Skip to main content

Recensione Apple AirTag

I dispositivi di tracciamento Apple riusciranno a tenere testa a Tile?

Apple AirTag
(Image: © TechRadar)

Il nostro verdetto

Apple AirTag sono uno strumento utile e facile da usare per ritrovare gli oggetti smarriti. Sono facilissimi da configurare e utilizzare e la funzione Posizione precisa vi aiuterà a individuare subito qualsiasi oggetto perduto. Apple ha riposto molta attenzione alla privacy, impedendo anche eventuali usi impropri di questi dispositivi per il tracking di posizione. Non possiamo negare che si tratti di un prodotto costoso, soprattutto se andrete ad agganciarne uno alle chiavi o a una borsa.

Pro

  • Ottimi per ritrovare gli oggetti smarriti
  • "Posizione precisa" su iPhone 11 e successivi
  • Compatti, leggeri e impermeabili

Contro

  • Costoso se utilizzati con accessori
  • Incompatibile con Android
  • AirTag si deteriorano facilmente

Recensione rapida

Apple AirTag sono gli attesi dispositivi di tracciamento Apple, finalmente ufficializzati dall'azienda durante l'ultimo evento Apple insieme al nuovo iPad Pro 2021 e al nuovo iMac 2021 con chip M1. E, nonostante le dimensioni ridotte, potrebbero essere utilissimi se tendete a perdere spesso chiavi o portafogli.

Gli AirTag emettono un suono per aiutarvi a trovare l'oggetto assegnato, ma se associate un dispositivo di tracciamento a un iPhone 11 o versioni successive, otterrete indicazioni precise per ritrovare l'oggetto tramite l'app Dov'è. Questa funzione è nota come Posizione precisa e utilizza l'accelerometro, la fotocamera e il giroscopio dell'iPhone per fornire indicazioni sullo schermo, come l'attuale distanza dall'AirTag, nonché un feedback aptico una volta che vi avvicinerete alla posizione.

La rete dei dispositivi Dov'è di Apple consente di ritrovare gli AirTag smarriti: basta entrare nella modalità che indica il dispositivo come perduto e se un altro device sulla rete si trova in prossimità dell'oggetto smarrito, riceverete una segnalazione anonima sulla sua posizione. Potrete anche assegnare un numero di telefono a un AirTag: in questo modo, se un pubblico ufficiale lo trova, potrà usare il proprio iPhone o un dispositivo NFC (in questo caso anche Android) per visualizzare il numero e contattarvi per restituirvelo.

Apple ha anche puntato molto sulla privacy, adottando varie misure per impedire l'uso improprio degli AirTag. Di conseguenza, non potrete attivare un AirTag per conto di altre persone, mentre il vostro dispositivo iOS potrà comunque individuare un dispositivo di tracciamento sconosciuto nelle vicinanze, avvertendovi del fatto che il proprietario potrebbe vedere la vostra posizione. Inoltre, un AirTag smarrito emette un avviso acustico se risulta distante dal proprietario da un tempo prolungato, anche se è in movimento.

Se prestate a qualcuno un oggetto a cui è collegato un AirTag, in caso di avviso relativo a un AirTag sconosciuto, la persona può mettere in pausa gli avvisi per un giorno o a tempo indeterminato. Tuttavia, il dispositivo deve essere collegato a un Apple ID appartenente al vostro gruppo di condivisione familiare.

L'AirTag ha la forma di un piccolo disco ed è riponibile facilmente in tasca o in una borsa, ma se volete agganciarlo a delle chiavi o ad altri oggetti, dovrete acquistare un portachiavi opzionale a cui agganciarlo. Tuttavia, questo optional ha un costo pari o addirittura superiore a un Apple AirTag, rendendo questo prodotto uno dei più costosi sul mercato. E, come diversi altri prodotti Apple, funziona solo con dispositivi iOS.

Tuttavia, se dimenticate spesso dove lasciate le chiavi o il portafoglio o se volete ritrovare subito un oggetto importante in caso di smarrimento, acquistare un Apple AirTag potrebbe avere senso.

Apple AirTag: prezzo e disponibilità

Apple AirTag

(Image credit: TechRadar)
  •  Prezzo di listino: €35

Un singolo Apple AirTag costa €35, ma potete acquistare anche una confezione da 4 dispositivi, al costo di €119. I preordini sono stati aperti dopo l'evento Apple, mentre il prodotto è in vendita dal 30 aprile 2021. 

In quanto agli accessori compatibili con AirTag, Apple si è davvero superata: potrete acquistare il portachiavi, il ciondolo da borsa e l'etichetta per il bagaglio Hermès a partire da 299€ al pezzo.

Naturalmente ci saranno opzioni anche per chi vuole spendere meno e non cerca un accessorio di lusso. Il portachiavi AirTag e il laccetto AirTag in pelle marchiati Apple hanno rispettivamente un prezzo di 39€ e 35€, e sono disponibili in vari colori. Gli accessori Belkin sono i più economici, e costano 13,95€ l'uno.

Design

Apple AirTag

(Image credit: TechRadar)
  • Compatti e leggeri
  • Agganciabili a chiavi, borse e altri oggetti tramite accessori opzionali
  • Resistenti all'acqua, con grado IP67

Apple AirTag sono dispositivi compatti, con dimensioni di 3,19 x 3,19 x 0,8 cm e dal peso di soli 11 grammi. Il disco in acciaio inossidabile ha un coperchio in plastica che racchiude la batteria CR2032 che alimenta il dispositivo. Inoltre, un altoparlante integrato emette un suono se viene utilizzata l'app Dov'è su un dispositivo iOS o macOS per individuare l'AirTag smarrito.

Non ci sono clip o altri dispositivi di aggancio, ma Apple AirTag può essere riposto in una borsa, in un portafoglio o nel taschino di una giacca. Se volete agganciarlo a chiavi o altri oggetti, dovrete acquistare un laccetto opzionale da Apple o da terze parti come Belkin. 

La classificazione IP67 significa che un AirTag resiste all'acqua, dunque se finisce in una pozzanghera non sarà un problema. Il prodotto può essere inciso gratuitamente, per aggiungere testo, numero ed emoji sul coperchio in plastica. Utile per identificare un AirTag se ne avete diversi. Tuttavia, ci siamo accorti che dopo qualche giorno di utilizzo, il dispositivo mostra già dei segni di usura su entrambi i lati.

Apple non ha indicato la portata del Bluetooth degli AirTag, ma crediamo che supportino Bluetooth 5.0, ovvero la versione più recente della tecnologia, integrata già su iPhone 12, con una portata di 240 m.

Prestazioni

Apple AirTag

(Image credit: TechRadar)
  • Funzione Posizione precisa
  • Funzioni di privacy che impediscono il monitoraggio della vostra posizione
  • La Modalità smarrito consente a chi trova il vostro AirTag di contattarvi

Come quasi tutti gli accessori per iPhone, anche gli Apple AirTag sono facili da configurare. Una volta rimosso dalla confezione, il dispositivo ha emesso un breve avviso acustico, per poi essere riconosciuto subito dal nostro iPhone. Abbiamo assegnato un nome all'AirTag, che a sua volta è stato assegnato al nostro Apple ID e inserito nell'elenco dei nostri accessori. Inoltre, inserire il dispositivo nel laccetto di cuoio è stato facilissimo, così come fissare il dispositivo alle chiavi e a una borsa.

Toccando l'AirTag dall'elenco degli accessori nell'app Dov'è, è possibile accedere a varie opzioni, fra cui la riproduzione di un suono. La connessione all'AirTag richiede qualche secondo, dopodiché i dispositivo emette cinque bip per tre volte, a un volume abbastanza alto da essere udibile anche sotto i cuscini del divano, dove l'avevamo riposto per testarlo.

I suoni vengono riprodotti per sette secondi, un tempo sufficiente per individuare un oggetto nella stessa stanza o in quella accanto alla nostra posizione. Tuttavia, quando siamo saliti al piano di sopra, abbiamo dovuto ripetere quattro volte la riproduzione dei suoni prima di arrivare abbastanza vicino al dispositivo per poterli sentire.

E qui entra in gioco la funzione Posizione precisa, che sfrutta la tecnologia radio in banda ultra larga per rilevare la distanza e la direzione dell'iPhone rispetto all'AirTag, mostrando le relative informazioni sullo schermo e attraverso un feedback aptico, per aiutarvi a ritrovare il vostro dispositivo.

In generale, distanza e direzione ci hanno aiutato a trovare velocemente l'AirTag che avevamo nascosto di proposito ai fini di questa prova. Tuttavia, abbiamo condotto i test in casa, le cui pareti spesso influiscono negativamente sulle connessioni Bluetooth fra dispositivi come cuffie e smartphone. E questo problema affligge anche la funzione Posizione precisa.

Ad esempio, quando abbiamo lasciato l'AirTag in giardino per poi rientrare in casa, il nostro iPhone 12 non è riuscito subito a connettersi all'AirTag, chiedendoci di spostarci in un altro luogo. Una volta più vicini, la connessione è avvenuta, ma con un segnale alquanto debole. Alla fine, la connessione migliore è stata ottenuta a circa 6 metri di distanza. 

Quando abbiamo posizionato l'AirTag nel giadino anteriore e abbiamo attraversato la strada fino a una distanza di 9 metri, l'iPhone si è connesso all'AirTag quasi immediatamente, e ci ha guidati fino al dispositivo senza perdere il segnale.

Abbiamo anche potuto chiedere a Siri di trovare l'AirTag: l'assistente ha avviato il ciclo di avvisi acustici, ma per usare la funzione Posizione precisa, Siri ci ha chiesto di aprire l'app Dov'è.

Autonomia

  • Alimentati da una batteria CR2032
  • Apple dichiara un'autonomia massima di un anno
  • Sostituire la batteria è semplice

Gli Apple AirTag sono alimentati da una batteria CR2032 che, secondo Apple, può durare fino a un anno, se il dispositivo emette un suono quattro volte al giorno e viene utilizzata la funzione Posizione precisa su base giornaliera. 

Naturalmente, non abbiamo ancora potuto verificare questa affermazione e non c'è un indicatore dello stato della batteria, di conseguenza non abbiamo potuto misurare i consumi determinati dai nostri test alquanto intensivi.

La batteria è facile da sostituire: tenendo l'AirTag con il lato colorato rivolto verso il basso, basta ruotare il coperchio verso destra con due dita per scoprire il vano batteria. 

Vale la pena acquistare Apple AirTag?

Acquistateli se...

Volete trovare gli oggetti smarriti con indicazioni chiare
La funzione Posizione precisa consente di trovare facilmente gli oggetti perduti, grazie alle direzioni e alla distanza segnalati sul display. Inoltre a oggi è l'unico dispositivo di tracking degli oggetti a offrire una funzione simile.

La privacy vi preoccupa molto
Apple ha integrato varie funzioni per la privacy negli AirTag, per impedirne l'uso improprio. Innanzitutto il vostro dispositivo iOS vi segnalerà la presenza di un eventuale AirTAg sconosciuto nelle vicinanze, in modo da impedire la configurazione di un AirTag per conto di altri utenti.  

Vi piace personalizzare il look dei vostri dispositivi
Grazie ai laccetti disponibili in vari colori e finiture, incluso cuoio e poliuretano, potrete personalizzare facilmente l'aspetto dei vostri AirTag per abbinarli ai vostri indumenti o ad altri accessori.  

Non acquistateli se...

Avete limiti di budget
Considerato il cartellino di €35, gli AirTag non si discostano troppo da altri dispositivi di tracking sul mercato. Tuttavia, se volete agganciarli a chiavi, borse o altri oggetti, dovrete acquistare un laccetto extra, e quelli venduti da Apple costano tanto quanto o addirittura di più rispetto agli AirTag in sé, rendendo il prodotto complessivamente più costoso di altre opzioni disponibili.  

Siete utenti Android
Non c'è modo di configurare un AirTag con dispositivi Android, dunque se non avete un prodotto iOS, guardate altrove.  

Volete condividere il vostro dispositivo di tracking
Poter dare accesso al dispositivo a un vostro familiare potrebbe aiutarvi a individuare più velocemente un oggetto smarrito, specialmente se ritenete che sia in casa e volete che qualcun altro lo cerchi per voi. Purtroppo, a differenza di Tile, gli AirTag non offrono questa possibilità.