Skip to main content

Recensione Panasonic JZ2000

Panasonic JZ2000 è il miglior TV del 2021

Panasonic JZ2000
Editor's Choice
(Image: © Panasonic)

Il nostro verdetto

Il pannello OLED proprietario, l’ottimo comparto audio e il processore HCX Pro AI rendono Panasonic JZ2000 il TV OLED di riferimento per il 2021. I nuovi altoparlanti laterali migliorano ulteriormente la spazialità del suono, mentre le immagini sono sempre accattivanti e nitide, a patto di utilizzare le impostazioni corrette.

Pro

  • Altoparlanti laterali
  • Quattro ingressi HDMI 2.1
  • Qualità immagini
  • Effetto surround

Contro

  • Occorre regolare le impostazioni per ottenere il massimo
  • Telecomando ingombrante
  • Disney Plus non è supportato

Panasonic JZ2000 è senza dubbio uno dei migliori TV OLED del 2021: il pannello Master HDR OLED Professional Edition, il sistema audio Dolby Atmos, la connettività HDMI 2.1 e il supporto girevole lo rendono un candidato perfetto al trono di miglior TV OLED del 2021. A dirla tutta, le differenze tra JZ2000 e HZ2000 (il predecessore) riguardano soprattutto le funzionalità per il gaming: il nuovo arrivato presenta quattro ingressi HDMI 2.1 e supporta VRR (frequenza di aggiornamento variabile) e ALLM (modalità a bassa latenza automatica). L’input lag è di 14,4 ms, un valore relativamente basso che lo rende idoneo per sfruttare al meglio PS5 e Xbox Series X.

La potenza totale dell’impianto è scesa a 125 W (HZ2000 ne ha uno da 140), ma è più che sufficiente per soddisfare anche i clienti più esigenti. Non abbiamo mai dovuto impostare il volume oltre il 50%, mentre la nuova disposizione dei driver ha migliorato ulteriormente l’effetto surround. Le nuove modalità di immagine e suono automatiche faranno comodo agli utenti alle prime armi, mentre quelli più esperti troveranno pane per i loro denti. In alcuni casi, tuttavia, occorre intervenire su alcuni parametri (Intelligent Frame Creation), come vedremo di seguito. In conclusione, Panasonic JZ2000 è un TV fantastico, il candidato ideale per la vostra sala cinema.

Panasonic JZ2000 - uscita e prezzo

Panasonic JZ2000 è disponibile a partire da 3.000 euro per la versione da 55 pollici e da 4.000 euro per quella da 65. 

Panasonic JZ2000 OLED TV in reviewer's living room

(Image credit: Future)

Design

  • Il supporto girevole facilita la regolazione 
  • Relativamente spesso
  • Telecomando ingombrante
Scheda tecnica

Dimensioni dello schermo: 55 pollici, 65 pollici | Sintonizzatore: DVB-T/T2/DVB-S2/DVB-C | 4K: Sì | HDR: Sì | Tecnologia del pannello: OLED | Smart TV: My Home Screen 6.0| Curvo: No | Dimensioni: 1227 (larghezza) x 786 (altezza) x 360 (profondità) mm (incluso supporto girevole) | Peso: 23,5 kg | 3D: No | Ingressi: 4x HDMI, 3x USB, Ethernet, ottico, terrestre, ingresso via cavo, ingresso satellitare, slot CI 

Panasonic JZ2000 è un TV di bell'aspetto, anche quando è spento; è dotato di una cornice molto sottile e di una spessa griglia posta sotto lo schermo. La principale differenza tra JZ2000 e i restanti televisori OLED del marchio riguarda proprio l’impianto audio integrato; è uno dei pochi televisori che può far a meno di una soundbar: gli altoparlanti frontali, quelli disposti verso l'alto e quelli laterali offrono un’esperienza surround appagante. 

Panasonic JZ2000 è piuttosto pesante (23,5 kg) per un TV da 55 pollici, tuttavia è più leggero del predecessore (26,5 kg). Il pannello posteriore, caratterizzato dalla struttura centrale per l’impianto audio, si ama o si odia. Il supporto girevole è molto comodo ed è diventato uno standard per i TV OLED del marchio dal 2020; consente di girare lo schermo di circa 20-30 gradi.

Panasonic JZ2000

(Image credit: Future)

Il telecomando incluso è piuttosto grande e farà contenti coloro che amano i modelli classici: presenta un tastierino numerico, pulsanti di riproduzione, tasti per il volume, scorciatoie per le app di streaming (sei per la precisione, inclusa una personalizzabile), nonché il tasto per il cambio degli ingressi video e per le impostazioni delle immagini; c'è anche un pulsante per l’assistente vocale, che al primo clic invita a scegliere tra Google Assistant o Amazon Alexa. 

Il TV è dotato di ben quattro porte HDMI 2.1, di cui due che supportano la riproduzione video in 4K/120 Hz e VRR (frequenza di aggiornamento variabile). Tutte supportano ALLM (modalità automatica a bassa latenza) per ridurre al minimo l’input lag, ma solo una supporta eARC (canale di ritorno audio avanzato), che consente il trasferimento di dati audio a elevato bandwidth. A confronto, Panasonic HZ2000 non ne ha nemmeno una. 

Panasonic JZ2000

(Image credit: Future)

Software TV (My Home Screen 6.0)

  • Nuova interfaccia 
  • Menù ampi
  • Disney Plus non è supportato

Panasonic dispone di un software TV proprietario, My Home Screen, la cui versione 6.0 (2021) presenta una nuova interfaccia. La schermata iniziale è divisa in app e menu, le icone sono circolari e occupano la parte inferiore dello schermo. Passando il cursore sulle app, verrà visualizzata un'anteprima dei contenuti in-app, in modo simile a quanto avviene su webOS di LG e Tizen di Samsung.

La piattaforma di Panasonic supporta le più importanti app di streaming (Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, Rakuten TV, ecc.), ma non Disney Plus. Questo vuol dire che occorre acquistare un dispositivo di streaming separatamente per visualizzare tali contenuti. Facciamo fatica a capire il perché di questa scelta.

Panasonic JZ2000 OLED TV

(Image credit: Future)

Prestazioni

  • Il pannello OLED personalizzato produce immagini incredibili
  • Qualche lag nelle scene in movimento, ma solo con le impostazioni predefinite
  • Più luminoso di un comune TV OLED 

Panasonic JZ2000 utilizza lo stesso pannello OLED personalizzato (con qualche piccola modifica) di HZ2000. Quest’ultimo è ora montato anche su JZ1500 e JZ1000. Ciò significa che le prestazioni di JZ2000 non sono poi così differenti da quelle del predecessore, ma sono comunque eccezionali. Il pannello OLED proprietario, Master HDR OLED Professional Edition, raggiunge una luminosità media e di picco superiore a quella di un comune pannello OLED, in modo simile alla tecnologia OLED evo di LG G1. Abbiamo potuto constatare la qualità del processore HCX Pro Intelligent di Panasonic durante la riproduzione di Crazy Ex Girlfriend (Netflix), una serie registrata a 1080i. 

Il livello di dettaglio è incredibile e, sebbene il chip tenda a concentrarsi più sugli elementi in primo piano, la qualità complessiva è comunque notevole. Vi consigliamo caldamente di disattivare la funzione “Intelligent Frame Creation”, che si trova nel menu dedicato alle immagini. Questa funzione, disponibile su più livelli, inserisce fotogrammi aggiuntivi per rendere i video più fluidi. Nei nostri test, tuttavia, abbiamo riscontrato che genera una quantità irritante di rumore video attorno agli oggetti in rapido movimento; è più evidente nei contenuti a bassa risoluzione, ma può verificarsi anche nei contenuti nativi in 4K. Per fortuna, è possibile disattivare questa funzione. 

Panasonic JZ2000

(Image credit: Future)

Il pannello OLED offre neri intensi e un contrasto “infinito”. In The Greatest Showman, ad esempio, osservare Zendaya esibirsi sull’anello consente di apprezzare la qualità e l’efficienza del pannello. Ci sono parecchi preset d’immagine disponibili, forse più di quelli necessari, mentre gli utenti esperti apprezzeranno le numerose opzioni di personalizzazione. Normale è l'impostazione predefinita ed è adeguata per la visione di tutti i giorni. Il preset Cinema riduce leggermente la saturazione dei colori per un aspetto più cinematografico, ma True Cinema è la preimpostazione che vi consigliamo per questi contenuti: aumenta il contrasto e sembra migliorare la definizione degli oggetti, tuttavia riduce un po’ la luminosità.

Panasonic JZ2000 HDMI inputs on rear of TV

(Image credit: Future)

La modalità Filmmaker sembra collocarsi da qualche parte tra le due impostazioni appena citate ed è apparentemente per coloro che vogliono guardare i media "come previsto" dal regista; funziona correttamente su un TV OLED di fascia alta, ma dubitiamo si possano ottenere risultati simili su televisori di fascia inferiore. Il preset dinamico, come al solito, offre maggiore luminosità e vivacità, oltre che immagini sovrasature, ma non è così terribile come quello che abbiamo visto su altri TV. 

C’è anche l'impostazione AI Auto che calibra automaticamente il pannello in base al tipo di contenuto visualizzato. I sensori di luce integrati di JZ2000 sono eccellenti: modificano la luminosità e il contrasto in tempo reale. Questo di solito è applicabile solo ai film e spettacoli Dolby Vision HDR, come The Crown (Netflix), dove la differenza tra Dolby Vision IQ e Dolby Vision Dark è evidente. Il TV vanta anche un rispettabile input lag di 14,4 ms (con la Game Mode attiva), in calo rispetto agli oltre 20 ms di HZ2000. Gli schermi OLED beneficiano di un tempo di risposta quasi istantaneo, data la velocità con cui i pixel possono passare da uno stato all'altro. Ciò si traduce in un’esperienza di gioco fantastica e non dimentichiamo l’audio surround.

Speaker array on rear of TV

(Image credit: Future)

Comparto audio

  • Altoparlanti da 125 W
  • Dolby Atmos
  • Ottima spazialità del suono

La svolta principale nell'ammiraglia di quest'anno è l'introduzione di altoparlanti a diffusione laterale. Questi ultimi lavorano con i driver a diffusione superiore e frontale per migliorare ulteriormente l’effetto surround. Gli altoparlanti di JZ2000 sono notevoli e possono riprodurre al meglio sia suoni delicati (come il rumore dei passi) che poderosi (come l'esplosione di un auto). Il livello di dettaglio e la forza dei bassi è probabilmente superiore a quella di qualunque impianto audio integrato della concorrenza, ma rimangono comunque inferiori a quelli di un impianto audio esterno. 

A dirla tutta, non c’è poi così tanta differenza rispetto all'impianto di HZ2000; è più un'evoluzione che una rivoluzione. I driver a diffusione superiore e frontale rimangono più rilevanti, mentre quelli laterali aiutano a diffondere meglio il suono. Quasi tutti i televisori non riescono a offrire un’esperienza ottimale da qualsiasi angolazione, ma Panasonic JZ2000 riesce in questa impresa: gli angoli di visione e la diffusione del suono sono ottimali; sono proprio queste caratteristiche a rendere JZ2000 il modello di riferimento per il settore. Il TV non ha la stessa potenza di HZ2000, è vero, ma abbiamo gradito più l’effetto surround del primo, che la potenza el secondo.

Vale la pena acquistare Panasonic JZ2000?

Panasonic JZ2000 OLED TV in white living room

(Image credit: Panasonic)

Compratelo se...

Volete un home cinema tutto in uno

Non c'è bisogno di soundbar qui. Il pannello OLED 4K personalizzato e gli altoparlanti Dolby Atmos da 125 W rendono Panasonic JZ2000 il TV di riferimento per il settore.

Cambiate spesso la posizione del televisore

Il supporto girevole è davvero comodo e consente di ruotare continuamente il TV.

Siete gamer

Panasonic JZ2000 ha un input lag relativamente basso (14,4 ms) e il supporto a VRR e ALLM lo rendono adeguato anche per il gaming.

Non compratelo se...

Avete già un buon impianto audio

Il vantaggio principale di Panasonic JZ2000 è il suo impianto audio integrato. Se ne avete già uno, vi conviene risparmiare acquistando LG G1 o un TV OLED di Sony.

Avete un Panasonic HZ2000

Panasonic JZ2000 offre migliori funzionalità di gioco e un impianto audio più completo rispetto a HZ2000. Detto ciò, tali caratteristiche non sono sufficienti a giustificare l’upgrade.

Avete un budget limitato

Panasonic JZ2000 è il modello di punta della gamma OLED del colosso cinese, quindi costa parecchio.

  • I migliori TV del 2021, i modelli più spettacolari da mettere in salotto
  • I migliori televisori OLED del 2021
  • I migliori televisori da gioco del 2021: i migliori modelli 4K per giocare con Xbox Series X e PS5