Skip to main content

Samsung Galaxy Z Flip 3 è destinato a cambiare la storia dei pieghevoli

Samsung Galaxy Z Flip 3
(Image credit: Future)

Samsung ce l'ha fatta: il produttore coreano ha finalmente commercializzato uno smartphone pieghevole che costa come un top di gamma in formato standard. Samsung Galaxy Z Flip 3 e Samsung Galaxy S21 Plus costano praticamente la stessa cifra, il che vuol dire che non sarà più necessario pagare un sovrapprezzo per accedere al formato pieghevole.

Certo, bisogna accettare alcuni compromessi come il fatto che Z Flip 3 non possiede un comparto fotografico paragonabile a quello di Samsung Galaxy S21, e che in generale le specifiche non riescono a reggere il confronto con il top di gamma Sasmung. 

Detto questo, la presenza del processore Snapdragon 888 affiancato da 8GB di RAM e da 128GB o 256GB di memoria interna rendono Z Flip 3 abbastanza potente da reggere il confronto con molti top di gamma, facendone senza dubbio il pieghevole più interessante del 2021.

Con la stessa cifra richiesta per i modelli di fascia alta dei produttori più blasonati, oggi (per la prima volta) è possibile acquistare un pieghevole che può modificare il formato in base alle necessità, senza doversi accontentare di un hardware limitato.

See more

I pieghevoli a conchiglia come Z Flip 3 vanno aperti per usi tipici come l'utilizzo di applicazioni e la navigazione sul web, ma possono assumere una dimensione compatta quando dovete riporli in tasca o in borsa. Z Flip 3 ha anche risolto una delle principali criticità del suo predecessore, sostituendo il microscopico display esterno da 1.1 pollici di Z Flip con uno schermo da 1.9 pollici, abbastanza grande da consentire l'accesso ad alcune funzionalità presenti nelle app. 

Z Flip 3 è, a nostro avviso, il miglior pieghevole a conchiglia disponibile sul mercato, ed è riuscito laddove Motorola Razr ha fallito. 

Motorola Razr 2019

(Image credit: Future)

Motorola Razr perde la corona

Motorola è stata la prima azienda a lanciare un pieghevole a conchiglia nel novembre del 2019, e al momento del lancio di Razr eravamo molto entusiasti di quello che avrebbe potuto offrire grazie al nuovo formato. L'unico grande problema era rappresentato da un prezzo troppo alto rispetto al contenuto.

Razr vantava un design pulito e uno stile che ricordava molto quello dei vecchi startac, che erano amati da molti per la gestualità (apri/chiudi) e per la convenienza in termini di dimensioni quando ritratti. 

Tuttavia il pieghevole Motorola ha manifestato da subito diverse problematiche, tra le quali ricordiamo le particelle che si posavano nello spazio tra il display e la cerniera compromettendo il sistema di apertura e le numerose segnalazioni di problemi allo schermo legati alle temperature elevate.

Motorola Razr 2019

(Image credit: Future)

Mesi dopo il lancio di Razr uscì il primo Samsung Galaxy Z Fip, superiore al pieghevole Motorola in molti ambiti: fotocamera, display, costruzione e sistema di apertura. 

Entrambi i pieghevoli sono stati aggiornati nel 2020, anche se i cambiamenti non ne miglioravano di molto la funzionalità. Tra l'altro il sopracitato schermo esterno di Z Flip da 1.1 pollici non poteva competere con quello da 2.6 pollici di Razr che, tuttavia, era ottimo per le anteprime durante i selfie, ma limitato nelle funzionalità.

Z Flip 3 ha ridotto il gap con Razr grazie al display esterno da 1.9 pollici, ma la vera vittoria sta nel fatto che il prezzo è in linea con quello dei top di gamma formato standard. 

Era proprio questo il fattore che ha reso i pieghevoli di nicchia, destinati a pochi eletti e di conseguenza poco popolari.

Con la politica dei prezzi attuata da Samsung potremmo, per la prima volta, vedere un pieghevole diffuso quanto altri top di gamma.

Samsung Galaxy Z Flip 3

(Image credit: Samsung)

Samsung: i pieghevoli sono pensati per affiancare, non per sostituire i top di gamma

Samsung Galaxy Z Fold 3 è sicuramente il pieghevole di punta tra i due presentati da Samsung all'evento Unpacked, ma viene venduto a un prezzo elevato come il precedente modello. 

La compatibilità con S Pen ne sottolinea il carattere orientato alla produttività, tanto che si parla di Fold 3 come sostituto ufficiale di Samsung Galaxy Note 21.

Considerando che Z Flip 3 costa come Galaxy S21 Plus, si potrebbe pensare che i due smartphone possano trovarsi al centro di una competizione interna poco salutare per l'azienda coreana; tuttavia Samsung ha assicurato alla redazione di TechRadar che il pieghevole non andrà a sovrapporsi con i top di gamma standard, ma diverrà complementare andando a costituire una valida alternativa.

Detto questo, i consumatori avranno bisogno di tempo per soppesare un pieghevole dal prezzo competitivo rispetto ai modelli tradizionali e decidere se ne vale o meno la pena. 

L'opportunità di scegliere un pieghevole al posto di uno smartphone tradizionale inizia con Z Flip 3, che potrebbe essere a tutti gli effetti il trampolino di lancio per la categoria foldable. 

Se un giorno ci troveremo a scegliere tra 'piatti' e 'pieghevoli' al momento dell'acquisto di un nuovo smartphone, probabilmente sarà grazie al fatto che Z Flip 3 è uscito al momento giusto con il giusto prezzo.