Skip to main content

AMD Ryzen 8000: saranno simili a dei chip Apple M1 pompati

AMD Ryzen
(Image credit: AMD)

AMD starebbe affilando ulteriormente le sue armi, grazie all'introduzione di  un processo a 3nm e un design ibrido per la futura gamma di APU Zen 5, rivelandosi una seria minaccia ai processori Intel Alder Lake della rivale.

La nuova APU, che dovrebbe far parte della serie Ryzen 8000 di AMD, potrebbe raggiungere il mercato nel 2024, secondo KitGuru. Non ci sono dati certi, ma si vocifera che includerà fino a otto core mirati alle prestazioni e quattro core mirati all'efficienza energetica, portando il numero totale dei thread disponibili a 20.

È probabile che alla nuova architettura verrà anche abbinato un nuovo sottosistema di memoria. Al momento non si sa se vedremo questa novità anche sulle CPU AMD Zen 5, ma non è da escludere.

Per ora non sappiamo molto sul numero di core GPU in dotazione alla nuova APU, o se avrà unità di elaborazione aggiuntive simili al componente di elaborazione neurale del chip Apple M1 e del prossimo chip Apple M1X.

AMD Zen 5 potrebbe rappresentare una minaccia per Intel

AMD ha fatto passi da gigante nel raggiungere Intel nella quota di mercato relativa alle CPU desktop, ma rimane ancora staccata nel settore mobile, probabilmente il segmento più in crescita all'interno del mercato PC consumer.

Anche Intel starebbe per compiere il passaggio verso l'architettura big.LITTLE introdotta da Arm, pertanto l'adozione del design da parte di AMD non dovrebbe sorprendere nessuno, anche se la stessa AMD aveva deriso Intel dopo l'annuncio di voler passare ad una inedita architettura meno di un anno fa.

L'adozione di big.LITTLE comporta una migliore efficienza energetica, pertanto una volta sdoganata, è possibile che diventerà onnipresente sui dispositivi mobile dei prossimi anni. Le specifiche relative all'autonomia sono una caratteristica chiave per la maggior parte dei portatili, e la presenza di CPU meno energivore sarà un punto cardine per determinare il loro successo sul mercato.

Il passaggio di Intel a big.LITTLE avrebbe potuto garantire la maggior parte del mercato all'azienda di Santa Clara, perciò se la notizia che AMD ha scelto di adottare una strategia simile si rivelerà esatta, metterà a rischio il suo ormai fragile monopolio.

Intel Alder Lake sarà realizzato con un processo a 10 nm, pertanto se AMD rilascerà un’APU Zen 5 da 3 nm nel 2024, la sua posizione nel mercato del mobile computing potrebbe avere un rapido declino. Un chip 3nm big.LITTLE realizzato da AMD avrebbe simili vantaggi ai chip Intel in termini di efficienza energetica ma essendo molto più evoluto (e presumibilmente più potente) sarà potenzialmente più appetibile dall'utenza mobile.