Skip to main content

iPhone 5G, nel 2023 modem Apple su tutti i modelli

iPhone 12 Pro Max review
(Image credit: TechRadar)

Secondo la maggior parte delle voci che girano oggi sui futuri smartphone Apple, il prossimo iPhone 13 riceverà un aggiornamento dello schermo e un migliore sistema di fotocamere. Ma non solo, c’è anche una indiscrezione che riguarda il futuristico iPhone 15, che potrebbe uscire nella seconda metà del 2023.

Il noto analista Ming-Chi Kuo, uno dei più affidabili per quanto riguarda le novità Apple, fa sapere tramite MacRumors che l'introduzione di modem 5G proprietari su iPhone inizierà nel 2023, appena in tempo per essere implementati su iPhone 15.

Ciò significa che Apple non farà più affidamento sui modem prodotti da Qualcomm. Quella di iPhone 12 è stata la prima serie a essere dotata di funzionalità 5G, e iPhone 15 del 2023 potrebbe essere la prima a fare un significativo passo avanti in termini di prestazioni 5G.

In questa fase è difficile dire esattamente cosa potrebbe significare questo cambiamento per gli utenti, o quali sono le prestazioni 5G che è lecito aspettarsi, ma l'utilizzo di modem 5G proprietari potrebbe consentire ad Apple di migliorare la velocità di trasferimento dei dati, ridurre la latenza e migliorare la durata della batteria, essendo un componente specificamente ottimizzato per il resto dell'hardware Apple.

Verso l'emancipazione produttiva

Nonostante le tempistiche siano interessanti, questa notizia non farà sorprendere gli osservatori esperti del settore. Sin da quando Apple ha acquisito la maggioranza della divisione modem di Intel nel corso del 2019, è stato chiaro che le sue intenzioni erano quelle di sviluppare internamente le proprie tecnologie 5G.

Le precedenti previsioni suggerivano che sarebbe stato possibile vedere un iPhone dotato di modem 5G Apple nel corso del 2022, ma ora questa considerazione sembra alquanto ottimistica e Kuo afferma che i chip appariranno non prima del 2023, ridimensionando le considerazioni fatte in passato.

Apple utilizza chip proprietari all'interno dei propri smartphone e tablet da da oltre un decennio e l'anno scorso, grazie all'introduzione del chip M1 (e il prossimo chip M1X), è diventata autosufficiente anche nel settore dei portatili, come Macbook Pro, e desktop, come iMac (2021), riducendo la sua dipendenza dai fornitori esterni e integrando al meglio hardware e software, per ottimizzare prestazioni ed efficienza.

Per il momento, comunque, Qualcomm continuerà a fornire i modem 5G da installare negli iPhone. Tutti i modelli del futuro iPhone 13 saranno però dotati di modem 5G, e vedremo molto probabilmente alcuni cambiamenti estetici rispetto agli attuali modelli.