Skip to main content

eARC: cos’è, come funziona, cosa significa

HDMI ARC Vs eARC
(Image credit: Klipsch)

HDMI ARC, e la sua ultima evoluzione (HDMI eARC), sono tecnologie audio che consentono di usare un cavo HDMI per trasferire i dati audio dal televisore a un impianto audio esterno.

Tutti i televisori sono dotati di altoparlanti, ma spesso sono driver poco potenti (10 o 20 watt in genere) che non offrono una qualità audio soddisfacente. È qui che entrano in gioco soundbar, impianto audio surround, ricevitori AV, ecc.

Lo standard HDMI ARC è disponibile da circa dieci anni e consente di collegare il TV a impianti Hi-Fi con un semplice cavo HDMI. Il nuovo standard HDMI eARC non è altro che un’evoluzione di HDMI ARC.

In questo articolo scoprirete tutti dettagli su HDMI ARC ed eARC.

Che cos'è HDMI ARC?

ARC è l’acronimo di Audio Return Channel (o canale di ritorno audio) ed è una tecnologia che consente di trasferire dati audio dal televisore a un impianto audio esterno con un cavo HDMI. Grazie a HDMI ARC, l’intero sistema può essere gestito con il telecomando del TV, il che è molto comodo.

Certo, i cavi HDMI trasportavano già l'audio da lettori Blu-ray, console di gioco e decoder al TV, ma con HDMI ARC avviene anche il contrario.

Di seguito, trovate una piccola illustrazione semplificativa.

HDMI ARC

Perché abbiamo bisogno di HDMI ARC?

HDMI ARC è un protocollo poco conosciuto, ma già presente su quasi tutti i prodotti di intrattenimento domestico.

Come accennato, HDMI ARC consente di inviare segnali audio dal televisore a una soundbar, un impianto surround o un ricevitore AV. In passato, i cavi HDMI potevano trasportare informazioni audio solo verso il televisore, ma ora possono farlo in ambo le direzioni. HDMI ARC consente di ridurre l’uso di cavi audio dedicati e avere una configurazione più ordinata.

Il mio TV è compatibile con HDMI ARC? 

La tecnologia HDMI ARC è stata introdotta circa dieci anni fa: se avete acquistato un TV di recente, non dovreste avere problemi. In ogni caso, è molto semplice verificare se il vostro modello supporta suddetta tecnologia: date un’occhiata agli slot HDMI del televisore, su uno di essi dovreste trovare scritto HDMI ARC o eARC. In genere ce n’è uno per TV.

L’attivazione della tecnologia HDMI ARC è automatica: è sufficiente collegare i dispositivi con un cavo HDMI (dalla versione 1.4 in poi) e il gioco è fatto.

E non temete per lag o altri disturbi audio, poiché non ce ne sono: la tecnologia compensa automaticamente eventuali ritardi del processore indipendentemente dal fatto che l'audio viaggi a monte o a valle.

HDMI ARC

Solo i cavi HDMI supportano eARC (Image credit: iStock)

Cos'è eARC?

Che differenza c’è tra HDMI ARC ed eARC? eARC sta per “enhanced ARC” e non è altro che l’ultima evoluzione dello standard HDMI ARC; supporta una larghezza di banda molto più ampia del precedente standard (37 vs 1 Mbps); è compatibile con formati audio avanzati come Dolby TrueHD, DTS-HD Master Audio, Dolby Atmos e DTS:X; può gestire fino a 32 canali audio e persino flussi di dati non compressi a 24 bit/192 kHz su otto canali. In breve, eARC consente di apprezzare l’audio surround in tutto il suo splendore.

Detto ciò, anche con una soundbar di fascia bassa o delle semplici cuffie, si percepisce un audio più coinvolgente e ricco di sfumature. HDMI Licensing ha dichiarato che: "eARC semplifica la connettività, offre una maggiore facilità d'uso, supporta i formati audio più avanzati e offre la massima qualità audio".

Cos'è HDMI 2.1?

HDMI 2.1 è l'ultimo versione dello standard HDMI e supporta risoluzioni video e frequenze di aggiornamento più elevate: può riprodurre video in 8K a 120 fotogrammi al secondo, mentre HDMI 2.0 si ferma a 8K/30 fps. HDMI 2.1 è stato progettato per la prossima generazione di TV, lettori Blu-ray e console di gioco (PS5 e Xbox Series X hanno puntato molto sul gameplay in 4K/120 Hz).

Laddove i cavi HDMI 2.0 supportano una larghezza di banda massima di 18 Gbps, i nuovi cavi HDMI 2.1 si spingono fino a 48 Gbps! 

Quali TV, ricevitori AV e soundbar supportano eARC?

Prodotti compatibili con eARC sono disponibili dal 2019, tuttavia si tratta perlopiù di modelli premium e dunque costosi.

La buona notizia è che con il diffondersi delle porte HDMI 2.1 e HDMI 2.0b, presto anche i prodotti i di fascia media supporteranno eARC. L’unico “problema” è che, di solito, sui TV, c’è solo una porta con supporto per eARC. Non tutti gli ingressi HDMI 2.0b e HDMI 2.1 supportano eARC. Non esiste una legge che obblighi i produttori a supportare suddetta tecnologia su ciascuna porta HDMI, quindi, in genere, la implementano solo su un ingresso. Comunque non temete, la porta compatibile è indicata con la scritta eARC, quindi non si può sbagliare.

I televisori LG implementano porte HDMI 2.1 ed eARC dal 2020. Discorso simile per i TV Samsung, mentre Sony e Panasonic hanno aggiornato i propri modelli solo nel 2021.

Come tutte le tecnologie recenti, servirà del tempo prima che eARC sia disponibile anche sui prodotti meno blasonati, ma ci arriveremo.

Quel che è certo, è che il consumatore deve sempre controllare la scheda tecnica del dispositivo per evitare brutte sorprese.

Vi ricordiamo anche che, come i televisori, anche soundbar e impianti audio meno recenti potrebbero non essere compatibili con eARC. In tal caso, occorre usare i cavi audio tradizionali.

HDMI ARC specifications

  • I migliori TV del 2021, i modelli più spettacolari per il vostro salotto
  • I migliori tablet del 2021, scoprite i dispositivi più pratici del momento
  • Le migliori cuffie wireless del 2021: dalle over-ear agli auricolari