Skip to main content

Xbox supera PlayStation e Nintendo nella preservazione dei giochi

Xbox Series X
(Image credit: Microsoft)

Il dibattito sulla preservazione dei videogiochi si è fatto più acceso in tempi recenti. Sony ha annunciato la chiusura degli store online di PS3, PS Vita e PSP, mentre Nintendo ha appena "ucciso" Mario, cioè ha rimosso Super Mario 3D All-Stars dallo store e ne ha cessato la vendita delle copie fisiche.

Desta sempre più preoccupazione la possibilità che gli acquisti digitali possano andare perduti per sempre o subire una qualche limitazione, qualora l'azienda responsabile della vendita decidesse di cessare i propri servizi o la piattaforma online. 

A fronte di un significativo aumento degli acquisti digitali nel corso degli anni recenti, che ha determinato anche l'arrivo di console puramente digitali come la PS5 Digital Edition e Xbox Series S, la possibilità di non poter giocare o acquistare determinati titoli in futuro preoccupa sempre di più la community dei giocatori.

Microsoft, d'altro canto, sta facendo il possibile per mantenere disponibile la propria libreria di titoli meno recenti, rendendoli anche sempre più accessibili. Di recente, l'azienda ha annunciato l'arrivo di 16 giochi Xbox 360 e Xbox originale retrocompatibili su Xbox Cloud Gaming (ancora in fase beta), di conseguenza potrete giocare questi titoli anche su dispositivi Android, se siete abbonati a Xbox Game Pass Ultimate.

Xbox ha ribadito il proprio impegno per la preservazione videoludica in un post su Twitter. Rispondendo a un utente, l'account ufficiale di Xbox ha dichiarato: "Nel corso del tempo, diventa sempre più importante assicurarsi che le icone e i classici del gaming vengano preservati per giocatori vecchi e nuovi". Ci auguriamo che Nintendo e Sony prendano appunti.

See more

Il responsabile dello studio Rare Craig Duncan ha condiviso la propria opinione su Xbox Wire circa l'importanza della retrocompatibilità, affermando che " poter rivivere i giochi già provati in passato e di cui si serba un bel ricordo è molto importante".

Una lezione di storia

A differenza della PS5 che supporta i giochi della generazione precedente solo tramite retrocompatibilità (e potete giocare alcuni titoli PS3 e PS2 in streaming se siete iscritti a PlayStation Now, ma senza possibilità di scaricarli), la Xbox Series X e Series S consentono di giocare titoli di tutte le generazioni precedenti sia in formato fisico che digitale. Di conseguenza, tutte le gen Xbox sono disponibili ai giocatori e ora gli utenti su mobile possono entrare in azione anche se non possiedono una console Microsoft.

La preservazione videoludica è da sempre un argomento complesso. In precedenza, le nuove generazioni non prevedevano la retrocompatibilità. Certo a volte abbiamo visto l'arrivo di remaster, remake e via discorrendo, ma oggi le aspettative sono cambiate e c'è molta domanda per i titoli meno recenti. Sembra che i consumatori si stiano stancando di dover pagare di nuovo per giochi che possiedono già e le pratiche come quella di Nintendo con Super Mario 3D All-Stars non migliora di certo la situazione.