Skip to main content

Recensione Xiaomi Mi 10

Un top di gamma con qualche pecca

Xiaomi Mi 10
(Image: © TechRadar)

Il nostro verdetto

Xiaomi Mi 10 è un ottimo smartphone: vanta un design premium, uno splendido schermo da 90Hz e un potente SoC. Detto questo, alcuni difetti (comparto fotografico e interfaccia) ne limitano il potenziale. OnePlus 8 Pro e Huawei P40 sono equipaggiati con un comparto fotografico superiore.

Pro

  • Design premium
  • Schermo OLED da 90 Hz
  • Chip Snapdragon 865

Contro

  • Manca un teleobiettivo
  • L'interfaccia utente di Xiaomi non è per tutti

Introduzione

Xiaomi Mi 10 è uno smartphone dal design premium: il pannello posteriore è in vetro lucido ed è curvo; è collegato lateralmente a un fantastico display OLED da 90 Hz tramite una cornice in metallo: che volete di più? Non molto, in realtà, almeno quando si tratta di design e schermo. Xiaomi ha fatto molta strada in questo campo e la serie Mi 10 è davvero bellissima.

Detto questo, l’interfaccia utente lascia ancora a desiderare. Per esempio, quando si avvia la scansione dell’antivirus, tutti i processi vengono bloccati. L’interfaccia della gamma OnePlus è molto più efficiente.

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10 non è particolarmente brillante, ma il sensore principale da 108 MP è ottimo: è lo stesso equipaggiato su Samsung Galaxy S20 Ultra e Xiaomi Mi Note 10.

Detto questo, non raggiunge i livelli del sensore principale da 50 MP dell'Huawei P40 Pro, inoltre è privo di un teleobiettivo, a differenza di Xiaomi Mi 10 Pro, e di “rivali” come OnePlus 8 Pro.

Xiaomi Mi 10 è pur sempre un top di gamma, infatti monta il chip più veloce del momento (Snapdragon 865 + modem 5G), uno schermo eccellente e un comparto audio davvero buono grazie agli altoparlanti stereo. E non finisce qui: l’autonomia è soddisfacente e supporta sia la ricarica wireless che quella rapida da 30 W.

Se il prezzo di Xiaomi Mi 10 dovesse scendere un po’ sarebbe un vero affare. Detto questo, la sua fotocamera e l'interfaccia utente ne minano le potenzialità.

Disponibilità e prezzo

  • È già disponibile
  • Lo street price oscilla intorno ai 600 euro 

Xiaomi Mi 10 è disponibile su Amazon a circa 650 euro, nel momento in cui scriviamo. È stato annunciato in Cina a febbraio insieme al Mi 10 Pro, uno smartphone simile, ma con un con un comparto fotografico superiore. 

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Design

  • Ottime finiture
  • Struttura in metallo e pannello posteriore in vetro lucido
  • In Italia, è disponibile nelle colorazioni verde corallo e grigio crepuscolo 

Non ci sono dubbi, Xiaomi Mi 10 è uno smartphone di design. Lo schermo è protetto dal Gorilla Glass 5, che curva elegantemente nella cornice metallica, che a sua volta si collega al pannello posteriore in vetro.

Il blocco posteriore di Mi 10 sporge dal pannello posteriore altrimenti ininterrotto e, sia in mano che alla vista, si percepisce l’eccellente qualità costruttiva. Certo, il pannello posteriore è una calamita per le impronte, ma è normale. Pesa 208 grammi, non quanto iPhone 11 Pro Max (226 g), ma è comunque più pesante dei competitor.

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Il tasto di accensione e il bilanciere del volume sono posizionati sul bordo destro; sul bordo posteriore c'è una porta USB-C e in alto un sensore IR.

Gli altoparlanti stereo sono collocati alle estremità superiore e inferiore del dispositivo. Xiaomi Mi 10 misura 162.58 x 74.8 x 8.96 mm: se desiderate uno smartphone compatto, cercate altrove.

Display

  • Ampio display da 6,67 pollici
  • Schermo AMOLED con foro per la fotocamera 
  • Risoluzione 1080 x 2340 pixel, frequenza di aggiornamento di 90Hz 

Lo schermo Super AMOLED di Xiaomi Mi 10 supporta una risoluzione di 1080 x 2340 pixel (Full HD+) e misura 6,67 pollici; è simile allo schermo del Motorola Edge, ma con una curvatura meno pronunciata. La densità pixel è di 386 ppi, superiore a quella di un iPhone 11, ma inferiore a quella di un iPhone 11 Pro.

Si tratta di un display Super AMOLED caratterizzato da un ottimo contrasto e da colori vividi. La luminosità tipica è di circa 500 nit, inferiore rispetto a quella raggiunta da Samsung Galaxy S20 o OnePlus 8 Pro, ma può raggiungere gli 800 nit durante la visualizzazione di contenuti HDR; infatti, lo schermo di Xiaomi Mi 10 è compatibile con lo standard HDR10+. Gli angoli di visione sono fantastici, specialmente per un pannello OLED.

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Comparto fotografico

  • Obiettivo principale da 108 MP (f / 1.7)
  • Lente grandangolare da 13 MP (f / 2.4)
  • Sensori macro e profondità da 2 MP
  • Manca il teleobiettivo 

Xiaomi Mi Note 10 ha introdotto il primo obiettivo da 108 MP al mondo, le cui prestazioni hanno sorpreso anche gli addetti ai lavori. Da allora, lo stesso sensore è stata riproposto anche su Motorola Edge Plus, Samsung Galaxy S20 Ultra e Xiaomi Mi 10 Pro.

Va sottolineato che Xiaomi Mi 10 è il primo top di gamma a montare il suddetto sensore senza abbinarlo a un teleobiettivo.

Sembra che l’azienda punti sui “grandi numeri” e sullo zoom digitale. Funziona? Sì, in condizioni di buona luminosità va bene, come si può vedere nella foto con zoom 2x del paragrafo sottostante.

In condizioni di scarsa luminosità, tuttavia, lo zoom non rende al meglio.

Xiaomi Mi 10 offre le tipiche modalità di scatto: foto, video, ritratto, modalità notturna e modalità pro. C'è anche una modalità dedicata da 108 MP che registra immagini ad alta risoluzione molto dettagliate, con una buona illuminazione.

La modalità automatica di Xiaomi Mi 10 è fantastica. Lo smartphone offre la stabilizzazione ottica dell'immagine, che compensa il tipico tremolio dell’utente. Si possono anche scattare foto da 27 MP, utilizzando la tecnologia di pixel binning 4 in 1, che cattura comunque molti dettagli. In questo caso, si possono registrare immagini da 4344 x 5792 pixel, che “pesano” tra i 7-10 MB.

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10 non è all’altezza di quello della gamma Huawei P40, quando si tratta di sfumature di tono e colore. L'iPhone 11 elabora una migliore gamma dinamica, mentre Google Pixel 4 se la cava meglio nel bilanciamento del bianco, ma si tratta di dettagli per lo più.

La maggior parte dei consumatori rimarrà soddisfatta dagli scatti di Xiaomi Mi 10: l’obiettivo principale cattura moltissimi dettagli e la gamma dinamica è adeguata. La modalità notturna, tuttavia, ha una resa inferiore rispetto a quanto offerto dai suddetti smartphone Apple, Google e Huawei.

Le prestazioni della lente grandangolare da 13 MP (f / 2.4) sono mediocri: manca la messa a fuoco automatica, ergo molti utenti avranno problemi a realizzare gli scatti desiderati. In tutte le condizioni di luce (tranne le migliori), le foto non sono abbastanza nitide, inoltre il sensore non è compatibile con la modalità notturna.

Fortunatamente, si possono scattare immagini professionali con tempi di esposizione di 30 secondi, in modo da ottenere immagini al top anche nelle condizioni più difficili.

La macro camera da 2 MP non lascia il segno, tant’è vero che si possono effettuare scatti macro migliori con l’obiettivo principale, quindi non la tratteremo.

La fotocamera frontale da 20 MP è buona ed è il secondo miglior sensore dopo quello da 108 MP; offre prestazioni decenti sia per le foto che per i video, e in quasi tutte le condizioni di illuminazione.

Scatti campione

Immagine 1 di 7

Uno scatto con zoom 1x.

Uno scatto con zoom 1x. (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 7

Quando si scatta con zoom 2x, in condizioni ben illuminate, la mancanza di zoom ottico non si sente.

Quando si scatta con zoom 2x, in condizioni ben illuminate, la mancanza di zoom ottico non si sente. (Image credit: TechRadar)
Immagine 3 di 7

La gamma dinamica è terribile quando si riprendono gatti neri retroilluminati.

La gamma dinamica è terribile quando si riprendono gatti neri retroilluminati. (Image credit: TechRadar)
Immagine 4 di 7

Uno scatto grandangolare.

Uno scatto grandangolare. (Image credit: TechRadar)
Immagine 5 di 7

Uno scatto ultra grandangolare.

Uno scatto ultra grandangolare. (Image credit: TechRadar)
Immagine 6 di 7

(Image credit: TechRadar)
Immagine 7 di 7

(Image credit: TechRadar)

Specifiche e prestazioni

  • Qualcomm Snapdragon 865
  • Disponibile in più configurazioni
  • Fino a 256 GB di memoria interna

Xiaomi Mi 10 monta un SoC Snapdragon 865 ed è disponibile in due versioni: 128 GB o 256 GB di memoria interna. È un ottimo smartphone per il gaming, lo schermo è meraviglioso e la RAM (8 GB) è abbondante.

I benchmark sono a dir poco stellari; su Geekbench 5, Xiaomi Mi 10 raggiunge un punteggio multi-core di oltre 3300 punti, e questo si riflette nell'uso quotidiano e nelle prestazioni di gioco.

L'interfaccia MIUI 11 di Xiaomi è fluida e reattiva, con qualche imperfezione. Ci sono molte app superflue, e quando se ne installa una dal Play Store ci si trova sempre a dover chiudere la pagina della scansione antivirus. Nel momento in cui scriviamo, inoltre, pare che l’app drawer non sia ancora disponibile per il Mi 10, il che è strano visto che invece è presente sul Mi 10 Pro e altri modelli Xiaomi. 

Il supporto alle app è eccellente: al contrario di Huawei, Xiaomi può usufruire dei servizi Google (GMS).

La connettività è al top grazie al sensore NFC e al supporto alle reti 5G. Manca uno slot per schede microSD, ma con 256 GB di spazio di archiviazione, difficilmente ve ne accorgerete.

Il lettore per le impronte digitali sotto al display funziona bene, tuttavia consigliamo lo sblocco facciale, poiché è rapido e raramente fallisce.

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Autonomia

  • Batteria da 4780 mAh
  • Ricarica wireless e inversa
  • Ricarica cablata rapida da 30 W

La batteria di Xiaomi Mi 10 ha una capacità di ben 4780 mAh. Nonostante l’eccellente e ampio display Super AMOLED da 90 Hz, con una carica arriverete tranquillamente a fine giornata. Xiaomi Mi 10 supporta la frequenza d’aggiornamento variabile che varia tra 60 Hz e 90 Hz a seconda dell'app in esecuzione, per risparmiare energia.

Nel nostro test, dopo 90 minuti di riproduzione video in Full HD e alla massima luminosità, la percentuale di carica è diminuita del 10%. Portare la batteria al 100% richiede circa 70 minuti, merito del supporto alla ricarica rapida da 30 W. Lo smartphone supporta anche la ricarica wireless da 30 W, il che è impressionante, inoltre offre anche la ricarica wireless inversa da 5 W.

Dovrei comprare lo Xiaomi Mi 10?

Xiaomi Mi 10

(Image credit: TechRadar)

Compratelo se... 

Lo trovate intorno ai 600 euro o meno

Xiaomi Mi 10 è uno smartphone completo. Rispetto ai top di gamma della concorrenza ha qualche pecca, ma è comunque un dispositivo straordinario. Al momento lo si trova intorno ai 650 euro, che è già un buon prezzo e se dovesse diminuire ancora, tanto meglio.


Il gaming è una priorità

Grazie al SoC Snapdragon 865, lo schermo stupendo e gli altoparlanti stereo, giocare su questo smartphone si rivelerà un’esperienza fantastica.

Odiate le cuffie e vi piace fruire di contenuti multimediali

Il display di Xiaomi Mi 10 è meraviglioso, e gli altoparlanti stereo sono discreti e offrono una spazialità del suono decente, per cui potrete godervi le vostre serie preferite senza dover indossare le cuffie.

Non compratelo se...

Volete l’app drawer

L'interfaccia di Xiaomi, MIUI, non consente di aggiungere un cassetto per le app sul Mi 10. Gli utenti abituati a iOS non noteranno la differenza, ma la maggior parte degli utenti Android troverà questa mancanza irritante. Con ogni probabilità Xiaomi lo aggiungerà con un aggiornamento (se non lo ha già fatto), ma per ora non c’è. 

Avete bisogno di un teleobiettivo

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10 non è male, peccato che manchi un teleobiettivo. Dovrete accontentarvi del sensore principale da 108 MP e dello zoom digitale, la macrofotografia non è praticabile con questo smartphone.

Volete uno smartphone compatto

Xiaomi Mi 10 si distingue per il design premium, l’ampio schermo super AMOLED da 6,67 pollici e le quattro fotocamere posteriori, ma se volete uno smartphone compatto, meglio cercare altrove.