Skip to main content

Samsung Galaxy Note 20, scoperte due versioni con differenti sistemi di raffreddamento

Oppo Find X2
(Image credit: TechRadar)

Dalle prime analisi sui componenti interni del Samsung Galaxy Note 20 e Samsung Note 20 Ultra è emerso che esistono versioni dello smartphone con diversi sistemi di raffreddamento. Alcune testate come iFixit hanno trovato all’interno alcuni strati di grafite, mentre altre una camera di vapore.

Come spiega l’azienda specializzata in riparazione che pubblica regolarmente i teardown degli ultimi modelli, solitamente Samsung ha sempre inserito all’interno dei propri dispositivi Galaxy una vapor camera di vapore. Questa volta però è andata diversamente: “Nella versione statunitense da noi provata, abbiamo trovato una serie di strati di grafite - si legge - E in maniera ancora più strana, sembra che altri Note 20 abbiano invece heat pipe in rame”.

Un solo modello, due sistemi di raffreddamento

Le ipotesi sono due, second i Fixit. La prima è che Samsung stia sperimentando un nuovo sistema di raffreddamento, mentre l’altra è che i modelli destinati ai mercati statunitense e sudcoreano richiedano il sistema in grafite a causa del processore Snapdragon 865 Plus, a differenza di Exynos 990 presente nelle altre versioni. 

Quest’ultima ipotesi è stata però smentita dal fatto che proprio all’interno di un modello destinato al mercato internazionale sono stati trovati degli strati in grafite.

iFixit ha dato al Samsung Galaxy Note 20 e Note 20 Ultra una valuta di 3 su un massimo di 10 per quanto riguarda il grado di riparabilità.