Skip to main content

Apple M1 Max, niente più notebook gaming per l'editing video

Apple Unleashed
(Image credit: Apple)

Finalmente, Apple ha rilasciato i chip M1 Pro e M1 Max, quasi un anno dopo l'arrivo di M1 a novembre 2020, che era già impressionante di suo. Ma questi nuovi chip promettono molto di più, soprattutto per i creativi.

Se le dichiarazioni di Apple troveranno fondamento, M1 Pro e M1 Max saranno in grado di lavorare con l'editing video senza doversi affidare a notebook pensati per il gaming. 

Apple Unleashed

(Image credit: Apple)

Un GPU davvero interessante?

I MacBook non sono laptop da gaming, ma c'è da dire che non sono solo i giochi a richiedere molte risorse e GPU veloci.

Oggi più che mai, le applicazioni creative come Adobe Premiere, Blender ecc. richiedono tutta la potenza offerta dalle GPU moderne, in particolare Nvidia. Di conseguenza, i CUDA core sono sempre più importanti e Apple non ha colto la palla al balzo, non dedicando la giusta attenzione alle proprie GPU.

La versione 2019 del MacBook Pro 16 montava solo una AMD Radeon Pro 5500M con 4 GB di VRAM. Non il massimo per l'editing video.

Apple sostiene che M1 Max sarà in grado di competere con Razer Blade 15 Advanced in termini di grafica, con consumi molto minori. E parliamo di uno dei nostri laptop preferiti, anche per creativi. 

Resta da vedere se, dati concreti alla mano, questi due nuovi processori di Apple manterranno tutte le promesse fatte da Apple in occasione dell'evento del 18 ottobre.

Marco Doria

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.