Skip to main content

I nuovi Sony TV 2021 promettono cose incredibili

Sony A90J OLED
(Image credit: Sony)

Sony ha alcuni tra i migliori televisori disponibili oggi, ed è probabilmente il marchio che sceglieremmo se volessimo il miglior televisore per il cinema a casa, grazie a incredibili prestazioni video. Eppure, nel 2021 tuttavia l’azienda riesce ad alzare ulteriormente la posta, con una gamma di televisori ancora migliori, grazie in particolare al nuovo processore Cognitive Processor XR. 

I nuovi modelli Sony 2021 sono il Sony LED Z9J Master Series, OLED A90J Master Series, OLED A80J Master Series, OLED A80J, LED X95J, LEDX90J, LED X85J, LED X81J e LED W800. 

Buona parte dei nuovi modelli è basata sul processore XR. Si tratta di una CPU che non solo aumenta la potenza di calcolo del Sony X1 Ultimate, ma aggiunge anche una rete neurale interna che ne amplifica le funzioni AI. Sony ha spiegato che l’Intelligenza Artificiale permette di vedere le immagini “come le vedono gli occhi umani”. Si passa quindi da un’immagine che è “solo” fedele alla realtà a una che è bella da vedere, secondo criteri estetici umani.

Sony in altre parole mette al centro la percezione umana e cerca di concentrare questa novità nel nuovo processore e nelle sue capacità AI. Il processore può elaborare un’enorme quantità di dati ogni millisecondo: esamina le immagini ed è in grado di riconoscere gli elementi visibili, distinguere tra oggetti e persone, capire dove si concentrerà il nostro sguardo ed equilibrare luci e ombre di conseguenza. 

A tutto questo si aggiungono rinnovati algoritmi per illuminazione e contrasto, oltre a un nuovo sistema per l’upscaling- dettaglio quest’ultimo su cui Sony era già un passo avanti alla concorrenza nel 2020. 

Il Cognitive Processor XR, dotato di intelligenza cognitiva, divide lo schermo in numerose zone e rileva la posizione del “punto focale” nell’immagine. Mentre l’Intelligenza Artificiale (IA) convenzionale è in grado di rilevare e analizzare solo i singoli elementi parte dell’immagine, come colori, contrasto e dettagli, il nuovo Cognitive Processor XR esegue contemporaneamente un’analisi incrociata di molteplici elementi, proprio come fa il nostro cervello. In questo modo, tutti gli elementi vengono regolati in modo congiunto tra loro, ottenendo un risultato finale migliore, in cui ogni fattore viene sincronizzato e la scena appare realistica, a livelli inarrivabili per l’IA convenzionale.

Il nuovo Cognitive Processor XR contribuisce anche alla parte audio, arricchita anche quest’anno dal sistema Acoustic Surface Audio +, sui modelli top di gamma Sony 2021. 

Cambia anche il sistema operativo: Sony nel 2021 passa da Android TV a Google TV, il sistema operativo che ha fatto il suo debutto sulla nuova Chromecast con Google TV. È un bel passo avanti, in particolare grazie all’eccellente sistema di raccomandazione introdotto da Google; tuttavia per ora ci sono meno applicazioni disponibili, il che non è necessariamente una buona notizia. 

A proposito di applicazioni, Sony arricchisce Google TV con Bravia Core: si tratta di un’applicazione pensata specificamente per i TV Sony Bravia con processore XR. Qui troverete film in alta definizione e  in formato IMAX Enhanced, ideali per la riproduzione sui TV di nuova generazione. Un catalogo disponibile in esclusiva su TV con il nuovo processore. 

BRAVIA CORE è la prima piattaforma del settore a offrire la tecnologia Pure Stream, che consente di godere di una qualità quasi “lossless” equivalente a quella dei Blu-Ray UHD con streaming fino a 80 Mbps.

Finalmente, poi, Sony si mette al passo e monta sui nuovi Bravia XR porte HDMI 2.1 capaci di gestire segnali 4K/120 fps. Ideali quindi anche come TV gaming, che si usi un PC, una PS5 o una Xbox Series X.

Xbox Series X in Italia: tutte le offerte al miglior prezzo

Sempre per i giocatori, presenti all’appello anche VRR (Variable Refresh Rate, Auto Low Latency Mode (ALLM) e audio eARC. 

Disponibilità e prezzi

Sony non ha ancora dato informazioni concrete sull’effettiva disponibilità e sui prezzi dei nuovi televisori.