Skip to main content

Home office: qual è il posto migliore per lavorare da casa?

(Image credit: Pexels)

Con l'inizio della fase 2, smart working si riconferma sinonimo di lavoro svolto da casa, ma con una famiglia numerosa trovare uno spazio adatto e tranquillo può essere difficile. Quindi, cosa si può fare a riguardo?

Bisogna essere preparati a lavorare in qualsiasi ambiente, tuttavia alcune stanze di casa sono preferibili.

Avete una stanza libera? 

Volete risparmiare tempo? Usate la stanza degli ospiti. Se non sapete per quanto tempo lavorerete da casa, prendetevi un giorno libero per svuotare o riorganizzare il vostro ufficio, lasciando spazio per una scrivania. Posizionatevi vicino a una presa elettrica o, in caso contrario, assicuratevi di avere una prolunga e una ciabatta (multipresa). Prendete in considerazione l'acquisto di un gruppo di continuità per evitare di perdere tutto il lavoro a causa di un’interruzione improvvisa della corrente.

Ora non vi resta che sistemare il vostro PC. Un computer desktop richiederà qualche minuto tra cavi, monitor e periferiche, per cui se il vostro lavoro ve lo consente, vi consigliamo un portatile o un tablet. 

La stanza dedicata all'home office deve essere tenuta pulita, quindi prendetevi qualche minuto per riordinarla. Se non avete una stanza libera, dovrete trovare una posizione alternativa per lavorare.

Il divano 

Il vostro soggiorno è probabilmente luminoso, ampio e accogliente. Chi non vorrebbe lavorarci?

Immaginate di rannicchiarvi sul divano, col portatile sulle gambe, a lavorare attraverso software di collaborazione o project management; è la combinazione per eccellenza di comfort e creatività.

Sfortunatamente, è anche la stanza più frequentata dai restanti membri della famiglia. Potreste essere distratti da coccole e conversazioni.

Oh, e poi c'è la televisione. La programmazione di notizie relative al vostro lavoro potrebbe essere accettabile, tuttavia telefilm, programmi di cucina, show e quant’altro rovineranno il vostro ritmo. 

Ciò rende il divano e il salotto inadatti al lavoro; di sicuro, non con i famigliari in casa. Inoltre, il soggiorno è un luogo ove rilassarsi, piuttosto che lavorare.

A tavola

Teoricamente, è l'opzione migliore e potrebbe comportare un notevole aumento della produttività. Avete sufficiente spazio per un notebook o un tablet, per documenti, cuffie e persino per un microfono con cui effettuare chiamate o presentazioni online. È probabile che il vostro tavolo da pranzo sia più grande della scrivania del vostro ufficio.

Ahimé, non appena si avvicina l’ora dei pasti, lavorare a tavola diventa un problema, infatti un laptop può essere chiuso e riposto in pochi secondi, ma le periferiche, la penna, i documenti, ecc. richiedereranno più tempo.

Discorso simile, se i bambini vogliono dipingere o dare sfogo alla loro creatività. Meglio tenerli a tavola piuttosto che rischiare di dover pulire la camera da letto.

In assenza di un ufficio in casa, lavorare a tavola può essere una scelta intelligente, ma con limitazioni.

Lavorare in cucina 

La cucina potrebbe essere un ottimo posto per lavorare con un portatile. Se avete un tavolino o un bancone per la colazione e una macchina per il caffè nelle vicinanze, potrete assumere abbastanza caffeina per il lavoro che vi aspetta. Non dovreste nemmeno essere a corto di prese della corrente. 

Il bancone potrebbe persino aiutarvi se soffrite di problemi alla schiena e alle spalle. Come il tavolo da pranzo, tuttavia la cucina perde i suoi vantaggi con l’avvicinarsi dell’ora dei pasti. Inoltre, la cottura di alcune pietanze genera vapore, che potrebbe danneggiare i vostri dispositivi. 

Non lavorare in bagno!

Il bagno non è un luogo di lavoro, punto. Nemmeno il bagno privato. Elettronica e acqua non vanno d’accordo, inoltre il resto della famiglia dovrà utilizzarlo ed è potenzialmente antigienico, indipendentemente dalla frequenza con cui lo pulirete.

Lavorare in bagno è strano. Smettetela.

E in camera da letto?

La camera da letto potrebbe sembrare un luogo intelligente per lavorare. Basta prendere il portatile, una sedia, un tavolino e il gioco è fatto. Potreste persino allungarvi sul letto e usare i cuscini come supporto.

Sembra fantastico, vero? Il letto dovrebbe essere abbastanza grande per apporvi i documenti stampati.

Il rovescio della medaglia è che lavorare in camera da letto potrebbe essere un problema a lungo termine. È una buona opzione in caso di necessità, ma alzarsi per lavorare nella stessa stanza in cui avete dormito potrebbe rendere più difficile prender sonno, di notte.

Lavorare da casa non è facile, ma lavorare nella stessa stanza in cui dormite potrebbe trasmettervi l’impressione di non lasciare mai quell'ambiente, facendola sembrare piccola, isolante e costrittiva. Considerate questa opzione solo se eseguirete pause frequenti.

Lavorare in garage

Non è un'ambiente idoneo per tutti, ma se lavorate in un grande ufficio o studio e non disponete di una stanza altrettanto ampia, il garage potrebbe funzionare.

Con una buona illuminazione e un alimentatore ausiliare, il vostro garage potrebbe trasformarsi in un ufficio produttivo e creativo. Dovrebbe esserci spazio per una scrivania, strumenti di produzione multimediale, una lavagna, un tavolo da disegno e più monitor, se necessario.

In breve, in assenza di una stanza libera o di un ufficio dedicato, il garage è potenzialmente il miglior ambiente domestico per lavorare da casa. Non avete un garage? C'è il seminterrato o la soffitta. Potreste prendere in considerazione la possibilità di convertirlo in una vera stanza, a lungo termine. Dovrete anche trovare un posto per conservare, attrezzi e oggetti che normalmente custodite in garage, tuttavia.

Usa uno spazio ufficio dedicato 

La maggior parte delle stanze di casa può essere utilizzata per il lavoro domestico, ma è meglio trovare uno spazio che nessun altro occupi. Potrebbe trattarsi di una stanza libera, un soppalco, una soffitta o un seminterrato. Se non vi piace l'approccio alla Harry Potter, il giardino potrebbe rivelarsi un'interessante alternativa, specie se ci avete costruito un orangeria o un gazebo. Nella maggior parte dei casi, il miglior spazio per l'home office è quell’ambiente che vi consente di focalizzarvi solo sul vostro lavoro.

Un ultimo consiglio: se cercate pace e tranquillità per le telefonate o le videoconferenze, provate in auto. L'insonorizzazione dell’abitacolo faciliterà la conversazione. Basta che il clima o il motore non siano in funzione!