Skip to main content

Migliore smartphone per la fotografia: cosa scegliere per fare foto al top

(Image credit: Apple, Google and Huawei)

Dieci anni fa l'idea che uno smartphone avrebbe potuto sostituire una fotocamera compatta sembrava ridicola, ma a pochi giorni dall’inizio del 2020 esistono fotocamere per smartphone che arrivano a 108 MP e alcuni telefoni hanno fino a 5 fotocamere posteriori.  

I telefoni cellulari con fotocamera, o per meglio dire con moduli fotografici, stanno letteralmente prendendo il posto delle fotocamere punta e scatta.

L'iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max sono gli smartphone più recenti di Apple e il gigante di Cupertino si è finalmente messo in pari con la concorrenza, introducendo una modalità notturna dedicata e una fotocamera ultra-wide su tutti i modelli.

Nel frattempo Google ha introdotto una seconda fotocamera posteriore sui suoi pixel, aggiungendo al Pixel 4 un obiettivo zoom per foto più ravvicinate, senza essere però dotato della fotocamera ultra grandangolare presente su praticamente tutti i rivali. Il punto di forza del Pixel 4 però sta nella nuova modalità per astrofotografia, creata per catturare cieli notturni, stelle e persino pianeti. Questa modalità permette di differenziare i Pixel dalla folla di telefoni suoi pari. 

Curiosi di saperne di più sulle doppie fotocamere? Date un’occhiata a questo video.  

Capire il potenziale di una foto ravvicinata scattata dallo smartphone

 La differenza tra zoom ottico e digitale è una nozione importante da conoscere quando si acquista un nuovo telefono con fotocamera. Questa differenza appare anche in altri contesti, ma in quello della telefonia mobile è più importante che mai. 

Leggi la nostra spiegazione sulla differenza tra zoom ottico e zoom digitale.

In questo momento Huawei sta nuotando in acque mosse dal punto di vista politico. Il suo telefono di punta per il 2019 disponibile sul mercato è il P30 Pro, con il nuovo Mate 30 Pro inedito data la mancanza dei servizi di Google Play. Il P30 Pro è rimasto al primo posto per la maggior parte del 2019, come si posiziona ora quasi un anno dopo la data della sua presentazione?

Noi di TechRadar sottoponiamo a test rigorosi le fotocamere per smartphone in diverse situazioni e condizioni di illuminazione, fotografando persone, animali domestici, piante e altro per capire come si comporta ogni fotocamera in varie condizioni di luce ambientale.

Oltre alle specifiche e alla capacità delle fotocamere ci sono anche altri aspetti che bisogna considerare. Ad esempio avere uno spazio di archiviazione di dimensioni sufficientemente grandi da non riempirsi nei primi mesi dopo l’acquisto, oppure il supporto per una scheda microSD se si utilizza il telefono per registrare molti video 4K, infine una buona durata della batteria è importante perchè il telefono non si spenga prima della fine della giornata.

Ci sono molte considerazioni da fare, quindi, per aiutarvi, abbiamo compilato questa classifica dei migliori telefoni cellulari con fotocamera, ognuno dei quali provato nei nostri laboratori.

(Image credit: Future)

1. iPhone 11 Pro

Il miglior telefono con fotocamera per inquadrare e scattare

Data di uscita: settembre 2019 | Fotocamera principale: 12MP (f / 1.8) | Teleobiettivo: 12MP (f / 2.0) | Ultra grandangolare: 12MP (f / 2.4) | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 12MP | Peso: 188 g | Dimensioni: 14,4 x 7,1 x 0,8 cm | Dimensioni della batteria: 3.046 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 64 GB / 256 GB / 512 GB | Slot per scheda di memoria: nessuno

Modalità notturna eccellente
Tripla fotocamera versatile
Colori di tutte le fotocamere uniformi
Costoso
Dettagli non al livello della migliore concorrenza
Nessuna modalità manuale

L'iPhone 11 Pro non solo offre il miglior comparto fotografico per smartphone mai realizzato da Apple, ma è anche il migliore smartphone che si possa acquistare per una determinata tipologia di utenti. È estremamente affidabile: scattate e probabilmente avrete una foto buona, anche in presenza di una quantità mediocre di luce. La gamma dinamica è ottima e con tre fotocamere separate è dotato anche di un’ottima versatilità.

La fotocamera principale presenta una lunghezza focale di 26 mm, perfetta per scattare foto standard. Il grandangolo vi permette di indietreggiare senza spostarvi fisicamente, inquadrando un campo ampio il doppio rispetto all’obiettivo standard grazie alla sua lunghezza focale di 13 mm. Il teleobiettivo invece, come accadeva anche nell’iPhone XS, ingrandisce il soggetto il doppio rispetto all’obiettivo standard per merito della sua lunghezza focale di 52 mm, perfetta per i ritratti. 

Anche se non esiste una modalità manuale e la risoluzione di 12 MP è scarsa sulla carta rispetto ad alcuni concorrenti, i risultati rimangono stupefacenti e Apple ha introdotto una nuova modalità notturna che mantiene l’apertura dell'otturatore per incredibili fotografie in condizioni di scarsa illuminazione.

Non può battere la funzione Astrofotografia sul Google Pixel quando viene stabilizzato su un treppiede, ma scattando a mano libera offrono in pratica la medesima qualità. 

L’iPhone 11 Pro inoltre fornisce una bellissima rappresentazione dei colori coerente tra le diverse fotocamere, per rendere questo telefono, a maggior ragione se siete fan di Apple, il migliore per fotografare in assoluto. 

Leggi la nostra recensione completa su iPhone 11 Pro

(Image credit: Google)

2. Google Pixel 4

Il migliore per gli astrofotografi in erba

Data di uscita: ottobre 2019 | Fotocamera principale: 12,2 MP (f / 1,7) | Teleobiettivo: 16MP (f / 2.4) | Ultra grandangolare: nessuno | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 8MP | Peso: 162 g | Dimensioni: 14,7 x 6,9 x 0,8 cm | Dimensione della batteria: 2.800 mAh | Massima qualità video: 4K 30fps | Memoria: 64 GB / 128 GB | Slot per scheda di memoria: nessuna

Migliore in assoluto per la fotografia notturna
Grande qualità fotografica
Controllo intelligente dell'esposizione
Costoso 
Nessuna fotocamera ultra grandangolare
Scarsa durata della batteria / opzioni di archiviazione

Pixel 4 è probabilmente il modello più controverso della nostra lista; da un lato, è un fantastico telefono ricco di funzionalità dedicate alla fotografia che chi usa una reflex può solo sognare. Parliamo in particolare della modalità astrofotografia, che permette lunghe esposizioni di quasi 5 minuti. D'altra parte però, è un top di gamma costoso, con una scarsa durata della batteria e nessuna fotocamera con obiettivo ultra grandangolare.

Se state pensando di acquistarne uno vi consigliamo di scegliere almeno il Pixel 4XL, dal momento che in questo modello più grande la batteria dura un po' più a lungo e potrebbe permettervi di arrivare fino a sera senza dover necessariamente ricaricare il telefono a metà pomeriggio. 

Entrambi i telefoni hanno la stessa eccellente doppia fotocamera che riproduce foto meravigliose. Nonostante il sensore principale sia simile a quello di iPhone 11 Pro, ossia possa contare solamente su 12.2MP, riesce a catturare immagini meravigliosamente bilanciate nella maggior parte dei casi.

Pixel 4 introduce anche un comodo controllo dell'esposizione quando si scatta una foto, in modo da poter schiarire le ombre separatamente dalla luminosità generale, garantendo dettagli sbalorditivi anche in punti più scuri e mantenendo contemporaneamente il controllo sulle alte luci. 

Quando la luce diminuisce, posizionate il telefono su una superficie stabile, puntatelo verso il cielo e attivate la modalità Astrofotografia per catturare cieli notturni, stelle e persino galassie in una notte limpida.

Nonostante questo punto a favore, sui nuovi Pixel si sente la mancanza di una fotocamera ultra grandangolare. Se per voi è fondamentale poter scattare da molto vicino (ad esempio in un museo, dove lo spazio non sempre vi permette di fare 2 passi indietro), potreste trovare nella nostra lista dei modelli che fanno maggiormente al vostro caso.

Leggi la nostra recensione completa su Google Pixel 4 

(Image credit: Huawei)

3. Huawei P30 Pro

Il miglior smartphone superzoom

Data di uscita: marzo 2019 | Fotocamera principale: 40MP (f / 1.6) | Teleobiettivo: 8MP (f / 3.4) | Ultra grandangolare: 20MP (f / 2.2) | Altro: fotocamera ToF | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 32MP | Peso: 192 g | Dimensioni: 15,8 x 7,3 x 0,8 cm | Dimensione della batteria: 4.200 mAh | Massima qualità video: 4K 30fps | Memoria: 128 GB / 512 GB | Slot per scheda di memoria:

Eccellente modalità automatica 
Versatile sistema a quattro fotocamere
Zoom fantastico
Foto talvolta troppo sature
Incoerenza tra le fotocamere

Lo Huawei P30 Pro è uno smartphone speciale; rimane ancora sul podio nonostante sia stato presentato all’inizio del 2019.

La sua eccellenza si limita però al fantastico teleobiettivo, in grado di ottenere sorprendenti scatti a distanza tramite un valido zoom ottico periscopico e alle sue ottime prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, in grado di superare iPhone 11 Pro e Google Pixel 4 in modalità automatica, sebbene non sempre, quando si scatta in modalità notturna.

Su questo telefono sono presenti diverse fotocamere, tra cui quattro sul retro: un obiettivo principale da 40 MP, un teleobiettivo da 8 MP, un obiettivo ultragrandangolare da 20 MP e infine una fotocamera ToF per rilevare la profondità durante lo scatto di ritratti.

La fotocamera dello Huawei P30 Pro utilizza anche un sensore RYYB (rosso giallo giallo blu) invece del sensore RGB standard (rosso verde blu) per catturare più luce, e questo si nota. 

Gli scatti che abbiamo fatto per la nostra recensione avevano più dettagli e meno ombre della maggior parte dei concorrenti, ma non erano completamente sovraesposti. 

La qualità è fantastica per uno smartphone, ma non abbiamo ancora raggiunto la perfezione. Abbiamo notato del purple fringing in alcune situazioni e i controlli del software della fotocamera non sono sempre reattivi nel passaggio tra una fotocamera e l’altra, che avviene quando si utilizza lo zoom. Ma le potenzialità fotografiche fornite dai differenti zoom di ottima qualità, unite alla capacità di fotografare in notturna con risultati davvero soddisfacenti, alzano l’asticella della qualità fotografica raggiunta dagli smartphone nel 2019.

Leggi la nostra recensione completa su Huawei P30 Pro

(Image credit: Samsung)

4. Samsung Galaxy Note 10 Plus

Un ottimo tuttofare, con un pennino da usare come pulsante di scatto

Data di uscita: agosto 2019 | Fotocamera principale: 12MP (f / 1.5-2.4) | Teleobiettivo: 12MP (f / 2.1) | Ultra-wide: 16MP (f / 2.2) | Altro: ToF | Fotocamera frontale: 10MP | Peso: 196 g | Dimensioni: 16,3 x 7,7 x 0,8 cm | Dimensioni della batteria: 4.300 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 256 GB / 512 GB | Slot per scheda di memoria:

Grandangolo molto ampio
Tripla fotocamera versatile
Prestazioni video eccezionali 
Costoso
Modalità notturna non tra le migliori
Esposizione in automatico talvolta imprecisa

La fotocamera principale “smart” a doppia apertura (da f/1.5 a f/2.4) Samsung introdotta sul Samsung Galaxy S9 è presente anche sul Note 10 Plus. In questo caso è montata in combinazione con una fotocamera ultra grandangolare da 12 mm che consente di scattare foto dal campo più ampio di qualsiasi altro telefono con fotocamera in circolazione.

Tuttavia non è l'unica aggiunta al Note 10 Plus: è presente anche un sensore ToF come quello che si trova sul Huawei P30 Pro, che permette di acquisire informazioni sulla profondità per una migliore sfocatura dello sfondo e aggiunta dell’effetto bokeh durante le riprese in Live Focus (modalità ritratto).

L'interfaccia utente della fotocamera di Samsung è incredibilmente completa, con una modalità pro che può tenere l'otturatore aperto per oltre 30 secondi, così come una modalità notturna migliorata, in grado di competere con i rivali Huawei e Google.

Sfortunatamente perde nel confronto diretto, ma nonostante gli scatti notturni non sensazionali, il Note 10 rimane un telefono con fotocamera davvero buono e la sua S Pen (S sta per Samsung, ma anche per smart) può, tramite un gesto, fungere da pulsante di scatto remoto per quando si utilizza il Note per scattare, ad esempio, una foto di gruppo.

Leggi la nostra recensione completa su Samsung Galaxy Note 10 Plus 

(Image credit: Future)

5. iPhone 11

L'iPhone più conveniente scatta eccellenti fotografie con scarsa illuminazione

Data di uscita: settembre 2019 | Fotocamera principale: 12MP (f / 1.8) | Teleobiettivo: No | Ultra grandangolare: 12MP (f / 2.4) | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 12MP | Peso: 194g | Dimensioni: 15,1 x 7,6 x 0,8 cm | Dimensione della batteria: 3.110 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 64 GB / 128 GB / 256 GB | Slot per scheda di memoria: nessuno

L’iPhone 11 più economico
Ottima modalità notturna
Colori coerenti tra le fotocamere
Nessun teleobiettivo
Minori dettagli rispetto alla concorrenza
Nessuna modalità manuale

A differenza di iPhone 11 Pro, all'iPhone 11 standard manca il teleobiettivo; rimangono però un obiettivo standard e un eccellente grandangolo posteriormente.

Fa comunque piacere vedere la nuova modalità notturna a lunga esposizione che si attiva quando si scatta in condizioni di scarsa luminosità anche su questo modello a basso costo.

L’iPhone 11 può scattare al buio anche quando si fotografa a mano libera e la qualità delle foto attraverso le sue fotocamere principale e e grandangolare rimane comunque ottima. Un'altra area in cui tutti gli iPhone se la cavano benissimo è la registrazione video; tutti i modelli della gamma 11 sono capaci di riprendere video con risoluzione 4K fino a 60 fps su tutti gli obiettivi a loro disposizione. 

Con transizioni fluide tra i vari obiettivi e iMovie come software per le modifiche di base, se avessimo intenzione di prendere uno smartphone per girare un video di alta qualità e avere vita facile nelle riprese, sarebbe sicuramente un modello iPhone.

Leggi la nostra recensione completa su iPhone 11 

(Image credit: Samsung)

6. Samsung Galaxy S10 Plus

Aggiunge un obiettivo ultra grandangolare alla precedente generazione

Data di uscita: marzo 2019 | Fotocamera principale: 12MP (f / 1.5-2.4) | Teleobiettivo: 12MP (f / 2.4) | Ultra grandangolare: 16MP (f / 2.2) | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 10MP + 8MP | Peso: 175 g | Dimensione della batteria: 4.100 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 128 GB / 512 GB / 1 TB | Slot per scheda di memoria:

Eccellente modalità notturna
Tripla fotocamera  versatile
Colori coerenti tra le fotocamere
Costoso
Dettagli inferiori rispetto alla concorrenza
Nessuna modalità manuale

Il Samsung Galaxy S10 Plus è dotato di una fotocamera a triplo obiettivo con una tradizionale impostazione obiettivo standard, teleobiettivo e ultra grandangolo. La fotocamera principale da 12 MP scatta foto eccellenti con la stessa tecnologia a doppia apertura presente su tutti i top di gamma Samsung sin dall'S9 e, proprio come nel Note 10, è presente una fotocamera ultra grandangolare che permette un angolo di visione in stile Go-Pro. 

Un altro punto saliente dell'S10 Plus è la capacità di registrazione video che, come su iPhone, colpisce grazie alla fantastica stabilizzazione delle immagini e alla capacità di registrare fino a una risoluzione 4K a 60 fps. Qualsiasi delle sue fotocamere supporta la registrazione video ad alta risoluzione e, per la prima volta, l'S10 Plus supporta anche l'acquisizione di video HDR10 +. 

Questa modalità è in grado di evitare che le alte luci vengano sovraesposte, mostrando maggiori dettagli nelle ombre. Nonostante si tratti di una tecnologia ancora in corso di sviluppo, è entusiasmante vedere produttori diversi da Sony che sperimentano nel campo delle prestazioni video con HDR.

Leggi la nostra recensione completa su Samsung Galaxy S10 Plus 

(Image credit: Oppo)

7. Oppo Reno 10X Zoom

Uno zoom sensazionale per un telefono con fotocamera

Data di uscita: giugno 2019 | Fotocamera principale: 48MP (f / 1.7) | Teleobiettivo: 13MP (f / 3.0) | Ultra Grandangolare: 8MP (f / 2.2) | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 16MP | Peso: 210 g | Dimensioni: 16,2 x 7,7 x 0,9 cm | Dimensioni della batteria: 4.065 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 128 GB / 256 GB | Slot per scheda di memoria:

Zoom fantastico per immagini nitide
Tripla fotocamera molto versatile 
Lo zoom permette di ottenere foto molto dettagliate
Prestazioni mediocri in condizioni di scarsa illuminazione
Nessuno zoom ottico durante le riprese video
Niente acquisizione RAW

Oppo Reno 10X Zoom è il terzo smartphone del nostro elenco dotato di una fotocamera periscopica con zoom ottico di circa 5x. La sua fotocamera principale acquisisce immagini molto dettagliate da 12 MP per impostazione predefinita, ma la risoluzione può essere aumentata fino a 48 MP quando la luce è sufficiente. Inoltre è presente una fotocamera ultra grandangolare dotata di una lunghezza focale di 16 mm. 

La versatilità offerta da questo set di obiettivi è ideale per concerti ed eventi sportivi dove il Reno può catturare fino a 20 scatti ravvicinati,  in modo da garantirvi la possibilità di cogliere il momento decisivo e scartare le restanti foto che non sono di vostro interesse.

Nel Reno 10X Zoom sono assenti alcune funzionalità; ad esempio, è possibile girare video solamente con l’obiettivo standard. Inoltre, gli appassionati di fotografia sentiranno certamente la mancanza del salvataggio dei file in formato RAW.

Rimane comunque disponibile una valida modalità professionale per scattare manualmente e una modalità notturna all’altezza delle aspettative, anche se non riesce a battere quella di modelli del calibro di P30 Pro.

Leggi la nostra recensione completa su Oppo Reno 10X Zoom 

(Image credit: OnePlus)

8. OnePlus 7T Pro

Immagini eccellenti e fotocamere complessivamente valide

Data di uscita: ottobre 2019 | Fotocamera principale: 48MP (f / 1.6) | Teleobiettivo: 8MP (f / 2.4) | Ultra-wide: 16MP (f / 1.6) | OIS: Sì | Fotocamera frontale: 16MP | Peso: 206 g | Dimensioni: 16,3 x 7,6 x 0,9 cm | Dimensioni della batteria: 4.085 mAh | Massima qualità video: 4K 60fps | Memoria: 256 GB | Slot per scheda di memoria: nessuna

Top di gamma a un prezzo moderato
Fotocamera tripla molto versatile
Zoom 3x
La modalità notturna non ha prestazioni da prima della classe
La gamma dinamica non è all’altezza dei concorrenti
Nessun controllo manuale per la registrazione video

Il comparto fotografico di OnePlus 7T Pro presenta un sensore principale da ben mezzo pollice e 48 MP con un luminoso obiettivo f/1.6, lo stesso sensore che si trova in Oppo Reno 10X Zoom e in OnePlus 7 Pro. Di fianco troviamo un teleobiettivo da 8 MP che racchiude uno zoom di circa 3x, più di quello che è in grado di offrire la maggior parte della concorrenza. Completa il gruppo una fotocamera ultra grandangolare da 16 MP  dotata di un campo visivo di ben 117 gradi. 

Sono presenti numerose modalità di scatto, tra le quali OnePlus ha incluso anche una nuova modalità in stile action cam per la stabilizzazione. Questa modalità riduce la risoluzione a 1080p e la qualità delle prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, ma è in grado di realizzare le riprese video più stabili che ci sia mai capitato di vedere in uno smartphone. 

L’obiettivo standard e il teleobiettivo del 7T Pro sono entrambi dotati di OIS e c'è anche una nuova modalità Super Macro per la fotocamera ultra grandangolare. Ciò consente la messa a fuoco a una distanza di soli 2,5 cm da un oggetto, che permette di ottenere ottimi livelli di dettaglio con una profondità di campo estremamente ridotta. 

Le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione non riescono a imporsi sui modelli più dotati della nostra lista, ma tutto considerato OnePlus 7T Pro offre inequivocabilmente un ottimo rapporto qualità-prezzo su tutta la linea, soprattutto quando si tiene conto di tutte le specifiche di ottimo livello che è in grado di offrire.

Leggi la nostra recensione completa su OnePlus 7T Pro

(Image credit: Sony)

9. Sony Xperia 5

Il migliore per registi e videografi

Data di rilascio: ottobre 2019 | Fotocamera principale: 12MP (f/1.6) | Teleobiettivo: 12MP (f/2.4) | Ultra-wide: 12MP (f/2.4) | OIS: Sì | Camera frontale: 8MP | Peso: 164g | Dimensioni: 15,8 x 6,8 x 0,8 cm | Dimensione della batteria: 3.140 mAh | Massima qualità video: 4K 30fps | Memoria: 128 GB | Slot per scheda di memoria:

Fantastiche funzionalità di acquisizione video 
Fotocamera tripla versatile 
Fotografia notturna realistica
La dinamica a volte risulta insufficiente 
Minori dettagli rispetto ad alcuni concorrenti 
Prestazioni dello zoom