Skip to main content

Rivoluzione in fotografia, addio al pulsante di scatto?

camera shutter button
(Image credit: Shutterstock)

Se c'è una cosa che accomuna ogni tipo di fotocamera è il pulsante per scattare. E curiosamente è anche uno di quegli elementi che è rimasto identico per decenni. Forse è perfetto così com'è e non c'è alcun bisogno di cambiarlo, ma Canon ha comunque messo in piedi un progetto alternativo. 

Come raccontato da Canon News, infatti, c'è un brevetto che descrive una superficie touch al posto del tradizionale bottone. Come molti lettori sapranno, questo pulsante premuto fino a metà corsa serve per mettere a fuoco, mentre premendolo fino in fondo si scatta la fotografia.

Nel brevetto si descrive una superficie sensibile al tocco che può fare la stessa cosa, riconoscendo la pressione esercitata. Ma può anche riconoscere se si muove il dito in una certa direzione, e questo permetterebbe di integrare nel pulsante alcune funzioni che oggi usiamo con ghiere e pulsanti extra. 

Canon patent for shutter touchpad

(Image credit: Canon/JPO)

Stando al brevetto, questo nuovo comando può rispondere anche alla durata della pressione, che potrebbe essere un sistema per il classico meccanismo di messa  fuoco e poi scatto. 

Inoltre, un sistema simile si potrebbe integrare nel corpo macchina senza praticare un foro, un dettaglio che aiuterebbe a rendere la macchina stessa più resistente alle intemperie (tropicalizzazione). 

Un nuovo modo di scattare

Un altro vantaggio di un comando simile potrebbe essere la possibilità di regolare le impostazioni di scatto senza spostare il dito dal pulsante di scatto. Non sarebbe facile da realizzare comunque, quindi vedremo se e come Canon vorrà seguire questa strada. 

Sarebbe come avere un touchpad, e lo si potrebbe usare in modo simile a come già usiamo il touchscreen sulle fotocamere moderne. Quindi non si tratterebbe di un salto nel buio totale - anche se chiaramente stiamo parlando di un cambiamento molto profondo. 

I professionisti della fotografia potrebbero essere quelli più difficili da convincere, se Canon dovesse decidere di realizzare davvero questo brevetto. È complicato, sempre, andare a modificare un elemento con una storia così lunga, legato ad abitudini radicate. 

Sarebbe una sfida ardua ma per ora stiamo parlando solo di un brevetto, che potrebbe diventare un prodotto commerciale oppure restare chiuso in un cassetto. 

Sicuramente però c'è moltissimo potenziale in questa idea, e non ci dispiacerebbe vederla messa in pratica almeno su qualche macchina. Giusto per vedere com'è.