Recensione Moto G7
Immagine: TechRadar

Il nostro verdetto

A prima vista il Moto G7 sembrerebbe un telefono più costoso di ciò che è in realtà. Non ha la potenza di un top di gamma o una fotocamera incredibile, ma se cercate uno smartphone accessibile che funzioni e sia affidabile, la serie G di Motorola vi piacerà.

Pro

  • Buon assemblaggio
  • Schermo grande e nitido
  • Ottime prestazioni

Contro

  • Fotocamera ordinaria
  • Autonomia solo nella media

Il nome Moto G7 è sinonimo di buona qualità a un prezzo basso. E ancora una volta Motorola ha colpito nel segno con uno smartphone dalle specifiche relativamente alte rispetto ad altri modelli con lo stesso prezzo. 

Questa volta l’azienda ha preso molto dal validissimo Moto G6, raffinando ulteriormente il progetto per ottenere uno smartphone ancora più pregevole. 

Veti tutte le offerte per Moto G7

Il Moto G6 ci era piaciuto molto (gli avevamo dato 4.5/5) e non c’era molto da migliorare su questa nuova versione, ma non dev’essere un problema. 

Se avete già un Moto G6 potreste non volere passare subito al G7, in effetti, ma quest’ultimo resta uno tra i migliori smartphone di fascia media in circolazione. 

Il Moto G7 inoltre non è arrivato da solo. Insieme al modello principale infatti sono stati introdotti altri tre modelli: il più economico è il Moto G7 Play, mentre quello con la migliore autonomia è il Moto G7 Power.

Il Moto G7 Plus ha invece una fotocamera migliore e prestazioni più alte rispetto al Moto G7 standard.

 Moto G7 prezzo e disponibilità 

  • Costa 249 euro di listino
  • Tutti i modelli sono già disponibili  

Il Moto G7, in tutte e quattro le varianti, è già in commercio nel nostro Paese. La versione standard costa 249 euro, mentre ce ne vorranno 319 (listino) per la versione Plus. Se preferite un’autonomia estesa, il Moto G7 Power costa 229 euro, mentre per chi preferisce spendere poco il Moto G7 Play costa 149 euro.  

Immagine: Motorola

Immagine: Motorola

 Design e display

  • Schermo da 6.2” con risoluzione Full HD+ 
  • Usa il formato 19:9, che lo rende allungato rispetto ad altri smartphone
  • Vetro davanti e dietro, e bordi in metallo 

Se avete visto il Moto G6 dal vivo, sapete già cosa aspettarvi dal Moto G7. Lo stile è simile, mentre cambiano le dimensioni e un paio di dettagli. 

La cosa più importante da sapere è che sembra uno smartphone di fascia più alta rispetto al suo prezzo. I primi Moto G erano realizzati con materiali economici, ma l’azienda ora usa vetro e metallo, come i top di gamma. 

Immagine 1 di 2

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
Immagine 2 di 2

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

Questo non significa che il design sia perfetto. Toccando la parte posteriore si capisce che il materiale non è il migliore sulla piazza, ma la back cover è curvata lungo i bordi per offrire una presa migliore. 

Il Moto G7 può comunque risultare scivoloso su alcune superfici, quindi sappiate che potrebbe cadere dal divano senza preavviso.

La fotocamera posteriore sporge di qualche millimetro, ma non abbastanza da essere fastidiosa quando lo terrete in tasca. 

Sotto ad essa troviamo il lettore d’impronte digitali, facile da raggiungere. I Moto G precedenti avevano invece il lettore davanti, sotto lo schermo, quindi Motorola ha cambiato idea quest’anno. 

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

Quando si tiene il Moto G7 in mano, il lettore d’impronte si raggiunge con facilità ma se invece è posato su un tavolo diventa un po’ scomodo. 

Il lato destro del telefono ospita il bilanciere del volume e il pulsante di accensione, ben posizionati. Questi pulsanti sono abbastanza evidenti da trovarli facilmente solo con le dita. 

Nel lato corto superiore troviamo il cassettino per la SIM, mentre sotto ci sono la porta USB-C e a sinistra l’altoparlante. A destra c’è invece la presa da 3,5 mm per le cuffie, che senza dubbio farà la felicità di qualcuno visto che in passato Motorola aveva deciso di eliminarla sui Moto Z. 

Immagine 1 di 2

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
Immagine 2 di 2

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

Questo smartphone non è impermeabile ma è resistente agli schizzi, quindi in caso di pioggia non ci dovrebbe essere nulla di cui preoccuparsi. 

Molte di queste cose erano già presenti anche sul G6, ma ci sono delle novità. Lo schermo per esempio ha un nuovo formato: è in 19:9, un po’ più allungato rispetto ad altri smartphone che potreste aver usato. 

Si tratta di un pannello da 6.2” con un rapporto schermo/corpo pari all’81 percento. Non è il migliore schermo che si sia mai visto, ma considerato il prezzo del Moto G7 è impressionante. Per ottenere questo risultato e avere comunque una fotocamera frontale, Motorola ha inserito un notch a goccia.

Immagine 1 di 3

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
Immagine 2 di 3

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
Immagine 3 di 3

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

Si tratta di un notch molto più piccolo rispetto a quelli visti in passato, che restituisce quindi molto spazio allo schermo stesso. La barra delle notifiche ci sta senza problemi, e resta leggibile. 

Lo schermo ha una risoluzione Full HD+ (1080x2270), con una densità pari a 405 PPI. È un po’ meno rispetto ai 424 PPI del G6, ma non lo noterete nell’uso di ogni giorno. È uno schermo abbastanza nitido per la maggior parte di noi.

Qualche volta potreste trovare il Moto G7 difficile da usare con una mano sola, considerate le dimensioni e il formato, ma nonostante questo ci è piaciuta molto la sensazione che dà tra le mani.