Skip to main content

AMD continua a dominare il settore desktop, Intel insegue da lontano

(Image credit: AMD)

Secondo una serie di statistiche diffuse da un rivenditore online tedesco, i processori Ryzen di AMD hanno portato il dominio su Intel a un nuovo livello.

I dati trapelati e condivisi su Twitter da Mindfactory per l’ottava settimana del 2020, mostrano che AMD ha una strepitosa quota di mercato dell'86,11%, lasciando Intel in difficoltà con solo il 13,89%.

I dati coincidono con le cifre ufficiali degli ultimi due mesi fornite da Mindfactory, nei quali si evince che AMD deteneva una quota dell'85% a gennaio 2020 e una quota dell'86% a dicembre 2019. Secondo questa nuova indiscrezione, quindi, l’azienda è tornata ai massimi precedenti. 

Il succo del discorso è che negli ultimi tre mesi AMD ha dominato completamente Intel ed è responsabile di quasi tutte le CPU vendute, con un notevole aumento in questo periodo, nonostante già la forte quota dell'82% che aveva a novembre 2019.

AMD rappresenta la stragrande maggioranza non solo della quota unitaria, ma anche delle entrate, prendendo l'82% del denaro speso per i processori.

Come riporta il sito Notebookcheck, il processore Ryzen 5 3600 rimane il modello più popolare in assoluto e le vendite sono di quasi 13 volte superiori rispetto al Core i7 9700K di Intel. 

Si tratta di cifre sorprendenti, anche se dobbiamo prendere le indiscrezioni sempre con le pinze. Come detto precedentemente, questi dati coincidono con le cifre ufficiali degli ultimi due mesi del rivenditore tedesco.

Quadro generale 

Questo è solo un insieme di statistiche provenienti da un singolo punto vendita, quindi non rappresentano l’intero mercato (Intel domina ancora nel mercato dei notebook).

Tuttavia, confrontando le statistiche storiche di Mindfactory, AMD aveva  una quota di mercato del “solo” 68% rispetto a giugno 2019, quindi è aumentata di quasi il 20% dopo la presentazione dei processori Ryzen 3000, che si sono sicuramente rivelati un successo.

A complicare la situazione di Intel è il presunto ritardo delle CPU desktop Comet Lake di nuova generazione, che il gigante dei chip deve introdurre rapidamente per sfidare i Ryzen di terza generazione.Molto dipenderà anche dai prezzi, come sempre. Secondo l’ultima indiscrezione riguardante i prezzi di Comet Lake, sembra che AMD possa continuare ad avere la meglio, vendendo i suoi modelli a un costo minore.

Se Intel non riuscisse a presentare i processori Comet Lake nel giro di poco tempo, potrebbe finire per scontrarsi contro le nuove CPU desktop Ryzen 4000, che dovrebbero arrivare entro la fine dell'anno. Questo potrebbe rendere la situazione di Intel ancora più complicata.