Skip to main content

AMD: Ryzen 4000 ha una "potenza tremenda"

(Image credit: Future)

I processori AMD Ryzen 4000 saranno "tremendamente potenti", o almeno è così che li ha descritto di recente un dirigente dell'azienda. Si tratta di Forrest Norrod, in occasione di una conferenza organizzata da Deutsche Bank. 

Si parla dei Ryzen 4000 per desktop, la cui presentazione ufficiale è ormai attesa tra pochissimo. Sono processori basati su architettura Zen 3, che avranno un grande numero di Core/Thread, e con ogni probabilità frequenze massime molto alte - se ciò che si è saputo finora è di una qualche indicazione.

Norrod ha affermato che "Zen 3, che è al cuore dei nostri prodotti di nuova generazione, è un'architettura tremendamente potente, e ci porta esattamente nella direzione in cui vogliamo andare". 

Si tratta ovviamente di chiedere all'oste com'è il suo vino, ma i processori Ryzen 4000 già usciti, nonché un buon numero di informazioni non ufficiali, sembrano giustificare le affermazioni di Norrod. In ogni caso il dirigente è stato bene attento a dire cose troppo precise. 

Sappiamo che i processori Ryzen 4000 desktop saranno presentati il prossimo 8 ottobre, e quel giorno sapremo finalmente quali sono le loro specifiche e che tipo di potenza potremo aspettarci. Tre settimane dopo, il 28 ottobre, sarà invece il turno di Big Navi.

Balzo prestazionale

Per il momento, ci aspettiamo prestazioni IPC migliori di circa il 15% e forse anche qualcosa di meglio, visto che secondo alcune indiscrezioni questo valore potrebbe arrivare fino a un +20%. 

Parliamo quindi di un bel balzo in avanti, e un recente leak riguardante il processore AMD Ryzen 9 4950X lo descrive come una CPU a 16 core capace di arrivare fino a 4,8 GHz - il che sarebbe un bel grattacapo per Intel, soprattutto se AMD continua a essere competitiva anche sul piano del prezzo. 

In confronto, il Ryzen 3950X attualmente in commercio arriva a 4,7 GHz, quindi non sembrerebbe una differenza tanto grande. Ma si somma a tutti i vantaggi della nuova architettura. 

Via Wccftech