Skip to main content

Asus ROG Phone 6 recensione

Asus ROG Phone 6: gaming al top, ma vi costerà

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white
(Image: © Basil Kronfli / TechRadar)

Verdetto

I gaming phone sono potenti, sempre, ma raramente hanno anche una finitura lucida della scocca. Il ROG Phone 6 ha questo ed altro, riuscendo ad abbinare non solo le migliori prestazioni della categoria ma anche un sistema di raffreddamento efficace e una ricca selezione di accessori. Non sarebbe male se Asus ponesse la medesima attenzione anche su fotocamera e ricarica wireless, ma ci sono sufficienti caratteristiche uniche e di qualità da renderlo in ogni caso il miglior gaming phone disponibile oggi sul mercato.

Pros

  • +

    Autonomia Eccellente

  • +

    Ottima selezione di accessori

  • +

    Freddo anche sotto stress

  • +

    Schermo splendido, luminoso e fluido

Cons

  • -

    Non ha la ricarica wireless

  • -

    Mix di fotocamere non adeguato al prezzo

  • -

    Più costoso della concorrenza

Asus ROG Phone 6: recensione veloce

C’è realmente bisogno di uno smartphone da gaming, quando smartphone come l'iPhone 13 Pro Max o il Samsung Galaxy S22 Ultra sono un concentrato di potenza tascabile? Asus pensa di sì, e il ROG Phone 6 si propone di essere uno smartphone di giorno e una console portatile di notte. 

Se non sei un giocatore, allora il ROG Phone 6 non fa per te. È semplice. 

A partire dal design, che sembra rendere questo smartphone pronto, da un momento all’altro, a trasformarsi in un piccolo robot capace di conquistare il mondo; si ama o si odia, senza mezzi termini. Noi lo amiamo.

Sul retro, tanto il ROG Phone 6 quanto il 6 Pro hanno uno schermo a colori, feature che in passato era riservata esclusivamente alla versione Pro. E come ulteriore novità, il ROG Phone 6 è disponibile sia in nero che in bianco - quest'ultimo particolarmente elegante se abbinato alla nuova selezione di accessori tendenti al bianco sporco.

E poiché il telefono suona anche bene e dura un'intera giornata senza necessitare di ricarica a metà giornata - grazie alla sua enorme batteria da 6000 mAh – è pacifico ammettere che la nostra impressione generale del ROG Phone 6 è stata eccellente. Nonostante ciò, non è perfetto.

Di solito le fotocamere dei gaming phone oscillano tra il mediocre e il pessimo. Su questo fronte il ROG Phone 6 non se la cava male, ma considerato il prezzo sarebbe lecito aspettarsi qualcosa di più – magari la stabilizzazione ottica sull'obiettivo principale, una portata del teleobiettivo leggermente maggiore o una fotocamera wide/macro con autofocus.

Il telefono, inoltre, non ha la ricarica wireless, che ormai hanno quasi tutti gli smartphone di fascia alta, e che potremmo considerare irrinunciabile dato il prezzo del ROG Phone 6.

Nonostante queste sottigliezze, il ROG Phone 6 resta il miglior gaming phone che si possa  acquistare oggi: costa più del Poco F4 GT, ma è anche più potente e presenta un set di accessori decisamente più ampio. Il Red Magic 7 e il Red Magic 7 Pro (qui la recensione del Magic 6) sono alternative più economiche, ma non hanno le finiture estetiche che Asus mette sul piatto.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Asus ROG Phone 6: prezzo e disponibilità

  • Il prezzo di listino è di 1.099 € per il 6 e 1.399€ per il 6 Pro
  • Disponibile in tre versioni
  • Già acquistabili in Italia

Il prezzo dell'Asus ROG Phone oscilla tra alto a molto alto, con un prezzo di partenza pari a € 1.099 per la versione base con 256 GB di spazio di archiviazione e 12 GB di RAM. In alternativa, con € 1.199 si hanno 512 GB di spazio di archiviazione e 16 GB di RAM. Se vuoi spendere ancora di più c’è la versione Pro, che ha sempre 512 GB di spazio di archiviazione, ma porta la RAM fino a 18 GB, - e aggiunge una luce a LED sul retro – e costa € 1.399. 

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Questa composizione dei prezzi rispecchia quanto già visto sui precedenti ROG Phone di Asus: più cari della gran parte della concorrenza dei gaming phone ma con una user experience superiore. Il Red Magic 7, per dire, parte da € 629 e risulta essere un'ottima opzione per chiunque non si preoccupi di convivere con alcune spigolosità. Detto questo, Asus offre più spazio di archiviazione nella versione base del ROG Phone 6 e un'esperienza software complessiva molto più raffinata.

  • Punteggio: 4/5

Asus ROG Phone 6: design

  • Estetica sorprendente per un gaming phone
  • Disponibile in due colorazioni
  • Eccellente supporto di accessori

Considerando il segmento dei gaming phone, il ROG Phone 6 è indubbiamente una delle opzioni più eleganti in circolazione, grazie al suo retro curvo, liscio e perlato, prodotto in vetro smerigliato e con i profili arrotondati in metallo. Se chiudi gli occhi mentre lo tieni in mano, nonostante sia grande, restituisce una sensazione da smartphone premium ed è anche confortevole – non risulta esagerato. Quando poi apri gli occhi, sarai trasportato in un mondo fatto di luci RGB, colorati secondi schermi e glifi in stile Stargate.

Con misure pari a 173 x 77 x 10,3 mm, il ROG Phone 6 è alto e relativamente stretto, ma è anche più spesso della maggior parte degli smartphone, senza apparire (troppo) ingombrante. Il peso è di 239g, che lo rendono uno dei telefoni più pesanti sulla scena, con l'iPhone 13 Pro Max che pesa solo un grammo in più (240g).

Il retro, sinuoso e alla moda, e i lati opachi rendono il ROG Phone 6 vistoso e accattivante, ma anche piuttosto scivoloso; quindi consigliamo di usare una custodia sin dal primo momento. Fortunatamente, nella scatola, è presente una leggera cover di plastica dura che protegge gli angoli e aggiunge un po’ di grip.

Lo schermo del ROG Phone è protetto dal Gorilla Glass Victus e, sebbene il telefono non abbia la certificazione IP68 per acqua e polvere, è il primo gaming phone con certificazione IPX4 per la resistenza agli schizzi. Per quanto riguarda le colorazioni disponibili, il ROG Phone 6 standard è disponibile in Phantom Black e Storm White, mentre il 6 Pro è disponibile esclusivamente in Storm White.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Incastonate nel frame metallico curvo del ROG Phone 6 ci sono più porte di quelle che siamo abituati a vedere. Oltre al jack per cuffie da 3,5 mm - un unicorno per gli standard odierni degli smartphone di fascia alta - c'è una seconda porta USB sul fianco del telefono. Questa sarebbe dedicata agli accessori, come il dock e la ventola, ma consente anche di ricaricare il telefono in maniera decisamente più comoda quando si gioca con lo schermo in orizzontale.

Asus non applica una protezione per lo schermo pre-montata sul telefono, ma offre un'opzione ufficiale come acquisto separato. Non abbiamo avuto problemi con lo scanner di impronte digitali in-display e abbiamo anche impostato lo sblocco facciale per assicurarci un accesso più rapido.

La componente più appariscente del design, nel ROG Phone 6, è sicuramente posizionata sul retro. Tra incisioni e abbellimenti grafici – e un modulo fotografico molto sporgente – è presente anche uno schermo OLED. Questo è centrato orizzontalmente sul modello Pro, nella foto sopra, mentre è leggermente spostato verso un angolo nella versione standard.

Non è solo un modo vistoso per attrarre giocatori incuriositi, perché Asus ha aggiunto anche alcune utili funzioni a questo secondo schermo, che può mostrare le icone di notifica e la capacità della batteria durante la ricarica. 

Anche se …  chi vogliamo davvero prendere in giro? Questo secondo schermo è decisamente inutile e la cosa ci va benissimo. 

  • Punteggio per il design: 4.5/5

Asus ROG Phone 6: display

  • Tecnologia AMOLED Samsung personalizzata
  • Fluido, con un refresh rate di 165Hz
  • Risoluzione Full HD

Indicativamente, il ROG Phone 6 ha lo stesso display del suo predecessore. Ciò significa che è un display Samsung AMOLED da 6,78 pollici con una risoluzione 2448 x 1080. È però migliorato in un aspetto chiave: il refresh rate. Mentre il ROG Phone 5 aveva un refresh rate di 144Hz, il ROG Phone 6 sale fino a 165Hz, equiparandolo ai migliori gaming phone in circolazione.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

La risoluzione di 2448 x 1080 del ROG Phone 6 può apparire non eccelsa per uno smartphone che costa così tanto, ma è invece adeguata per un gaming phone. La maggior parte dei giochi viene, infatti, visualizzata in Full HD, e la risoluzione inferiore consente di mantenere i frame rate alti. Inoltre, ciò che si potrebbe perdere in chiarezza di visualizzazione, viene compensata con un’elevata fluidità, tanto che si tratti di giochi, quanto che si tratti di scorrere siti Web o feed dei social.

Samsung e Asus si sono impegnate ancora una volta per progettare un display di assoluta qualità che garantisca una eccellente esperienza di fruizione di ogni tipo di contenuto. I colori sono vivaci, perfetti per giocare e per guardare film; la luminosità manuale è ottima al chiuso, e va dal buio pesto fino agli 800 nit. Alla luce diretta del sole, però, sarà necessario impostare la modalità ad alta luminosità attivando la luminosità automatica. Altrimenti potrebbe essere complesso vederci qualcosa.

Asus ha inserito tra le impostazioni del display diverse modalità di visualizzazione, tra cui Natural, Cinematic e Standard, e si può anche definire un profilo colore personale per soddisfare i propri desideri e gusti.

  • Punteggio del display: 4.5/5

Asus ROG Phone 6: fotocamere

  • Fotocamera principale da 50 MP con sensore IMX766
  • Registrazione video fino a 8K a 30 fps e 4K a 120 fps
  • Mediocre mix di fotocamere secondarie

Ci siamo sempre trovati a scontrarci con le nostre aspettative quando abbiamo testato le fotocamere dei gaming phone, ma ci ha sorpreso in positivo scoprire che ROG Phone 6 monta lo stesso sensore della fotocamera da 50 MP dell'Oppo Find X5 Pro: un Sony IMX 766. Lo abbiamo provato su diversi telefoni, anche se è sempre stato abbinato a un obiettivo con stabilizzazione ottica dell'immagine (OIS). Sul ROG Phone, purtroppo, nessuna delle lenti è stabilizzata otticamente.

Il telefono ha tre fotocamere sul retro: la fotocamera principale da 50 MP, apertura di f/1.9, una fotocamera ultra-wide da 13 MP, apertura di f/2.2 e una fotocamera macro da 5 MP con apertura di f/2. Solo la fotocamera principale ha l'autofocus, con la messa a fuoco ultra-wide a circa un metro e la messa a fuoco della fotocamera macro a 4 cm.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

All’aperto siamo riusciti di scattare alcune foto discrete con il ROG Phone 6. L'elaborazione che il software Asus applica alle foto è evidente, rendendole piene di contrasto, ma la cosa non è necessariamente negativa. A molti piacerà la resa delle foto di ROG Phone, adatta alla condivisione social, specialmente quelle scattate in scene ben illuminate. Il passaggio da un sensore Samsung da 64 MP a un sensore Sony da 50 MP a più bassa risoluzione - ma più grande - ha sicuramente dato i suoi frutti per Asus.

La night mode del telefono rende molto bene nel catturare un po’ di dettagli extra se si imposta una lunga esposizione. L’aspetto migliore è che si attiva automaticamente quando scendono le luci, non richiedendo quindi attivazione manuale, sia con la fotocamera primaria che con quella ultra-wide.

Le foto uscite peggio sono quelle scattate con mano tremolante o in ambienti non perfettamente illuminati, in quel momento limite tra l'attivazione della modalità notturna e un breve tempo di posa dato dalla luce appena sufficiente. È qui che un OIS avrebbe davvero aiutato a garantire una migliore resa generale.

La fotocamera ultra-wide ha il medesimo difetto, ma che risulta essere anche più pronunciato quando la modalità notturna non è attivata. Per quanto riguarda la fotocamera macro, questa è la peggiore delle tre. La maggior parte delle volte abbiamo ottenuto foto macro migliori scattando con la fotocamera principale e facendo un successivo crop. 

La fotocamera frontale e l'acquisizione video di ROG Phone 6 sono tra gli aspetti che più ci hanno stupito. Nonostante il livello di dettaglio acquisito con la fotocamera frontale non sia eccezionale, le foto che questa ottica cattura sono naturali e rendono giustizia al soggetto. Allo stesso tempo, i video hanno una risoluzione che si spinge fino agli 8K a 30 fps oppure a 4K fino a 120 fps.

I video risultano ben stabilizzati se registrati a 8K e 30fps o a 4K e 60fps, con una ottima resa in ambienti luminosi. Anche la messa a fuoco è rapida e gli appassionati possono attivare la modalità Pro per avere maggior controllo sulle impostazioni della fotocamera. Un paio di funzionalità mancanti nel ROG Phone e che sono sempre più presenti nei cameraphone sono il profilo LOG e la ripresa con proporzioni 21:9. Forse al prossimo giro, Asus?  

  • Punteggio della fotocamera: 3.5/5

Esempi di scatti

Asus ROG Phone 6: prestazioni e specifiche

  • Potente CPU Snapdragon 8+ Gen 1
  • 256 GB o 512 GB di spazio di archiviazione
  • Rimane più freddo di gran parte dei concorrenti

L'Asus ROG Phone 6 introduce lo Snapdragon 8 + Gen 1 di Qualcomm, una versione con clock più alto rispetto all’8 Gen 1 che si trova in flagships come Sony Xperia 1 IV e Xiaomi 12 Pro

Lo Snapdragon 8 Gen 1 è noto per riscaldarsi sotto stress, quindi Asus si è impegnata per permettere al ROG Phone 6 di mantenersi su basse temperature, nonostante monti la più potente iterazione del processore di Qualcomm.

Asus ha riposizionato il processore (la fonte del calore) al centro del telefono. Questo spostamento garantisce diversi benefici: sposta il calore più lontano dalle mani, specialmente quando si gioca in orizzontale. Inoltre, lo allontana ulteriormente dal telaio metallico (che è un conduttore di calore) e lo posiziona esattamente sotto l'accessorio opzionale della ventola. All'inizio eravamo dubbiosi, dato che non ha canali di ventilazione, ma siamo rimasti stupiti dalla gestione del calore del ROG Phone 6 durante tutto il periodo di utilizzo.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Ore di gioco di emulatori e giochi a basso stress come Streets of Rage e Final Fantasy IX non hanno riscaldato affatto il telefono, ed è stata necessaria almeno mezz'ora di gioco a Genshin Impact, con le impostazioni grafiche al massimo, prima di iniziare a notare zone del retro che si riscaldavano in alcuni dei punti in cui le mani tenevano il telefono.

Più che le attività di gaming, il telefono è diventato caldo con download in 5G: scaricare 13 GB di dati ha portato la temperatura del ROG Phone 6 fino ai 42 º C; 20 minuti di gioco lo avevano riscaldato solo fino a 40º C.

Circa 10 minuti con la ventola di raffreddamento AeroActive hanno abbassato la temperatura di 3ºC e, quando abbiamo iniziato a giocare con questo accessorio collegato, il telefono è sempre rimasto relativamente fresco: di fatto lo abbiamo usato con quei titoli dalla componente grafica piuttosto spinta.

Non solamente il calore è ben gestito dal ROG Phone. Siamo stati in grado di giocare in streaming in maniera super fluida utilizzando la funzione di aggregazione WiFi e dati elaborata da Asus. In tal modo, e nel caso in cui la velocità 5G superi la velocità del WiFi, l'utilizzo di entrambi ha permesso di ottenere risultati eccellenti durante lo streaming di Ghost Runner tramite GeForce Now di Nvidia o la riproduzione di Dragon Ball Fighter Z su Xbox Game Pass.

  • Punteggio prestazioni: 5/5

Asus ROG Phone 6: software

  • Esegue Android 12 con la Zen UI di Asus
  • UI opzionale di stampo non gaming disponibile
  • Software Game Genie ottimo per il gaming

ROG Phone 6 di Asus funziona con Android 12 e giochi e app sono ampiamente disponibili tramite il Google Play Store. Appena uscito dalla scatola, infatti, non ci sono giochi precaricati, ma solo (solo?) tutta la potenza che serve per giocare. L'intera UI è a tema gaming e quando si spremono i lati del telefono, la modalità ad alte prestazioni, chiamata X-Mode, si attiva, contestualmente ad un cambio di sfondo.

Normalmente siamo a favore di interfacce dall’aspetto più stock, ma spesso e volentieri i dispositivi gaming hanno un'estetica colorata ed eccessiva. Tenendo presente questo aspetto, l'interfaccia utente del ROG Phone risalta, ricca di sfondi animati e schermate di blocco quale è. Detto questo, volendo si può usare un’interfaccia più simile a quella “normale”. Questa dà ovviamente accesso a tutte le app e a tutte le funzionalità di cui avrai bisogno per giocare, ma con un look and feel molto più standard.

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Tuttavia, i miglioramenti più evidenti del software del ROG Phone 6 si presentano sotto la forma di Armory Crate e Game Genie. Il primo, Armory Crate, è il posto dove puoi trovare i tuoi giochi, gestire i tuoi accessori ufficiali, trovare nuovi titoli ad alta frequenza di aggiornamento, accedere alla community ROG e al tuo profilo.

Game Genie, invece, è il software di gioco di Asus. Non c'è praticamente fine a ciò che puoi fare con esso - ma il principale aspetto saliente risiede nella creazione di profili specifici per ciascun gioco, consentendo di creare tasti mappati, macro o impostazioni di mira peculiari - e questo è solo grattare sulla superficie.

Abbiamo usato Game Genie per mappare i nostri vari controller, convertire giochi non ottimizzati per i controller e riprodurli sulla nostra TV, collegata tramite un adattatore HDMI.

I non giocatori e chi non sente il bisogno di un gaming phone potrebbero trovare l'intera esperienza ROG Phone eccessiva, ma il solo fatto che tutto possa essere in qualche modo gestito e personalizzato significa che, prendendosi il tempo necessario, il risultato finale sarà decisamente appagante.

  • Punteggio software: 4.5/5

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Asus ROG Phone 6: durata della batteria

  • Batteria ad alta capacità da 6.000 mAh
  • Ricarica rapida da 65 W
  • Gli accessori scaricano la batteria velocemente

Un altro anno, un altro ROG Phone da 6.000 mAh, e non potremmo essere più felici che Asus non abbia ridotto la capacità. Non sorprende che il telefono duri molto a lungo, perdendo l'80% in circa 16 ore con lo schermo acceso, svolgendo attività di base quali la navigazione web e l'editing di foto e video.

Ma se si collegano alcuni accessori questo dato scende, e di molto. Con la ventola accesa e il Kunai Gamepad fisicamente collegato al telefono, aspettatevi non più di qualche ora di gioco, al massimo.

Stante, quindi, la necessità di caricare il ROG Phone 6 mentre si gioca, Asus ha reso disponibile una funzione di ricarica bypass. Questa alimenta lo smartphone senza ricaricare la batteria, riducendo così l'usura della batteria stessa e andando ad incidere, in parte, anche sul calore generato.

Con la ricarica veloce da 65 W (via cavo), ROG Phone 6 si ricarica completamente in meno di 45 minuti, quindi con tempi tutto sommato rispettabili, anche se non al top della categoria. Lo smartphone viene venduto con un caricabatterie nella confezione: un male per il pianeta, potenzialmente un bene per il portafoglio. Non ci è ancora capitato di vedere nessun produttore di gaming phone percorrere la strada di Apple, Samsung e Sony, eliminando i caricabatterie dalla confezione.

Come tutti gli altri gaming phone, anche il ROG Phone 6 non presenta la ricarica wireless, quindi la sua assenza non può dirsi una sorpresa. Nonostante ciò, con tale funzione che diventa ogni giorno più diffusa, possiamo sperare che anche questa assenza venga colmata in futuro.

  • Punteggio batteria: 5/5

Scheda di valutazione Asus ROG Phone 6

AttributiNoteValutazioni
DesignChe lo si ami o lo si odi, la finitura premium e le peculiarità tipiche da gaming phone fanno spiccare il ROG Phone 6 all’interno della sua categoria4.5/5
DisplayNonostante lo schermo del ROG Phone 6 non sia il più definito in circolazione, è esattamente ciò che serve per un gaming phone, inoltre la qualità dell'immagine e la luminosità sono ottime4.5/5
PrestazioniAsus è la prima sul mercato ad utilizzare l'ultimo processore di Qualcomm, il quale, abbinato a un raffreddamento efficace, garantisce prestazioni al top, sia che si tratti di giocare che di utilizzarlo per tutti gli altri scopi5/5
CameraIl punto debole del ROG Phone è la sua fotocamera, nonostante i miglioramenti rispetto alla precedente versione. In ogni caso, la fotocamera principale restituisce foto e video di buona fattura3.5/5
BatteriaCon una batteria più grande rispetto alla maggior parte degli smartphone e la ricarica rapida, non c'è da meravigliarsi che la batteria del ROG Phone 6 ci abbia impressionato. L'unica cosa che manca è la ricarica wireless5/5
SoftwareAsus ha perfezionato il suo software di gioco quasi alla perfezione nel corso degli anni e l'ultima iterazione è incredibile. Ci piace anche la possibilità di utilizzare un tema più stock4.5/5
CostoMentre è possibile ottenere un telefono con fotocamera migliore a meno, il ROG Phone 6 è il miglior gaming phone in circolazione: quindi il suo prezzo è in parte giustificato e può essere considerato non irragionevole4/5

Dovrei comprare l'Asus ROG Phone 6?

Photo of the Asus ROG Phone 6 – Pro edition in white

(Image credit: Basil Kronfli / TechRadar)

Compralo se...

Vuoi un potente gaming phone

ROG Phone 6 è un gaming phone incredibilmente potente, in grado di gestire anche i giochi più energivori senza diventare troppo caldo. 

Ami gli accessori di gioco

Sia che tu voglia agganciare il ROG Phone al controller Xbox, usarlo come un Nintendo Switch con il Kunai Gamepad o mantenerlo bello fresco con un ventilatore, puoi “pimpare” il tuo ROG Phone 6 con tanti accessori da gaming, fichi e con illuminazione RGB.

Hai l'ansia da batteria scarica

Se usi il tuo ROG Phone 6 come un normale smartphone, puoi essere sicuro che non ti lascerà a piedi dopo un solo giorno. Con la sua enorme batteria da 6.000 mAh, arriva facilmente a un secondo giorno e, se stai molto attento, magari anche a un terzo. 

Non comprarlo se...

Hai un budget limitato

ROG Phone 6 è il gaming phone attualmente più costoso in circolazione, e se hai intenzione di prendere anche i suoi accessori, spenderai una discreta sommetta per il tutto. Tieni a mente che le precedenti versioni del ROG o il Poco F4 GT potrebbero essere buone alternative.

Hai le mani tremanti o ami lo zoom

La fotocamera del telefono è buona, ma fatica in scene scarsamente illuminate, dove vi è necessità di mano ferma per dar vita a buone foto. La fotocamera perde anche un teleobiettivo, quindi puoi ingrandire massimo fino a circa 3x prima che la qualità decada sensibilmente. 

Ami la ricarica wireless

I gaming phone come il ROG Phone 6 non hanno la ricarica wireless. Quindi, se la cerchi, puoi orientarti verso tanti altri ottimi telefoni che hanno la ricarica wireless e che sono estremamente potenti, come l'iPhone 13 Pro Max o il Galaxy S22 Ultra.

  • Prima recensione Agosto 2022