows 10 dovranno dire addio in seguito all’ultimo aggiornamento pubblicato da Microsoft, senza dimenticare il software che non sarà più sviluppato dall’azienda (ma che sarà ancora presente nel sistema operativo).

In seguito all’aggiornamento di maggio 2020, Cortana è ora dotata di una nuova interfaccia per la chat, ma l’assistente vocale ha anche subito il taglio di alcune funzionalità riguardanti la musica e la domotica. 

Dunque, Cortana si appresta a ricoprire il ruolo di “assistente personale per la produttività”, come sostenuto anche da altre recenti indiscrezioni. C’è anche chi sostiene che in futuro Cortana possa cambiare nome

Windows To Go, la funzionalità che consente agli utenti di effettuare l'avvio del sistema operativo da dispositivi di memorizzazione di massa USB, è stata completamente rimossa, dopo che Microsoft ne ha arrestato lo sviluppo con il rilascio degli aggiornamenti Windows di maggio 2019.

Infine, l'app “Piani dati mobili”, che consente di connettere rapidamente il vostro dispositivo Windows a operatori di telefonia mobile in tutto il mondo, è stata rimossa da Windows 10, ma può essere ancora inclusa dai produttori di terze parti nelle installazioni personalizzate di Windows fornite sotto forma di supporto hardware. Dopotutto, il taglio era nell’aria dopo che Microsoft ha deciso di abbandonare la piattaforma Windows 10 Mobile.

Le funzionalità non più in sviluppo 

Come accennato in precedenza, alcune funzionalità di Windows 10 non saranno più sviluppate in futuro, pur restando presenti nel sistema operativo. Ad esempio, la funzione di conversione di un hard disk in “disco dinamico” tramite il tool “Gestione disco” non riceverà ulteriori update e verrà sostituita da nuovo software nelle versioni future di Windows 10. Anche Microsoft Companion Device Framework, ovvero lo strato intermedio tra il sistema operativo e Windows Hello, cesserà di ricevere aggiornamenti. 

Infine, la vecchia versione (non Chromium) del browser Microsoft Edge verrà abbandonata, in quanto l’azienda intende concentrare tutti i propri sforzi nello sviluppo del nuovo browser Edge.

Fonte: Windows Latest