Skip to main content

Ryzen 4000 mobile, ecco i nuovi processori per notebook di AMD

Ryzen 4000 mobile
(Image credit: tomshw)

Al Ryzen Mobile Tech Day, AMD ha presentato i nuovi processori Ryzen 4000 per notebook, i quali sono divisi in tre categorie: H, HS e U.

Tra i modelli principali troviamo il 4900H e il 4900HS che appartengono alla famiglia Ryzen 9. Come è facile immaginare, questi processori sono ideali per il gaming e per gestire operazioni di calcolo complesse.

I modelli appartenenti alla serie H hanno un TDP di 45W, mentre quelli contrassegnati con la sigla HS hanno un TDP di 35W. La serie U, invece, è quella destinata alla fascia medio-bassa del mercato, con un TDP ridotto a 15W.

I Ryzen 4000 sono i primi processori di AMD a essere realizzati con processo produttivo a 7 nm e, secondo l’azienda, i nuovi chip possono competere con i modelli Intel dotati di architettura Ice Lake dedicati al mercato gaming, grazie anche alla grafica Gen11.

La notizia più interessante probabilmente si trova proprio nella GPU integrata. Sebbene il numero di unità computazionali è stato ridotto da 11 a 8, AMD parla di un incremento prestazionale del 59% per ogni CU abilitata (nonostante l'utilizzo dell'architettura Vega come per le precedenti APU). I tecnici dell’azienda californiana parlano di una potenza di elaborazione fino a 1,79 TeraFLOPS in FP32.

Come di consueto, tutte le APU avranno due controller di memoria. La novità risiede nel supporto per le memorie DDR4-3200 o LPDDR4X-4266, in grado di raggiungere i 51,2 GB/s nel primo caso (con un massimo di 64 GB) e 68,3 GB/s nel secondo (massimo 32 GB). Inoltre, l’innovativa tecnologia SmartShift dell’azienda è stata ulteriormente migliorata e ora gestisce il consumo di batteria in modo più intelligente, offrendo quindi un’autonomia maggiore nei notebook. 

Infine, i prossimi computer portatili che avranno al loro interno i processori contrassegnati con la sigla HS, dovranno rispettare delle linee guida messe in atto da AMD: uno spessore massimo di 20mm, display di qualità, archiviazione interna performante e un’autonomia di oltre 10 ore in riproduzione video.

Il primo notebook che farà parte di questa iniziativa sarà l’Asus ROG Zephyrus G14, il quale avrà un’esclusiva che gli permetterà di utilizzare il nuovo processore per sei mesi, prima che altri notebook vengono  dotati dello stesso chip. 

ROG Zephyrus G14, oltre al recente Ryzen 4000, potrà fare affidamento su una Nvidia GeForce RTX 2060, un display a 120 Hz e un SSD ad alta velocità. I primi dispositivi con il chip intel  dovrebbero arrivare in primavera. 

Fonte: Tomshw