Skip to main content

AMD Radeon RX 6800 supera del 50% GeForce RTX 3090 in ambito cryptomining

Big Navi
(Image credit: AMD)

Se le indiscrezioni fossero vere, la nuova AMD Radeon RX 6800 (non RX 6800 XT) sarebbe migliore del 50% nel mining di criptovaluta rispetto all'attuale campione Nvidia RTX 3090.

Come spiegato da Videocardz, quando si prendono in considerazione i costi associati all'estrazione di criptovaluta, la RTX 3090 è in grado di generare circa 2,85€ al giorno, o poco di più di 1000€ l’anno. AMD RX 6800 invece è capace di estrarre circa 4,2€ al giorno, pari a oltre 1500€ per anno.

Le presunte prestazioni di mining sono state pubblicate tramite il servizio di messaggistica cinese QQ e successivamente rilanciate su Chiphell. In questo momento si tratta di una voce di corridoio, ma se fosse vero potrebbe rivelarsi una informazione piuttosto sconvolgente.

Come il cryptomining potrebbe influenzare la disponibilità di Radeon RX 6800

I minatori di crittovalute tendono a sfruttare le migliori schede video sul mercato, usandole 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, per risolvere complicati matematici che servono a generare valuta.

Il mining ha subito un notevole rallentamento rispetto al boom del Bitcoin avvenuto alcuni anni fa, ma da allora la domanda ha ripreso a salire costantemente. Nvidia e AMD hanno appena lanciato schede grafiche più potenti ad un prezzo più conveniente rispetto a quello della generazione che vanno a sostituire e ciò sembra un ottimo motivo per il rilancio del settore delle cryptomonete, che spingerebbe i miner all’acquisto di grandi quantità di dispositivi grafici.

Come si è già visto, uno dei maggiori problemi dopo il lancio delle schede grafiche Nvidia Ampere è stato l’esaurimento pressoché istantaneo di GeForce RTX 3080 e RTX 3090 dopo la messa in vendita. E non è certo andata meglio alcuni giorni dopo con le più economiche GeForce RTX 3070.

Questa carenza potrebbe stata causata da fenomeni di bagarinaggio, dovuta a eBayer senza scrupoli armati di bot che hanno acquistato gran parte delle schede prima che giocatori e appassionati potessero anche solo riuscire ad inserire il prodotto di loro scelta nel carrello e concludere il pagamento.

La RX 6800 è la meno costosa delle tre schede della serie AMD RX 6000 annunciate finora e sembra essere in grado di dominare l'attuale GPU campione di redditività nelle operazioni di mining. Siamo perciò convinti che quanto visto in precedenza potrebbe ripetersi anche in questo caso.

Fortunatamente, AMD sembra aver anticipato la tendenza, e starebbe realizzando una GPU progettata appositamente per i cryptominer. Ciò dovrebbe lasciare un certo margine di possibilità di acquisto di una nuova scheda AMD anche a gamer e appassionati.