Skip to main content

Shang-Chi su Disney Plus, ecco quando arriverà

Simu Liu prepares to fight in Marvel's Shang-Chi movie
(Image credit: Marvel Studios/Disney)

Shang-Chi approderà su Disney Plus, ma ciò non accadrà molto presto. Infatti, Disney ha annunciato l'arrivo del titolo sul proprio servizio di streaming in abbonamento per il 12 novembre.

D'altronde, l'ultimo film del MCU (Marvel Cinematic Universe) sta dominando i botteghini di tutto il mondo, con dati estremamente positivi durante la settimana d’apertura. Dunque, Disney ha tutto l'interesse per incentivare la visione della pellicola al cinema.

Dunque, se desiderate godervi il nuovo film Marvel dalla comodità del divano di casa vostra, dovrete attendere ancora un po'.

Durante una conferenza, il CEO della Disney, Bob Chapek, ha rivelato che Shang-Chi sarebbe arrivato nei cinema solo il 3 settembre. Nella stessa assemblea, Chapek ha anche aggiunto che sarebbe stato disponibile esclusivamente nei cinema per 45 giorni. 

"Pensiamo che sarà un esperimento interessante per noi, poiché ci sarà una finestra di soli 45 giorni per prima della distribuzione su Disney Plus" ha detto Chapek. Questo approccio è stato differente a quello adottato per Black Widow, distribuito contemporaneamente sia su Disney Plus che nei cinema a partire dal 9 luglio. 

La mossa si è rivelata controversa, tuttavia, tant’è che Scarlett Johansson ha persino fatto causa alla Disney per una presunta violazione del contratto.

Dal momento che Shang-Chi è disponibile nelle sale dal 3 settembre, considerata la finestra di 45 giorni, avremmo dovuto vederlo su Disney Plus dal 18 ottobre. Ma ora arriva la conferma ufficiale per il 12 novembre. Alla fine, non si tratta di un periodo esageratamente lungo, soprattutto se confrontiamo la distanza che di solito intercorre fra l'uscita in sala e quella in DVD/Blu-Ray di un dato film.

Shang-Chi non dovrebbe ricadere nell’offerta “Accesso Vip”, ma l’azienda non ha chiarito quali siano i suoi piani sul film. Insomma, quel che è certo è che Shang-Chi sarà disponibile per gli abbonati a Disney Plus a partire dalla seconda metà di ottobre. Ma potrebbe essere necessario un pagamento aggiuntivo; vedremo. 


Analisi: gli eccellenti incassi di Shang-Chi stanno cambiando la strategia di marketing della Disney

Simu Liu as the titular character in Marvel's Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings

(Image credit: Marvel Studios/Disney)

Non sorprende che aziende come Disney e Warner Bros stiano sperimentando nuove strategie per l’uscita e la digitalizzazione dei propri contenuti. La pandemia da Covid-19 ha creato grattacapi anche ai più importanti studi cinematografici, quindi è inevitabile che molte imprese abbiano adottato nuove strategie.

Sebbene i casi di di Covid-19 (variante Delta) siano aumentati in tutto il mondo, Disney ha comunque deciso di distribuire Shang-Chi esclusivamente nei cinema, e la decisione si è rivelata corretta.

Secondo Deadline, Shang-Chi ha già incassato 127,6 milioni di dollari a livello globale; ha persino infranto alcuni record: con i suoi 71,4 milioni di dollari, è stato il film ad aver generato più utili durante il weekend del Labor day in USA e ha fatto registrare il più alto weekend di apertura nel Regno Unito durante la pandemia, per un incasso di 7,7 milioni di dollari.

Shang-Chi ha anche avuto il miglior weekend di apertura del settore, a settembre, a Hong Kong, sebbene sia il primo film con un supereroe cinese.

Disney, quindi, dovrebbe prestare molta attenzione a quanto accaduto con Shang-Chi, poiché potrebbe valere la pena riproporre questa strategia anche in futuro.

D’altro canto la faccenda non è così semplice: Black Widow, ad esempio, è stato distribuito sia nelle sale che su Disney Plus contemporaneamente e ha fatturato comunque di più nel weekend di apertura.

L'ultima pellicola della Johansson nei panni di Natasha Romanoff, tuttavia, ha goduto della popolarità del personaggio. Black Widow è stato un pilastro dell'MCU per oltre 10 anni, quindi era inevitabile un’accoglienza simile. 

L'uscita di luglio di Black Widow è arrivata anche quando i casi delle varianti Delta erano inferiori, il che ha rassicurato i consumatori.

Disney ha dunque una decisione da prendere. Sì, molti preferiscono guardare i film da casa in questo periodo poiché spaventati dal virus, ma i film Marvel si apprezzano di più sul grande schermo.

È probabile che Disney adatti la sua strategia in base alle condizioni sanitarie, tuttavia all’azienda conviene avere una strategia chiara e definita al fine di soddisfare le esigenze dei consumatori.